Serie Tv, il trailer di Unbreakable Kimmy Schmidt 3; in arrivo Disjointed e Will

Unbreakable Kimmy Schmidt arriverà con la terza stagione il prossimo 19 maggio (trailer). Video presentazioni per Disjointed ad agosto su Netflix e Will a luglio su TNT

Il 19 maggio la freschezza e l'imprevedibile ingenuità di Kimmy Schmidt è pronta per invadere il catalogo Netflix di tutto il mondo con la terza stagione di Unbreakable Kimmy Schmidt.

Kimmy (Ellie Kemper) è pronta per un nuovo capitolo della sua vita e decide così di andare al college che diventa per lei una sorta di luogo magico e da favola "Ma quanto è bello questo posto? anche se non hanno la ricreazione" è la sua prima reazione al college, quello che "quasi tutte le ragazze bianche fanno dopo le superiori".

unbreakable-kimmy-schmidt.jpg

La novità della terza stagione è il ritorno nella vita di Kimmy del Reverendo (Jon Hamm) l'uomo che l'aveva ingannata con una finta apocalisse, tenendola per 15 anni rinchiusa in un bunker lontana dalla civiltà. Nel frattempo Titus (Tituss Burgess) torna dalla crociera, in cerca di un nuovo ruolo come attore e affrontando a proprio modo i problemi sia amorosi che finanziari, tra soldi disegnati sulla carta a macchine fracassate. L'improbabile proprietaria di casa Lillian (Carol Kane) si è lasciata con il fidanzato Robert Durst (Fred Armisen).

Anche nella terza stagione di Unbreakable Kimmy Schmidt non mancheranno le guest star, dai ritorni di Anna Camp, Josh Charles, Amy Sedaris e Tina Fey (creatrice della serie con Robert Carlock), cui si aggiungeranno le novità Laura Dern, Ray Liotta, Maya Rudolph e Daveed Diggs

Disjointed e Will: video e data di debutto


Restando in casa Netflix, arriverà il prossimo 25 agosto la prima stagione di Disjointed, comedy in 20 episodi co-creata da Chuck Lorre e con Kathy Bates come protagonista.

Scritta con David Javerbaum, Disjointed segue le vicende di Ruth (Bates) un avvocato che per tutta la vita ha combattuto per la liberalizzazione delle droghe leggere ed ora che è riuscita ad ottenerlo, decide di aprire un negozio per la distribuzione della cannabis a Los Angeles. Nel suo Ruth's Alternative Caring lavorano tre commessi interpretati da Dougie Baldwin, Elizabeth Ho e Elizabeth Alderfer, il figlio ventenne (Aaron Moten) e una guardia di sicurezza reduce dall'Afghanistan interpretata da Tone Bell.

Debutterà il prossimo 10 luglio la prima stagione di Will su TNT, la serie tv sul giovane William Shakespeare (Laurie Davidson), il suo arrivo nella Londra del XVI secolo a vent'anni, in una scena teatrale cittadina, selvaggia e un po' rock-punk. Nel cast troviamo Olivia DeJonge, Ewen Bremner, Colm Meaney, Mattias Inwood, Jamie Campbell Bower, William Houston, Lukas Rolfe, Max Bennett e Jasmin Savoy Brown.

Una colonna sonora moderna, per Will una serie tv contemporanea, senza limiti, sfrenata, tormentata, come era la Londra di quegli anni. Lo scorso gennaio Criag Pearce, creatore della serie tv, aveva proprio sottolineato come "il teatro di quel periodo fosse punk rock. Era una forma di intrattenimento rivoluzionario per il periodo, qualcosa per le masse e in rapida crescita". Il pubblico era senza freni, durante gli spettacoli mangiavano, bevevano, si intrattenevano in modi diversi ma soprattutto se lo spettacolo non piaceva erano pronti a rovinare la vita degli attori. Shekhar Kapur, regista di Elizabeth, ha diretto il primo episodio della serie che era stato inizialmente sviluppato per HBO, ordinato da Pivot e poi finito su TNT.

  • shares
  • Mail