Papa Francesco per la prima volta "ospite" di un reality show (Video)

Per la prima volta un Papa entra in un reality show. Papa Francesco è stato infatti ripreso dalle telecamere di Pilgrimage: Road To Rome, programma della Bbc, mentre incontrava i partecipanti arrivati a Roma

Se tra le notizie della settimana c'è stato l'incontro in udienza privata in Vaticano, mercoledì scorso, tra Greta Thunberg e Papa Francesco, non va sottovalutato quanto fatto da Bergoglio nella stessa giornata, all'interno della Settimana Santa. Per la prima volta, infatti, un Pontefice è stato "ospite" di un reality show.

A compiere l'impresa Pilgrimage: Road To Rome, reality in tre puntate andato in onda sulla Bbc Two ed il cui scopo era quello di mettere di fronte a temi legati alla fede ed alla religiosità otto personalità dello spettacolo britanniche. A loro è stato chiesto di percorrere, in 15 giorni, la via Francigena, nel tratto dalla Svizzera a Roma.

Un pellegrinaggio che ha visto i partecipanti confrontarsi, discutere e visitare luoghi legati alla fede cristiana. Il cast, composto dagli attori Les Dennis e Lesley Joseph, dal ballerino Brendan Cole, dalla comica Katy Brand, dal campione olimpionico Greg Rutherford, dal conduttore televisivo Mehreen Baig, dalla vincitrice dell'Eurovision Song Contest ed ex parlamentare europea Dana Scallon e dal comico Stephen K. Amos, però, non sapeva come sarebbe finita la loro esperienza.

Il gruppo, infatti, una volta arrivato in Vaticano ha avuto l'occasione di incontrare in udienza privata il Papa, cosa che hanno saputo solo il giorno prima. L'incontro, rigorosamente ripreso dalle telecamere, sancisce così la prima partecipazione della Storia di un Pontefice all'interno di un reality show.

Un incontro che non ha mancato di avere un'eco di risonanza sulla stampa italiana e straniera, per il confronto avvenuto tra Amos e Papa Francesco. L'attore, dichiaratamente gay, infatti, inizialmente temeva che durante l'incontro i partecipanti non potessero dialogare con Bergoglio, ed aveva chiesto ai produttori la possibilità di rivolgergli alcune domande. Ottenuta la conferma che il Papa avrebbe risposto a tutti i loro quesiti, Amos non ha quindi mancato di esprimere le sue perplessità al Pontefice.


"Per me, che non sono religioso, partecipare a questo pellegrinaggio ha significato cercare risposte e fede", ha detto l'attore al Papa. "Ma in quanto omosessuale, non mi sento accettato". La risposta del Papa è tornata su un tema che ha già affrontato più volte, fin da quel "Chi sono io per giudicare?" pronunciato anni fa sull'aereo papale di fronte alla stampa.

"Privilegiare l'aggettivo sopra il sostantivo non va bene", ha detto Bergoglio. "Ognuno di noi è una persona, ha una dignità. Se una persona è in questo modo, o ha un certo atteggiamento o una certa tendenza, questo non toglie la sua dignità come persona. E chi preferisce scegliere o scartare la gente per l'aggettivo, non ha un cuore umano. Mi sento tra fratelli, e non ho mai domandato quale sia la vostra fede o confessione, perché voi avete una fede basica nell'umano".

La puntata è andata in onda la sera del Venerdì Santo e rappresenta un altro esempio di come la Chiesa di Bergoglio voglia avvicinarsi ai fedeli arrivando ad utilizzare anche quegli strumenti che possono sembrare lontanissimi da essa, in un percorso di comprensione dei nuovi linguaggi che vede tv e Chiesa incontrarsi sempre, però, di fronte alle telecamere accese.

  • shares
  • Mail