Fabrizio Frizzi, il ricordo in tv e il commovente bumper Rai

Le dichiarazioni di chi ha lavorato e conosciuto il conduttore

fabrizio-frizzi-tvblog.jpg

L'addio di Fabrizio Frizzi richiama anche i colleghi del mondo della televisione che lo hanno affiancato. Stamani le trasmissioni di infotainment Rai e Mediaset, hanno sconvolto la loro scaletta per ascoltare i ricordi delle celebrità amiche del conduttore, morto stanotte all'età di 60 anni.

 

Ciao Fabrizio | Il Bumper Rai



La Rai ha confezionato un bumper omaggio per Frizzi: un'immagine semplice, un sentito "Ciao Fabrizio" e la sua voce allegra, sorridente, che ringrazia tutti e che in questa giornata è una stilettata al cuore. Una clip straziante e meravigliosa nello stesso tempo, che restituisce quel che Frizzi è stato per i telespettatori e con i telespettatori: quella risata, quel "Grazie, grazie a tutti", gli applausi sono la quintessenza del Frizzi televisivo e della sua umanità, al di là del piccolo schermo. Non so se lodare chi lo ha pensato o maledirlo... (Update Giorgia Iovane)

Fabrizio Frizzi | Le dichiarazioni di amici e colleghi

Ad Unomattina è intervenuto Vincenzo Mollica, storico inviato del comparto spettacolo del Tg1 e che ha documentato il suo ritorno a L'Eredità lo scorso dicembre: "Fabrizio rappresenta una televisione sana, non esisteva violenza nella Tv di Fabrizio Frizzi"

Massimo Bernardini, conduttore di TvTalk : “Dietro quella bonomia c’era spessore e una grandissima cultura”.

Maurizio Costanzo: "Il suo addio mi commuove" Mara Venier: "E' un giorno molto triste. E' entrato nelle case degli Italiani con garbo, educazione, gentilezza. Rimarrà nel cuore degli Italiani"

Patrizia Mirigliani, patron di Miss Italia: "Fabrizio anche per Miss Italia è stato un uomo gentile, garbato. Avevo preparato una sorpresa, festeggiare gli 80 anni di Miss Italia con lui che è il conduttore di Miss Italia."

Paola Saluzzi: "Era diventato di famiglia e perdiamo un pezzo di famiglia. Aprivi la porta del televisore ed eri contento. Fabrizio era come Corrado, una di quelle persone uniche ma irripetibili"

A Mattino Cinque interviene Martina Colombari, Miss Italia nel 1991, edizione condotta da Frizzi: "Ho appreso con tanto dolore, è una persona speciale, aveva una parola buona per tutti. La sua normalità lo rendeva speciale. Rimarrà in eterno."

Aldo Vitali, direttore di Tv Sorrisi e Canzoni : "Il suo sorriso era il modo giusto per accoglierti. Ottimista, disponibile verso gli altri, era una persona veramente speciale"

Pippo Baudo: "E' una perdita gravissima, lascia una famiglia di telespettatori e di amici nostri, non ci rendiamo conto di non poter più abbracciare un amico. Era la sua anima dolce a venire fuori, era uno che si divertiva insieme al pubblico."

Giancarlo Magalli: "E' stato un colpo durissimo. E' stata una coltellata. Lo considero un fratello ma quello che mi ha commosso è che anche i telespettatori lo considerano un fratello"

Michele Guardì: "Sono io che devo tanto a lui, ha contribuito a far decollare, ha meritato tutte le medaglie al petto. Non perdeva una battuta, non solo contribuiva al bene dello spettacolo ma anche alla vita. Fabrizio è stata un uomo gentile"

Raffaella Carrà a La vita in diretta: "E' stato un colpo al cuore. Non ci si crede, bisogna pregare per lui: Era un uomo perbene, sono sconvolta e non so trovare altre parole".

Andrea Bocelli a Pomeriggio 5: "Era un uomo che amava il prossimo e quindi era contraccambiato. Era un uomo buono, tranquillo e leale, ho potuto apprezzare tutte le virtù che tutti gli riconoscono"

Fabrizio Frizzi | Le tappe televisive più importanti

Era un ragazzo quando ha iniziato a muovere i primi passi in Rai, dove ha collaborato alla realizzazione della tv dei ragazzi con il programma Il barattolo per Rai 2 nel 1980, dapprima come inviato e poi come conduttore fisso. Dal 1982 al 1987, sempre nei programmi per ragazzi, ha fatto parte di Tandem, trasmesso dalla stessa rete e condotto da Enza Sampò, quindi di Pane e marmellata, condotto con Rita Dalla Chiesa (sua futura moglie): da quel momento per Frizzi inizia ufficialmente la scalata verso il successo.

Nel marzo del 1988, e fino al 1990, arriva la promozione in prima serata su Rai 1 dove condusse il varietà Europa Europa, ideato da Michele Guardì e affiancato da Elisabetta Gardini. Nel 1990 tiene a battesimo I Fatti vostri su Rai 2.

  Nel 1991 inizia l'avventura di Scommettiamo che, di cui condusse ben 8 edizioni: al suo fianco fino al 1995 c'è Milly Carlucci, mentre nel 1999 lo affianca Afef e nel 2001 Valeria Mazza.

Tante le edizioni di Miss Italia condotte da Frizzi, addirittura 17 (dal 1988 al 2002 e nel 2011/2012). Dall'autunno del 1994 fece parte del cast dei conduttori del quiz Luna Park, ideato da Pippo Baudo, e in onda nella fascia oraria che precede il TG1.

Nel 1997 un'altra consacrazione, quella di Domenica IN con un'eredità importante che arriva dopo 4 edizioni condotte da Mara Venier.

Molteplici le edizioni della maratona benefica di Telethon condotte da Frizzi, sia negli anni '90 che nel 2000. Dopo una breve parentesi nella primavera 2003 a Mediaset con il programma Come sorelle, in onda su Canale 5, torna in Rai. Nella stagione 2003/2004 conduce Piazza Grande su Rai 2, programma mattutino che sostituì I fatti vostri per qualche stagione.

Nel 2005, da conduttore a concorrente, ha partecipato come concorrente alla prima edizione Ballando con le stelle condotto da Milly Carlucci, in coppia con la ballerina Samanta Togni classificandosi quarto. Dal 2007, con l'inizio del gioco Soliti Ignoti, Fabrizio Frizzi riconquista un posto di valore per il successo di pubblico che ne viene anche dal programma.

Nel 2014 entra a far parte de L'Eredità subentrando alla conduzione di Carlo Conti: le critiche furono talmente positive da essere riconfermato anche nelle edizioni successive, prima con una staffetta con Conti e successivamente in conduzione ufficiale. Nello stesso anno partecipò come concorrente al torneo di Tale e Quale Show, posizionandosi nono nella classifica finale.

L'estate 2015 di Rai 1 lo porta ad una nuova esperienza, quella del gioco Gli italiani hanno sempre ragione: in questo spezzone lo vediamo in compagnia di Valeria Marini alle prese con un ballo della lambada e del tuca tuca

Ha continuato nel frattempo a condurre L'Eredità fino alla fine di ottobre 2017: un'inattesa interruzione dovuta a un'ischemia lo ha tenuto lontano dal suo preserale per oltre un mese; il desiderato ritorno in tv è avvenuto il 15 dicembre. Tre mesi dopo la scomparsa, improvvisa per il pubblico, meno inaspettata da chi lo conosceva bene e gli è stato accanto fino all'ultimo. Lo ricordiamo con un sorriso, quello che ci ha sempre donato.

  • shares
  • Mail