Sotto copertura 2, il cambio di direzione rispetto alla miniserie facilita un racconto più dinamico

Il liveblogging della puntata del 16 ottobre 2017 di Sotto copertura 2, la fiction che racconta il lavoro della Polizia che ha portato alla cattura di Michele Zagaria, boss dei Casalesi

Il passaggio da film-tv in due episodi a miniserie da otto avrebbe potuto avere un effetto controproducente su Sotto Copertura 2, la cui prima stagione, incentrata sulla cattura di Antonio Iovine, peccava di eccessivo sentimentalismo nel mostrare le vite private dei poliziotti. La seconda stagione, invece, aggiusta il tiro, e trova una componente d’azione molto più marcata che ne salva il ritmo.

Certo, la vita privata dei protagonisti continua ad essere presente, ma è decisamente in secondo piano rispetto al passato: ora, l’intenzione è quella di calare il pubblico nell’instancabile lavoro della squadra guidata da Michele Romano per la cattura di Zagaria. Un lavoro fatto di appostamenti, cimici scoperte, azzardi ed ipotesi che vengono raccontati con cura e senza approssimazioni.

Sotto copertura 2 riesce così ad essere più maturo rispetto alla miniserie, approfondendo aspetti che erano stati sottovalutati prima e che ora, giustamente, si prendono il loro spazio. Il linguaggio deve essere quello della tv generalista, e la trama cerca di essere il più chiara possibile, ma il ritmo regge e gli sceneggiatori riescono a fare un lavoro che sappia unire la documentazione reale dei fatti raccontati alla loro fantasia.

A prevalere, però, è il desiderio di mettere in risalto lo sforzo dei poliziotti al lavoro per compiere uno degli arresti più importanti degli ultimi anni. La missione riesce, ed il pubblico scopre così quanto anche il minimo errore possa essere compromettente.

Un cambio di direzione, insomma, che facilita il racconto più realistico e meno romanzato, e che evidenzia l’intenzione della Lux Vide di produrre una fiction che sfrutti l’azione dei fatti per spingere un racconto verso dinamiche più interessanti e realistiche.

Di seguito, il liveblogging della puntata del 16 ottobre 2017 di Sotto copertura 2.

  • 21:30

    Nel passato, una famiglia viene uccisa da Zagaria. Il boss, però, risparmia la bambina appena nata.

  • 21:33

    Anni dopo, Zagaria è pronta a riaccogliere la bambina, Agata, diventata una ragazza, da Barcellona.

  • 21:35

    Romano, intanto, si sta godendo un pranzo con la moglie, ma viene interrotto da una soffiata: sa dove si trova Zagaria.

  • 21:36

    Zagaria fa un brindisi per Iovine, appena arrestato da Romano.

  • 21:38

    La squadra trova un modo per irrompere senza essere vista.

  • 21:39

    Ma Nicola si accorge della Polizia e corre ad avvertire Zagaria.

  • 21:40

    La Polizia non lo trova a tavola: è fuggito su un gommone.

  • 21:41

    Il gommone viene fermato, ma a bordo c’è solo Nicola. Zagaria capisce che a fare la segnalazione è stato Barbagallo.

  • 21:43

    Nicola viene interrogato, ma non dà nessuna informazione utile. Il suo avvocato lo tira fuori dal Commissariato. Romano ordina a Carlo di seguirlo.

  • 21:44

    Visentin rimprovera Romano: erano anni che sorvegliava il vecchio bunker di Zagaria, che ora, per colpa sua, è andato da un’altra parte.

  • 21:46

    Zagaria arriva a casa di Claudia e Domenico: starà nel bunker che si trova sotto casa loro.

  • 21:47

    Agata arriva in Italia. Ad accoglierla c’è Nicola, seguito da Carlo. La ragazza vuole incontrare suo zio, ma prima Nicola le fa fare un giro.

  • 21:51

    Il ragazzo corre da Zagaria, che lo avverte: Agata non va toccata, ma se ne deve occupare lui.

  • 21:58

    Carlo aggiorna la squadra: Agata è figlia di un uomo ucciso dalla camorra, mentre la madre è stata uccisa in un caso di omicidio suicidio.

