La Zanzara, Mario Giordano contro David Parenzo: "Schifoso marchettaro, raccomandato di mer*a". E lui se ne va (VIDEO)

Il conduttore radiofonico annuncia querela nei confronti del collega. Ecco cosa è successo

Violento scontro in diretta a La Zanzara tra David Parenzo, che conduce la trasmissione radiofonica di Radio 24 con Giuseppe Cruciani, e Mario Giordano, ospite in collegamento telefonico. Tutto nasce da una discussione sul caso Sea Watch 3, ben presto trascesa in accuse e offese reciproche.

Se per il conduttore di Rete 4 e direttore delle Strategie e dello Sviluppo dell'informazione Mediaset, la nave dovrebbe essere bombardata e affondata e la capitana arrestata in quanto "trafficante di clandestini", secondo Parenzo, dal primo luglio alla guida di In Onda su La7 con Luca Telese, i migranti vanno salvati e fatti sbarcare. Ma il punto di svolta della discussione arriva quando Parenzo fa riferimento allo stipendio di Giordano:

Mario Giordano che guadagna mezzo milione di euro al mese o all’anno….

Immediata la replica di Giordano:

Io non vado a fare le marchette a pagamento. Schifoso marchettaro.

Da qui si sviluppa un botta e risposta infinito:

- "Quanto guadagna Mario Giordano all’anno? Il difensore del popolo quanto guadagna all'anno?".

- "È un argomento che non c’entra un caz*o (...) Non sei capace di sostenere una discussione"

- "Non vergognarti della ricchezza e di come li hai fatti".

- "Mi piacerebbe essere ricco come te, raccomandato come te (...) Raccomandato di mer*a, figlio di papà".

Una frase, questa, che fa infuriare Parenzo, il quale sbotta, annuncia querela ("Raccomandato da chi? Se non chiedi scusa ti querelo perché sei uno stron*o"), abbandona la diretta e non vi fa più ritorno (nonostante i rimproveri e i tentativi di Cruciani).

Parenzo ha poi spostato la questione su Twitter, dove, al momento, non si segnalano risposte da parte di Giordano:




Me ne sono andato da La Zanzara in diretta dopo gli attacchi di Mario Giordano! Se mi chiede scusa non lo querelo ma deve chiedermi scusa. I suoi attacchi sono diffamazioni non opinioni (...) Quel vile ha insultato la mia dignità! Ho fatto esame di stato per fare il giornalista professionista! Ho moderato dei convegni (...) Scredita il mio lavoro dicendo che faccio markette perché ho moderato dei convegni della Confindustria (e ne vado fiero!) Lui fa libri su “Italia non è più italiana” e gira con super SUV (fichissimo).

Il video del clamoroso litigio è in apertura di post.

  • shares
  • Mail