The Masked Singer, boom in America per la gara dei cantanti in costume

La prima puntata del game show di origine coreana in onda ieri sera su Fox. Opzionati i diritti da Endemol Shine Italy.

Prendete una pentola e fate bollire insieme The Voice e Tale e Quale Show, senza scordarsi di una spolverata di Cultura Moderna a fine cottura. Che otterrete? Con un’aggiustata di sale e pepe, una puntata di The Masked Singer, il nuovo game show di casa Fox, che a settimane dalla pubblicazione su YouTube dei primi trailer è finalmente apparso sugli schermi del pubblico televisivo statunitense.

In che cosa consiste la trasmissione lo si evince facilmente dal titolo: ogni settimana, per dieci settimane, dodici celebrità misteriose si esibiranno in costume e col volto coperto davanti alle telecamere e a quattro investigatori a bordo campo, i giudici Ken Jeong, Jenny McCarthy, Nicole Scherzinger e Robin Thicke. Al termine di ogni appuntamento, verrà eliminato dalla competizione il concorrente in fondo alla classifica di gradimento, che dovrà liberarsi dello scafandro variopinto per svelare al pubblico la propria identità.

I dodici concorrenti in gara vengono chiamati ed accolti sul palco dal conduttore Nick Cannon con il nome della maschera che indossano durante le esibizioni: Peacock, Lion, Monster, Deer, Unicorn, Rabbit, Bee, Poodle, Alien, Raven, Pineapple e Hippo. I vincitori della prima sfida sono stati Peacock e Lion, e proprio di quest’ultimo contendente (probabilmente una donna) era già stata diffusa in anteprima la performance di California dreamin’ sul canale ufficiale YouTube del programma; in appena una settimana, il video è stato visualizzato circa 650.000 volte. Ultimo in classifica e primo eliminato del game show è stato Hippo, sotto la cui maschera si celava Antonio Brown, celebre giocatore di football dei Pittsburgh Steelers. In ogni appuntamento verranno forniti indizi per stimolare la discussione sulle identità degli altri cantanti.

Il format di The Masked Singer non è originale: la competizione tra mascotte è nata in Corea del Sud nel 2015 con il nome di King of Mask Singer e continua a raccogliere grande consenso in tutta l’Asia – più di 180 puntate in tre anni e mezzo di programmazione -, tanto da essere sbarcata recentemente anche in Cina, Thailandia, Vietnam ed Indonesia con edizioni originali. Lo show ha sconfinato ora sull’altra costa del Pacifico e ha raccolto sotto i riflettori uomini e donne che vantano complessivamente 65 nomination ai Grammy, 16 album multi-platino, 16 nomination agli Emmy, 9 spettacoli a Broadway, 4 vittorie al Super Bowl e 4 stelle sulla Hollywood Walk of Fame.

Il meccanismo di gioco, che trova la sua forza nell’indagine sull’ignoto e nell’attesa della rivelazione finale, potrebbe risultare appetibile anche per lo spettacolo televisivo italiano, che negli ultimi anni ha sempre cercato strategemmi per portare la musica – mai nuda e cruda – in prima serata e con tutte le dovute precauzioni. E trovare qualcosa di più cautelativo di un costume intero decoratissimo, mica è cosa facile.

The Masked Singer, boom di ascolti per l’esordio

Un successo forse atteso quello di The Masked Singer su Fox, che ha registrato ascolti da record con il primo appuntamento dei dieci previsti per la prima stagione. Con 9.4 milioni di telespettatori incollati davanti allo schermo e un rating pari al 3%, The Masked Singer ha permesso alla rete di raggiungere cifre mai più toccate da due anni a questa parte nella serata del mercoledì (addirittura in crescita durante la seconda mezz’ora di spettacolo, da 8.7 milioni a 9.8 milioni), senza considerare gli eventi sportivi. Inoltre, The Masked Singer è l’unscripted show più visto dal debutto di X Factor (2011) più visto su tutti i canali broadcaster statunitensi. A dovere di cronaca, c’è da dire che la scorsa prima serata del mercoledì non ha offerto una controprogrammazione di risalto, composta principalmente da repliche.

The Masked Singer, presto in Italia?

Apprendiamo, alla data di lunedì 7 gennaio 2019, che per il nostro paese i diritti di produzione del programma sono stati opzionati da Endemol Shine Italy. Lo show coi concorrenti mascherati dalla testa ai piedi sta per arrivare anche sui nostri schermi?