  • 21:59

    Romano ha un’idea: provare a convincere Lidia Franzese, che ha appena perso suo marito, a collaborare con la Polizia per catturare Zagaria. La donna gli fornisce un indizio: dovrebbe guardare tra i parenti di chi ha ospitato Zagaria.

  • 22:01

    Romano pensa a Domenica Ventriglia, fratello di Enzo, che aveva ospitato il boss. Ottiene il permesso per intercettare le comunicazioni al suo interno.

  • 22:02

    Per attuare il suo piano, il protagonista chiede aiuto a Visentin.

  • 22:06

    Arturo e Salvo pranzano insieme: la moglie del primo vorrebbe che cambiasse lavoro, il secondo prova a farsi perdonare dalla ex moglie.

  • 22:07

    La squadra decide di sottoporre la famiglia Ventriglia ad uno stress-test: se riusciranno a far uscire tutti di casa, vuole dire che Zagaria non si trova lì.

  • 22:09

    Carlo riesce a far uscire Domenico.

  • 22:10

    Arturo, intanto, mette delle cimici nella macchina di Benedetta.

  • 22:11

    Claudia, da casa, chiede al marito di andare a prendere la figlia, fermata da Salvo: la donna non vuole uscire, come se non potesse.

  • 22:13

    Zagaria intuisce che è opera di Romano e dice a Claudia di uscire, per depistare il piano.

  • 22:15

    Il boss posticipa l’incontro con Agata per evitare di essere visto da Romano e comprometterla. In compenso, però, va da Barbagallo, a cui chiede di togliergli di mezzo la Polizia.

  • 22:17

    L’uomo accetta ed incontra ancora una volta Romano. L’uomo gli consegna una scatola, in ricordo della loro collaborazione. Prima di andare, gli rivela che Agata sembra essere figlia di Zagaria.

  • 22:20

    Agata invita Nicola ad entrare in casa a bere qualcosa. Lui accetta.

  • 22:26

    Ma in casa c’è Michele. L’uomo le chiede di gestire il marketing di un centro polifunzionale.

  • 22:29

    Romano chiede a Carlo di indagare sulla madre di Agata: crede che potesse essere amante del boss.

  • 22:33

    La Pm De Simone chiama Carlo: con Visentin gli fa sentire una confessione di Barbagallo, secondo cui Romano è colluso con la camorra.

  • 22:35

    Carlo è sotto shock, ma la Pm gli chiede di capire se sia vero.

  • 22:37

    Uno degli uomini di Zagaria, intanto, trova la cimice messa nell’auto di Giulia.

  • 22:39

    Zagaria, ora che la Polizia non dovrebbe più sospettare dei Ventriglia, pensa di essere tranquillo.

  • 22:40

    La Polizia, però, scopre che Ventriglia deve andare a Roma a ritirare di persona degli articoli medici.

  • 22:41

    Carlo chiede a Romano di andare con lui agli incontri con il suo informatore. Ma Romano gli dice di no.

  • 22:42

    Agata ha accettato la proposta dello zio, ma è arrabbiata con Nicola che le ha detto di mantenere le distanze.

  • 22:44

    In discoteca per ballare, Agata si avvicina ad un ragazzo, cosa che a Nicola non piace, tanto da aggredirlo.

  • 22:45

    Agata non capisce il comportamento di Nicola: prima era affettuoso, ora è freddo. Gli chiede di non farsi più vedere.

  • 22:47

    Romano incontra la Franzese, secondo cui Ventriglia avrebbe ordinato una poltrona massaggiante, per curare la cervicale di Zagaria.

  • 22:53

    Romano vuole inserire una cimice nella poltrona prima che arrivi a Zagaria.

  • 22:54

    Visentin accetta, ma a patto di far entrare nella squadra la sua collega Laura Riccio, esperta in metodi di spionaggio elettronico. La donna conosce Salvo, con cui sembra esserci imbarazzo.

  • 22:56

    Laura, infatti, è la donna con cui Salvo ha tradito Teresa.

  • 22:57

    Chiara arriva a sorpresa a Napoli, ed annuncia a Carlo che lascia Edimburgo per studiare in Italia.

