Lontano da te, se una buona regia non basta a salvare la commedia in rosa

Il liveblogging e la recensione della prima puntata di Lontano da te, la fiction di Canale 5 con Alessandro Tiberi e Megan Montaner nei panni di due personaggi che iniziano ad avere le visioni l'una dell'altro

Un tocco di sovrannaturale, ma soprattutto tanta commedia e tanti sentimenti in Lontano da te, la fiction in quattro prime serate in onda da questa sera, 9 giugno 2019, alle 21:20, su Canale 5. Una co-produzione tra Mediaset Italia, Mediaset España con Cross Productions, girata tra Italia e Spagna e che parte da un concetto base estremamente noto alle commedie romantiche, ovvero quello secondo cui gli opposti si attraggono.

Lontano da te, la recensione


Lui e lei si incontrano. Inizialmente si odiano, poi si conoscono, infine si piacciono ma non lo ammettono a loro stessi. Come finirà? Lontano da te non è nulla di nuovo nel panorama delle romantic comedy, ed a Canale 5 lo sanno bene.

La fiction Mediaset, dopo qualche mese di drammi, thriller e polizieschi,ha deciso comunque di cambiare momentaneamente direzione, rivolgendosi ad un pubblico in cerca di maggiore spensieratezza, complice l'arrivo del caldo. Ecco, la collocazione di giugno non permetterà agli ascolti della fiction di essere all'altezza dei suoi predecessori autunnali (gli ultimi titoli in onda su Canale 5 hanno dimostrato una buona tenuta, con L'Amore Strappato che è arrivato anche a oltre 4 milioni di telespettatori), e questo un po' spiace.

Perché Lontano da te merita un'occasione. Nonostante la trama, come detto, non porti nulla di nuovo e nonostante protagonisti e comprimari partecipino ad un gioco delle parti, lo sforzo di portare in tv un prodotto fresco che possa catturare l'attenzione si nota.

La regia di Ivan Silvestrini regala ritmo ad una storia che rischierebbe di cadere nel ripetitivo molto facilmente, sostenuta anche da una buona fotografia ed da un uso degli effetti speciali non invasivo ma divertente. Un taglio moderno con attori della nuova generazione per affrontare un racconto che declina il tema dell'amore e della paura di ammettere la verità a se stessi che, però, non sempre ci azzecca.

A rovinare il ritmo sono alcune scene un po' troppo lunghe, alcune situazioni un po' telefonate e dialoghi che hanno del potenziale comico ma che non viene espresso totalmente. La paura, forse, era quella di diventare troppo di nicchia e di non arrivare a più pubblico possibile. Lontano da te diventa così una commedia che trova il colore solo grazie alla messa in scena, un po' meno nel contenuto.

-Di seguito, il liveblogging della prima puntata del 9 giugno 2019 di Lontano da te-

  • 21:32

    Candela e Massimo iniziano le loro giornate nelle rispettive città.

  • 21:33

    Candela si occupa del figlio Pepe, in attesa di partire per Praga. Le carte della madre le dicono che incontrerà un uomo che le cambierà la vita.

  • 21:34

    Anche Massimo è a Praga, per proporre un business plan a degli investitori, che però lo respingono.

  • 21:35

    Candela, invece, si esibisce davanti ad un pubblico, ma scopre che sarà pagata solo tre mesi dopo.

  • 21:37

    I due si sfiorano, ma non si notano.

  • 21:39

    I due si ritrovano bloccati in aeroporto.

  • 21:39

    I due si scontrano, ma Massimo tratta Candela in malo modo.

  • 21:41

    Massimo è convinto che Candela le abbia rubato il portafogli e chiede aiuto alla Polizia.

  • 21:43

    Candela convince Massimo a portarla con lui in macchina.

  • 21:44

    Lei prova ad allentare la tensione, ma lui è troppo nervoso. Candela preferisce scendere dalla macchina, ma si dimentica un ciondolo.

  • 21:47

    Francesca crede che Massimo sia rimasto fuori casa per tradirla.

  • 21:48

    Massimo e Candela si ritrovano in città, allo stesso ristorante, che ha solo un tavolo libero.

  • 21:53

    I due iniziano a parlare. Candela dice a Massimo che il compagno è in carcere, Massimo le dice che la sua agenzia viaggi è in crisi.

  • 21:57

    I due si salutano. Massimo paga il taxi a Candela.

  • 22:00

    Michele, a Roma, mente ai dipendenti dell'agenzia viaggi.

  • 22:02

    E' Massimo ad avere la prima visione di Candela.

  • 22:05

    Anche Candela ha delle visioni di Massimo.

  • 22:14

    Massimo corre da Francesca, temendo di non stare bene.

  • 22:15

    Candela porta Pepe dal padre, in carcere. L'uomo le dice di voler aprire un ristorante.

  • 22:19

    Massimo va a trovare il padre, che vive su una barca e soffre di demenza senile.

  • 22:22

    Candela riceve lo sfratto da Ramon.

  • 22:28

    Candela vede Massimo anche in un foto scattata a Praga con Chino anni prima.

  • 22:29

    Anche Massimo vede Candela in una foto.

  • 22:40

    Ma anche il giorno dopo, le visioni continuano.

  • 22:45

    Candela se la prende con Massimo, finendo per attaccare un palo.

