Loki, Scarlet Witch e non solo, Marvel prepara le serie tv per lo streaming Disney

La sfida a Netflix e alle altre piattaforme di streaming passa anche attraverso il mondo Marvel e i suoi fan

Loki su Disney

Disney fa sul serio con il suo servizio di streaming e si prepara a realizzare serie tv autonome del mondo Marvel con i protagonisti dei film.

Secondo quanto riporta in esclusiva Variety le trattative sarebbero ancora in una fase iniziale ma il piano ambizioso che Disney sta portando avanti è quello di realizzare diverse miniserie su personaggi dell'universo cinematografico Marvel usando gli stessi attori che li interpretano al cinema. I primi progetti citati e che quindi probabilmente sono i primi intorno ai quali si sta ragionando, sono legati a Loki interpretato da Tom Hiddleston e Scarlet Witch interpretata da Elizabeth Olsen.

L'obiettivo è quindi chiaro: Disney vuole caratterizzare in maniera forte la sua piattaforma di streaming e per farlo ricorre alle sue armi migliori, prendendo parti rilevanti dei tanti prodotti cinematografici che realizza. Fin dalle prime notizie sulla piattaforma di streaming autonoma della Dinsey era apparso chiaro come tutti avrebbero fatto la loro parte. Ecco così che sono già in produzione una serie su Star Wars supervisionata da Jon Favreau, un progetto su High School Musical che dovrebbe raccontare di un laboratorio teatrale di una scuola in cui si prepara uno spettacolo tratto dal film e un film live action su Lilli e il Vagabondo. Inoltre film come Dumbo e Captain Marvel saranno in streaming sulla piattaforma e non ceduti ad altri operatori come in passato.

La scommessa Disney è quella di investire sui propri marchi per provare a sfidare Netflix, Amazon, Apple, Hulu sul proprio terreno. Secondo le prime dichiarazioni avendo meno contenuti la piattaforma Disney costerà meno rispetto a Netflix e con investimenti nell'ottica di 100 milioni come quelli investiti per la serie di Star Wars, l'obiettivo sarà anche di sfidare queste piattaforme a livello globale. Netflix ha infatti ormai 125 milioni di abbonati nel mondo e sfidandolo sul locale, difficilmente le due realtà potranno trovare accordi di distribuzione nel globale.

Usare personaggi conosciuti del proprio universo cinematografico potrebbe quindi essere una mossa giusta per catturare inizialmente il pubblico e costruire una base numerica da cui partire per sviluppare la piattaforma. L'idea di costruire miniserie autonome da 6-8 episodi non impegnerebbe attori come Tom Hiddleston per troppo tempo o per troppi anni e non ci sarebbe troppa differenza rispetto a un impegno cinematografico. Queste miniserie sarebbero prodotte da Marvel Studios e non da Marvel Tv Studios che è il braccio operativo con cui vengono realizzate serie tv come Agents of SHIELD o Daredevil.

Al momento non ci sono dettagli su quelle che potrebbero essere le trame di queste miniserie. Inoltre pare che quei personaggi degli Avengers che già hanno avuto un loro film autonomo non sarebbero coinvolti nel progetto e che l'attenzione sarebbe quindi rivolta a personaggi secondari dell'universo cinematografico Marvel. Sicuramente però saranno produzioni ambiziose e con un budget importante, soprattutto capaci di catturare i fan dei fumetti e del mondo Marvel. Proprio una fetta di pubblico che anche Netflix ama corteggiare.

Insomma la sfida è aperta e sarà sempre più interessante. Non resta che aspettare il 2019 quando almeno negli Stati Uniti la piattaforma Disney dovrebbe essere pronta.

  • shares
  • Mail