  • 23:00

    Agata fa una visita al centro polifunzionale.

  • 23:01

    Il padre di Agata aveva lavorato al primo bunker di Zagaria. Potrebbe essere stato il momento in cui il boss ha conosciuto sua moglie.

  • 23:03

    Il boss regala a Giulia un abito, chiedendole di indossarlo davanti a lui.

  • 23.05

    Claudia interviene per portarla via.

  • 23:07

    Il ragazzo che ha conosciuto Agata in discoteca cerca di violentarla. Per fortuna, Nicola corre in suo aiuto.

  • 23:09

    Agata intuisce che Nicola è più di un semplice autista, ma lui liquida le sua azioni come cose che ha imparato sulla strada, e la bacia, dimenticandosi dell’avvertimento del boss.

  • 23:10

    Il bossa, dal bunker, ha visto tutto, grazie a delle telecamere nascoste.

  • 23:12

    La moglie di Arturo ha iniziato a fare più turni per avere qualche soldo in più.

  • 23:13

    Salvo invita Teresa a teatro, ma la donna è ancora arrabbiata con lui.

  • 23:14

    Carlo è a cena con Chiara, ma viene chiamato dalla Iodice.

  • 23:15

    La Pm ha trovato le foto di Romano con la Franzese, convinto che i due siano in combutta. Ma Carlo ancora non ci crede.

  • 23:16

    La poltrone è arrivata a Roma. Ventriglia va a prenderla, seguito dalla Polizia.

  • 23:17

    Salvo, durante il viaggio, consiglia ad Arturo di lasciare la Polizia, se è quello che vuole la moglie.

  • 23:19

    Salvo e Laura si avvicinano alla poltrona, fingendo di essere una coppia, per farla vedere via telecamere ad Arturo e Carlo.

  • 23:20

    In questo modo, i due possono inserire le cimici. Ma ad Arturo cade la cimice per terra. Il tempo è poco: non può testarla.

  • 23:23

    Romano scopre delle accuse a suo carico avanzate.

  • 23:24

    La poltrona è arrivata, ma la cimice non sembra funzionare. Arturo ammette che è colpa sua.

  • 23:26

    Deluso, Arturo chiama casa: ha deciso di accettare il lavoro.

  • 23:28

    Prima, però, prova a rimediare: va a casa dei Ventriglia e fa staccare la luce.

  • 23:30

    L’uomo si finge un tecnico. Cerca di individuare Zagaria dentro casa: lo intravede.

  • 23:33

    Arturo chiama Romano per avvertirlo.

  • 23:34

    Ma prima che possa rientrare, viene ucciso da Daniele Turco, che stava seguendo la Polizia per fare loro un attacco e mettersi in bella mostra con Zagaria. La puntata finisce.

Sotto copertura, puntata 16 ottobre 2017; anticipazioni

Una nuova sfida attende Michele Romano (Claudio Gioè) e la sua squadra: in Sotto Copertura 2, in onda da questa sera alle 21:25 su Raiuno, il nemico da catturare non è altri che Michele Zagaria (Alessandro Preziosi), il boss dei Casalesi, spietato assassino e uomo d’affari che ha fatto perdere le sue tracce da vent’anni.

La fiction, co-prodotta da Rai Fiction e da Lux Vide, prosegue così nel racconto che trae ispirazione dalle vere operazioni effettuate dalla squadra di Vittorio Pisani, il poliziotto a cui si deve la cattura, sei anni fa, di Zagaria. Ma la serie tv segue anche le vicende personali dei protagonisti, alle prese con un lavoro che toglie loro molto tempo alle rispettive famiglie.

La seconda stagione, con il sottotitolo “La cattura di Zagaria”, parte poco dopo i festeggiamenti della squadra di Romano per la cattura di Antonio Iovine (Guido Caprino). Il gruppo non può riposare, dal momento che viene incaricato di mettersi alla ricerca di Zagaria. Il lavoro di Romano, aiutato come sempre da Carlo (Antonio Folletto), Salvo (Antonio Gerardi) ed Arturo (Simone Montedoro), lo porta a trovare le prove che Zagaria sia molto più vicino di quanto si pensi.