  • 22:48

    Massimo si sente dire da Candela che lui non avrebbe mai voluto prendere il posto del padre.

  • 22:49

    Ignazia, padrona di casa di Candela, porta possibili acquirenti a vedere la scuola di ballo.

  • 22:54

    Francesca rassicura Massimo che non sta morendo.

  • 22:55

    Candela chiede aiuto ad un parroco, che crede di essere davanti ad un caso di esorcismo.

  • 22:58

    Ma neanche l'esorcismo riesce.

  • 23:05

    Massimo va a pranzo con Francesca, ma c'è anche Candela.

  • 23:06

    Massimo chiama Fabrizio, amico e psicologo, per chiedergli aiuto.

  • 23:08

    Ramon si dichiara a Candela.

  • 23:12

    Fabrizio dà a Massimo delle pillole.

  • 23:13

    Chino fa aggiustare ad un detenuto il telefono rotto di Massimo, che lui le ha dato e che lei ha regalato a Pepe. Così scopre il nome di Massimo.

  • 23:15

    Francesca trova il ciondolo di Candela che ha Massimo, che prova a rimediare dicendo che appartiene ad una ragazza a cui ha dato un passaggio.

  • 23:19

    Chino tende una trappola a Candela per capire se l'ha tradita.

  • 23:27

    Neanche le pillole aiutano Massimo.

  • 23:28

    Candela, intanto, scopre che il teatro dove avrebbe dovuto tenere il saggio vuole prima i soldi.

  • 23:29

    Massimo scopre che il tycoon Sandro Giannini è a Roma.

  • 23:30

    Così, corre per chiedergli di analizzare il suo business plan.

  • 23:32

    Aiutata da Massimo, Candela trova un modo per pagare il teatro ed il debito verso Ignazia.

  • 23:36

    Massimo e Candela iniziano a rendersi conto che dovranno continuare ad avere a che fare con le loro visioni. La puntata finisce.

Lontano da te, la trama


I protagonisti della fiction vivono in due Paesi differenti: uno, Massimo (Alessandro Tiberi), è a capo della "Salvatori Tour", l'agenzia viaggi di famiglia, un tempo leader nel settore ed oggi in crisi. L'altra, Candela (Megan Montaner), è invece una ballerina di flamenco che vive a Siviglia, dove ha una scuola di ballo.

I due s'incontrano all'aeroporto di Praga, suscitando subito antipatia l'una all'altro. Eppure, una volta tornati nei rispettivi Paesi, Massimo inizia ad avere delle visioni di Candela e viceversa. I due non riescono a spiegarsi come sia possibile, ma quando devono affrontare delle situazioni particolarmente difficili, si ritrovano ad avere delle visioni, con cui dialogano, litigano e cercano di superare gli ostacoli.

Così differenti, eppure Massimo e Candela iniziano a diventare amici. La cosa ha inevitabilmente delle conseguenze nelle rispettive vite. Massimo, ad esempio, deve occuparsi del padre Pietro (Teco Celio), affetto da demenza senile, e cercare di salvare il rapporto con la fidanzata Francesca (Valeria Bilello), mal vista dalla madre Bice (Pamela Villoresi).

Candela, invece, oltre a dover crescere il figlio Pepe (Roberto Campillo) con la madre Rosario (Rosario Pardo), deve affrontare l'uscita dal carcere del compagno Chino (Carlos Librado), la cui intenzione è quella di trasformare la sua scuola di ballo in un ristorante.

Di fronte a tutte queste avversità, Massimo e Candela riusciranno, tramite le loro visioni, a trovare il modo di affrontarle e di avere al proprio fianco un sostenitore, sebbene così lontani l'uno dall'altra.

La prima co-produzione Mediaset Italia-España


Lontano da te è la prima co-produzione internazionale che coinvolge Mediaset Italia e Mediaset España (che la trasmette su Telecinco), che hanno prodotto la fiction con la Cross Productions. L'idea è di Verònica Fernàndez per Big Bang Media, mentre il soggetto di serie è di Marco Tiberi, che è anche l'head writer ed ha scritto la sceneggiatura con Barbara Alpuente, Maurizio Careddu, Federico Lunadei Maroder e Marzio Paoltroni.

"Un racconto modernissimo"


A dirigere la serie è Ivan Silvestrini. "Come regista", ha detto, "non impongo mai aprioristicamente uno stile visivo a ciò che dirigo, ogni storia ha il suo stile, ma Lontano da te si prestava a un racconto modernissimo e vivace, che alternava effetti speciali a scene intimissime, con una macchina da presa leggiadra, quasi sempre in movimento, come i sentimenti dei personaggi".

"In tutto e per tutto mi è stata lasciata dalla produzione una grandissima libertà, nella scelta del cast e nello stile", ha poi aggiunto, "che spero di aver ripagato con un racconto appassionato, pop e sofisticato che alterna continuamente commedia, sentimento e una buona dose di follia".

Lontano da te, streaming


E' possibile vedere Lontano da te in streaming sul sito ufficiale di Mediaset, e sull'app disponibile per smart tv, tablet e smartphone, mentre da domani si potrà vedere nella sezione On Demand.

Lontano da te, social network


Si può commentare Lontano da te su Twitter, usando l'hashtag #LontanoDaTe.

  • shares
  • Mail