Stranger Things, la seconda stagione farà più “paura” ma senza perdere lo spirito della prima

Alcune anticipazioni sulla seconda stagione di Stranger Things di Netflix

Il cast e gli autori di Stranger Things durante un evento per promuovere la serie e convincere la giuria degli Emmy a nominare e poi premiare la propria serie, non si sono ovviamente sottratti alle domande sulla seconda stagione del cult di Netflix.

David Harbour, Millie Bobby Brown, Glen Matarazzo, gli autori Matt e Ross Duffer il regista Shawn Levy hanno fatto un confronto tra il primo anno di lavoro e questo secondo ciclo:

Quando abbiamo preparato la prima stagione avevamo ancora molto da imparare, eravamo inesperti. L’obiettivo ora è rifare quanto fatto ma ancora meglio.

Ha sottolineato Ross Duffer con il fratello Matt che ha ricordato come fossero preoccupati che nessuno lo avrebbe visto, si preoccupavano che non riuscisse ad intercettare i gusti degli spettatori. In vista della seconda stagione “non è poi cambiato molto, siamo ancora un piccolo show girato a Atlanta, ma proveremo a scavare ancora di più nelle vite dei giovani protagonisti” ha spiegato Millie Bobby Brown l’interprete di Eleven. Proprio il destino che toccherà al personaggio di Eleven è uno dei misteri della prossima stagione ma su questo non arrivano particolari indiscrezioni, anche se è confermato che Millie Bobby Brown prenderà parte alla seconda stagione.

stranger-things-seconda-stagione.jpg

I nove episodi della seconda stagione di Stranger Things, che saranno rilasciati da Netflix il prossimo 31 ottobre, saranno molto più “oscuri e inquietanti” come ha sottolineato Noah Scnapp che interpreta Will. Un concetto ribadito da Finn Wolfhard (Mike) che ha parlato proprio di “situazioni più paurose” in particolare per il personaggio di Will “quello che gli succederà nei primi episodi sarà davvero inquietante”, con Gaten Matarazzo (Dustin) che ha aggiunto “Sappiamo che non è proprio lo stesso. Ma proviamo a far finta che non sia successo nulla“.

A smorzare l’ansia ci ha pensato Shawn Levy, produttore e regista di alcuni episodi che ha riportato il focus della seconda stagione sui personaggi, pur non negando che ci ritroveremo davanti una serie più dark, più complessa ma

Stranger Things funziona perchè siamo molto legati a questi ragazzi, a questi personaggi in difficoltà che vivono ai margini. […] quello che ci ha fatto appassionare sono i nostri protagonisti, persone autentiche in cui gli spettatori potevano rispecchiarsi. Per questo la seconda stagione in primo luogo sarà fedele a questi personaggi e poi proverà ad essere spaventosa.

L’aspetto horror aumenterà. Ci saranno più personaggi. Si amplieranno le prospettive e il tutto si muoverà ancora più rapidamente

Ha aggiunto Matt Duffer che ha evidenziato come la seconda stagione di Stranger Things non perderà l’anima più leggera, più divertente “non vogliamo perdere la voglia di stupirci“. Tra i nuovi ingressi ci sarà Sadie Sink nei panni di Max un maschiaccio e il fratello Billy (interpretato da Dacre Montgomery) un personaggio strano e un po’ complesso di cui i fan appassioneranno subito, secondo Materrazzo.

La seconda stagione introdurrà anche un nuovo mostro, un nuovo super cattivo che però avrà più spazio rispetto a quello della prima stagione perchè a differenza della prima stagione le scene più di paura, più “horror” non si svolgeranno nell’Upside Down, nel Sottosopra, ma faranno parte dello svolgimento della trama della stagione anche perchè l”horror sarà più personale e più vicino ai personaggi” come ha specificato Ross Duffer.

E per una serie che sarà rilasciata il giorno di Halloween non ci si poteva aspettare niente di diverso.

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Stranger Things

Tutto su Stranger Things →