Il boss, infatti, si nasconde in un bunker a Casapesenna, suo paese natale, da cui controlla e gestisce tutte le sue attività. Il bunker si trova sotto un appartamento in cui vive la casalinga Claudia Ventriglia (Bianca Guaccero), sposata con Domenico (Francesco Colella) e madre di Giulia (Marcella Spina) e Benedetta. La donna, consapevole di chi sta nascondendo, vive tormentata dalla paura e dai dubbi.

Le indagini vedono però anche l’arrivo di due nuovi ingressi: il Vicequestore di Vicenza Francesco Visentin (Matteo Martari) e Laura Riccio (Giulia Fiume), agente scelto specializzata in sistemi informatici e metodi di spionaggio elettronico. I due si mettono al servizio della squadra, nonostante le differenze tra Visentin e Romano non mancheranno di creare problemi. Romano, però, dovrà anche affrontare le accuse di favoreggiamento alla camorra, che arrivano proprio durante le indagini e che portano anche Carlo, che vede nel protagonista un punto di riferimento, a dubitare sul suo conto.

Zagaria, intanto, fa arrivare in Italia da Barcellona Agata Farina (Alejandra Onieva), ragazza di cui ha mantenuto gli studi e che vuole che ora si occupi di lui e dei suoi affari. La ragazza, all’oscuro di tutto, sarà sorpresa nello scoprire con chi ha a che fare, e metterà in dubbio anche la fedeltà al boss del giovane Nicola Sasso (Erasmo Genzini), che inizierà a provare qualcosa nei suoi confronti nonostante i divieti di Zagaria.

Sotto Copertura 2, scritto da Francesco Arlanch, Salvatore Basile e Tea Tafuri, per la regia di Giulio Manfredonia, amplia il proprio formato, passando da due ad otto episodi in quattro prime serate. Un modo, questo, per approfondire meglio sia il lavoro delle Forze dell’ordine, ma anche per raccontarne i retroscena legati ai sacrifici ed alle scelte che i poliziotti devono prendere ogni giorno per il bene della comunità.

Una fiction che punta molto sul realismo della storia (alcune scene sono state girate proprio nel bunker in cui si era rifugiato Zagaria), ma che mantiene anche il suo obiettivo di comunicare al pubblico un preciso messaggio, come ha detto durante la conferenza stampa Luca Bernabei:

“Questa fiction parte da un assunto importante, alla base editoriale del progetto: tanti prodotti dicono che la criminalità è qualcosa di desiderabile e che la violenza è vincente; questo prodotto, invece, dice che il male non paga. Questo è importante, per il pubblico e per il Paese, che ha bisogno di riscatto”.

Manfredonia, invece, sottolinea l’uso di un linguaggio inedito rispetto alla prima stagione:

“Il film è pieno di immagini spiate con telecamere nascoste in occhiali, bottoni di camicia, pali della luce. Anche il montaggio innovativo e visionario di Alessio Doglione è a mio avviso determinante a completare un linguaggio visivo nuovo, avvincente, estremamente realistico ma anche sorprendente e spettacolare”.

Gli sceneggiatori, infine, hanno precisato l’importanza di mettere in scena una sfida che ha richiesto pazienza e tenacia:

“Quella che si è svolta è stata dunque una vera e propria partita a scacchi fra uno ‘sbirro’ paziente e meticoloso e un boss prudente e accorto fino alla paranoia. Mettere in scena questo scambio a scacchi fra la giustizia e la malavita in un modo che fosse appassionante per una platea di milioni di spettatori, in una serie di otto episodi, si è rivelata dunque una delle sfide narrative più difficili che abbiamo incontrato nella nostra esperienza di autori”.

Sotto copertura 2, puntata 16 ottobre 2017: come vederlo in streaming

E’ possibile vedere Sotto copertura 2 sul sito ufficiale della Rai, e sull’app per tablet e smartphone, mentre da domani sarà possibile vederlo nella sezione Guida Tv/Replay.

Sotto copertura 2, puntata 16 ottobre 2017: Second screen

E’ possibile commentare Sotto copertura 2 su Twitter, usando l’hashtag #SottoCopertura.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+”://platform.twitter.com/widgets.js”;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,”script”,”twitter-wjs”);