Gomorra 3, stagione più adulta e psicologica: i demoni interiori prevalgono sui proiettili

La terza stagione di Gomorra-La serie mostra maggiore maturità e capacità di osare rispetto al passato, puntando sulla psicologia dei protagonisti e meno sulle scene d’azione, concorrendo sempre più con la serialità straniera

Gomorra è una serie tv giovane, ma giunta solo alla sua terza stagione, mostra tutto la forza che è riuscita ad accumulare in questi anni di successi italiani ed internazionali. La serie tv di Sky, consapevole di essere diventata fiore all’occhiello della nostra produzione seriale, non si monta la testa e fa ciò che meglio gli riesce: unire realtà e finzione con un racconto fluido, semplice e terribilmente appassionante.

Ma c’è un altro aspetto che fa di questa terza stagione un punto di svolta per Gomorra: la maturità a livello psicologico dei personaggi. Gli sceneggiatori hanno privilegiato infatti una scrittura che, considerata la violenza delle scene con cui la serie tv si è fatta conoscere nelle prime due stagioni (e con mancano neanche nella terza: l’agguato al supermercato e la successiva “pulizia” lasciano a bocca aperta), è da considerare molto audace. Si sono infatti soffermati sul lato introspettivo di Genny, Ciro e Patrizia, raccontandone i tormenti interiori, che cercano di affrontare non con la pistola in mano, ma con strategie e parole, dialoghi e pensieri che diventano la loro vera arma.

E’ questa la dimostrazione che Gomorra sta cercando di uscire da un percorso che avrebbe rischiato di far ripetere certi schemi, puntando piuttosto sull’evoluzione interiore dei personaggi, frutto di una maturità raggiunta dalla serie e della consapevolezza di poter mostrare un lato più psicologico e meno fisico ai telespettatori.

Così facendo, ovvero cambiando e non cambiando allo stesso tempo, Gomorra allarga le spalle e, dopo aver ottenuto il consenso anche fuori dall’Italia, dimostra di poter competere anche con una scrittura internazionale più contemporanea, attenta alla risoluzione dei problemi che ciascun personaggio deve affrontare e che potrebbe influire anche nella sfida tra clan che resta sullo sfondo.

Scelta coraggiosa, ma necessaria: dopo aver osato con una prima stagione che si è imposta come novità a livello nazionale, e dopo una seconda stagione che ne ha confermato la forza narrativa, la terza stagione di Gomorra-La serie fa un ulteriore passo e si mostra adulta, pronta a calare i protagonisti dentro il loro peggiore incubo: loro stessi.

Di seguito, il liveblogging della puntata del 17 novembre 2017 di Gomorra 3.

  • 21:23

    Genny non riesce a contattare il padre. Ma resta a Roma dal figlio.

  • 21:25

    Anche Patrizia si chiede che fine abbia fatto Pietro. Malammore le mente.

  • 21:26

    Genny decide di andare a Napoli.

  • 21:28

    Ciro è sparito, così come i suoi uomini si danno alla fuga. Malammore è sulle sue tracce.

  • 21:31

    Ma neanche gli uomini di Ciro sembrano sapere dove sia.

  • 21:32

    Genny scopre che il padre è stato ucciso. Non ha dubbi: è stato Ciro.

  • 21:34

    Malammore accompagna Genny a vedere il corpo del padre. Il giovane lo avverte: ora è lui che comanda, rimproverandolo per non aver salvato il padre.

  • 21:37

    Patrizia prepara i vestiti per don Pietro. Pensa di dover andare subito dopo il funerale, ma Genny le dice che non la sta cacciando. Patrizia però è sicura di quello che dice: lei non si era alleata con il clan, ma solo con il boss.

  • 21:40

    Sono tante le persone che partecipano al funerale di don Pietro.

  • 21:43

    Patrizia lascia sulla tomba l’anello che Pietro le regalò.

  • 21:47

    Malammore e Genny cercano Ciro a casa sua, ma non lo trovano.

