I Retroscena di Blogo: nomine Rai, ipotesi Teresa De Santis per Rai1

Sciarelli al Tg1, se ne parla con insistenza, ma tutto può ancora cambiare.

I Retroscena di Blogo: Nomine Rai, ipotesi Teresa De Santis per Rai1

Un vertice notturno di giovedì, un vertice diurno di venerdì, un faccia a faccia di sabato, un colloquio telefonico di domenica, una chat su skipe lunedì e a macchia di leopardo qualche messaggio su whatapp fra una cosa e l'altra.

Sembra quasi la cronologia di un gruppo di alunni di una scuola media inferiore o superiore, intenti a scambiarsi opinioni sui propri professori, sui compagni di classe o sui temi di quel che è stato o quel che sarà delle loro lezioni scolastiche, ma, piuttosto verosimilmente, anche se in una realtà un po' "pettinata" come direbbe il grande Carlo Freccero, potrebbe trattarsi del "modus operandi" di chi sta decidendo il futuro della televisione pubblica italiana.

In tutto questo gioco ad incastri pare che, secondo quanto apprendiamo si stia cercando una "quadra" per arrivare alla soluzione di questo complicatissimo intrigo che si chiama "nomine".

Partiamo dal Consiglio di amministrazione che è stato convocato nella giornata di mercoledì, più precisamente nella mattinata di mercoledì. Al momento all'ordine del giorno non sarebbe ancora stato messo il capitolo nomine, c'è tempo fino a lunedì mattina per inserire questo argomento nella discussione di quella seduta consiliare. Significa in parole semplici che entro lunedì mattina occorre avere una minima certezza sui nomi da incasellare nelle varie posizioni dell'organigramma prossimo futuro della prima azienda culturale del nostro paese.

Quindi nel corso di questo fine settimana ed inizio della prossima, diciamo a spanne entro martedì sera, coloro che dovranno decidere si scambieranno messaggi, telefonate e chat al fine di trovare la lista definitiva dei ministri che l'ottimo Fabrizio Salini presenterà al CDA di mercoledì, in caso contrario si tirerà avanti ancora, senza infamia e senza lode, ovviamente.

Ad oggi, pare che al Tg1 possa approdare Federica Sciarelli, che tutti noi ricordiamo volto di punta del Tg3 diretto da Alessandro Curzi, che la scelse e la volle con se nella testata che Giuliano Ferrara definì "TeleKabul". La Sciarelli però potrebbe approdare anche a Rai News, in un gioco di incastri molto delicato, con una Giuseppina Paterniti in corsa per la poltrona del Tg della prima rete, ma con la Lega che sarebbe molto tiepida a questa soluzione, ma per sparigliare tutto potrebbe arrivare un nome nuovo. Per Gennaro Sangiuliano, da molto tempo vice direttore del Tg1 si aprirebbero, esattamente come accadde a Mauro Mazza, le porte della direzione del Tg2, a cui potrebbe aspirare anche Giuseppe Carboni, mentre il telegiornale della terza rete finirebbe, anzi resterebbe, nelle mani di Luca Mazzà.

Per quel che riguarda i canali, a Rai1 si parla sempre dell'arrivo di Marcello Ciannamea, uomo di marketing e di palinsesti, quindi un segno di continuità con i suoi due predecessori, Fabiano e Teodoli.

Ma secondo quanto apprende TvBlog, pare prendere quota nelle ultime ore la candidatura per la Rete 1 di Teresa De Santis, già vice direttore di Rai1 alla pianificazione e mezzi durante la direzione di Fabrizio Del Noce e successivamente vice direttore al Televideo. Alla seconda rete si gioca una partita a due fra Ludovico Di Meo, ora vice a Rai1 e Maria Pia Ammirati, ora alle Teche, ma con Ciannamea alla finestra qualora dovesse arrivare davvero la De Santis a Rai1. Per quel che riguarda la terza rete appare sempre li, tranquillo, l'attuale capo del canale che fu di Angelo Gugliemi, ovvero Stefano Coletta.

Detto questo, ci teniamo a sottolineare, che secondo le nostre fonti, tutti e diciamo tutti i nomi qui scritti possono essere mischiati, cambiati e cassati entro 24 ora prima della seduta del consiglio, quindi invitiamo i nostri lettori a maneggiarli con estrema prudenza.

  • shares
  • Mail