  • 21:50

    Ma è una trappola per Malammore, che viene ucciso da Ciro, su accordo con Genny.

  • 21:51

    Ora, Ciro, è pronto ad andarsene davvero. Genny lo richiama, ma non riesce a dirgli altro.

  • 21:54

    Genny deve subito incontrarsi con i Confederati, che lo avvertono: senza don Pietro a Scampia potrebbe scatenarsi il caos.

  • 21:57

    A Roma, Genny porta Azzura ed il figlio nella loro nuova casa.

  • 21:59

    Il padre di Azzurra potrebbe restare in prigione ancora a lungo. Si parla di un anno.

  • 22:02

    Genny comunica ad Azzurra della morte del padre. Ora è tutto in mano a lui. Azzurra lo tranquillizza: ora ci sono solo loro due.

  • 22:10

    Inizia il secondo episodio. E’ passato un anno: Genny riesce ad ottenere tramite l’aiuto di Gegè un importante cifra: gli servono per un amico.

  • 22:13

    L’amico è Joaquin, compagno d’affari in Honduras, che ha bisogno dell’aiuto di Genny: una gang rivale sta facendo affari a Roma.

  • 22:16

    La questione va chiusa quella notte stessa. Per questo, Genny, ha bisogno dell’aiuto di Gegè, non molto pratico di certi affari.

  • 22:19

    Infatti, Gegè rimane scosso dal vedere le vittime dell’agguato ordito da Genny.

  • 22:23

    Non solo; gli viene anche chiesto di girare con il cellulare un video a Joaquin, con le vittime in… mano.

  • 22:26

    Infine, accompagna Genny e Joaquin a gettare le valigie con dentro i corpi.

  • 22:28

    Finalmente, Gegè può tornare a casa, dal suo compagno, a cui però mente su quanto ha dovuto fare, sebbene lui sappia per chi lavora.

  • 22:32

    Genny è convinto di stare facendo un ottimo lavoro a Roma, ma Azzurra teme che il padre possa non gradire: sta per tornare a casa.

  • 22:34

    Don Avitabile, a casa, conosce finalmente Pietro.

  • 22:37

    Grazie al lavoro di Gegè, ora Avitabile ha un patrimonio maggiore di quello che aveva prima di andare in carcere. Con questi numeri, Genny pretende che Avitabile non lo consideri più uno sconosciuto.

  • 22:38

    Patrizia chiama Genny: Marinella, che ha già fatto mandare in prigione Scianel, potrebbe fare anche i loro nomi.

  • 22:44

    Dopo aver parlato con Genny, la ragazza raggiunge Marinella, che ha cambiato identità. Le offre trentamila euro per il suo silenzio.

  • 22:47

    Avitabile rintraccia il compagno di Gegè e sua figlia, per minacciarlo. Gegè deve aiutarlo a capire in che modo Genny lo sta ingannando.

  • 22:51

    A Gegè non resta che iniziare a fare il doppio gioco.

  • 22:55

    Nel giorno del compleanno di Pietro, grazie a Gegè, Avitabile scopre il piano di Genny, che coinvolge un grosso carico di droga. Vuole aspettare che il carico arrivi, per potersi vendicare. La puntata finisce.

Gomorra 3, puntata 17 novembre 2017: anticipazioni

Con oltre 500mila euro incassati nelle giornate di martedì e mercoledì scorso, quando i primi episodi sono stati mostrati in anteprima al cinema, torna, da questa sera alle 21:15 su Sky Atlantic, Gomorra-La serie, con la terza stagione. Il telefilm tratto dall’omonimo libro di Roberto Saviano, dopo essere diventata cult non solo in Italia, propone una stagione ricca di cambiamenti e di evoluzioni per i personaggi, in primis Genny (Salvatore Esposito) e Ciro (Marco D’Amore).

Il loro rapporto, fatto di alleanze e di scontri, resta centrale nella serie, così come le dinamiche di potere che portano i vari clan a prepararsi ad una vera e propria guerra. Una situazione resa possibile soprattutto dopo la morte di don Pietro Savastano (Fortunato Cerlino), avvenuta per mano di Ciro nel finale della seconda stagione.

Tutti sanno che ad uccidere il boss è stato lui, per vendicarsi dell’omicidio della figlia Maria Rita (Claudia Veneziano), ma Genny e Malammore (Fabio De Caro) si rimpallano la responsabilità di averlo permesso. Il tutto, mentre lo stesso Ciro ha fatto perdere le tracce, pronto a lasciare Napoli e la vita che aveva costruito.

Genny, intanto, deve muoversi velocemente, prima che la notizia della morte del padre metta in scompiglio Napoli Nord: per il giovane, però, ci sono anche gli affari da gestire a Roma, dove vive sua moglie Azzurra (Ivana Lotito), che ha appena dato alla luce suo figlio Pietro. Don Avitabile (Gianfranco Gallo), padre della ragazza, è ancora in prigione ma è pronto ad uscire ed a vendicarsi contro chi l’ha tradito.

In carcere si trova anche Scianel (Cristina Donadio), decisa ad uscire il prima possibile per tornare in azione, mentre Patrizia (Cristiana Dell’Anna) deve riuscire a far valere la propria voce ora che è sola contro il clan. Genny, però, vuole anche espandere l’impero del padre, guardando a Napoli Centro e stringendo un’alleanza con Enzo Villa (Arturo Muselli), giovane appartenente ad una delle famiglie fondatrici della Camorra, esclusa dai suoi affari dopo che il capoclan diventò un pentito di mafia. Enzo servirà anche a Valerio (Loris De Luna), giovane della Napoli bene e sempre affascinato dalla criminalità, ad entrare in questo mondo pericoloso, in cui le alleanze possono presto diventare nuove cause di scontri.

Prodotta da Sky Italia, Cattleya e Fandango, in collaborazione con Beta Film, e scritta da Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli e Ludovica Rampoldi, per la regia di Claudio Cupellini e Francesca Comencini, la terza stagione di Gomorra-La serie, come la seconda, allarga il proprio sguardo all’estero, guardano questa volta alla Bulgaria ed alla criminalità internazionale. “Quello che volevamo mostrare è come le periferie del mondo si somiglino tutte, come le periferie del mondo abbiano un muscolo comune che pompa sangue e denaro, un cuore che batte all’unisono, e quel cuore è un cuore criminale, è un cuore immortale”, ha spiegato Saviano. “E in questo racconto non c’è spazio per il bene, per la dicotomia classica tra bene e male. Le forze dell’ordine, la società civile non sono altro che interferenze nel complesso di azioni militari e imprenditoriali del Risiko criminale che abbiamo messo in scena”.

Durante la conferenza stampa, invece, il produttore Riccardo Tozzi ha sottolineato la difficoltà di tenere alto lo standard qualitativo della terza stagione della serie tv:

“È importante riuscire a dare continuità ai progetti, le seconde, le terze e quarte stagioni è molto difficile. Riuscirci è un grande salto qualitativo; ci stiamo riuscendo facendo in modo che la serie sia sempre se stessa: tragica e familiare”.

A giudicare dall’affetto del pubblico nell’anteprima cinematografica, Gomorra-La serie non sembra sentire stanchezza: il racconto, anche nella terza stagione, cercherà così di essere duro e crudo e sempre vicino ad una realtà che non deve essere mistificata nè glorificata, ma raccontata.

Gomorra 3, puntata 17 novembre 2017: come vederlo in streaming

E’ possibile vedere Gomorra 3 in streaming su Sky Go, e sull’app per tablet e smartphone, mentre da domani sarà possibile vederlo su Sky On Demand.

Gomorra 3, puntata 17 novembre 2017: Second screen

Si può commentare Gomorra 3 su Twitter, usando l’hashtag #Gomorra3.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+”://platform.twitter.com/widgets.js”;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,”script”,”twitter-wjs”);

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Gomorra - La serie

Tutto su Gomorra - La serie →