Sanremo 2017, Maria De Filippi porta il suo mondo al Festival e fa “Ciaone!” a tutti

Maria De Filippi a Sanremo 2017 ‘impone’ il suo stile asciutto, il suo ritmo e le sue storie.

Ultima serata di Maria De Filippi da padrona di casa su Rai 1. Per la seconda volta nella sua carriera, però, si ritrova sul palco dell’Ariston per premiare il vincitore di Sanremo dopo la Finale vissuta da ‘valletta’ di Paolo Bonolis al Sanremo 2009.

Dopo aver visto ieri il trionfo del ‘suo’ Lele tra le Nuove Proposte, non sono pochi quelli che immaginano ora una vittoria di Elodie, compagna del vincitore dei Giovani e altra voce affermatasi con Amici.

Che si ripeta, quindi, quanto accaduto nel 2009, quando Maria consacrò la vittoria di Marco Carta? Chissà che però quest’anno non ci sia un podio tutto rosa. Intanto gestisce con tranquillità anche la scala che non si apre: ormai è davvero casa sua.

E sul finale c’è anche C’è Sanremo per Te: Geppi Cucciari organizza una sorta di puntata, ma mancano i fondamentali.

0212_002642_sanremo-2017-finale.jpg

Ma il ciaone finale di Maria vince tutto.

Geppi Cucciari: “Maria, è vero che l’anno prossimo conduci Sanremo?”
De Filippi: “Te lo dico in diretta tv… CIAONE!”.

E quel “ciaone” lo fa a tutti: a chi pensava che non sarebbe stata all’altezza; a chi ne ha criticato l’arrivo a prescindere; a chi credeva facesse da zavorra allo spedito Conti (tra cui, confesso, c’ero anche io); a chi temeva che azzoppasse la liturgia. E invece l’ha arricchita col ‘vangelo’ mariano del racconto tv, senza sovrastrutture, senza mediazioni di convenienza, con frasi semplici e curiosità naive.  Maria De Filippi ha portato il suo mondo a Sanremo e ha arricchito il suo, ricordandosi come possa essere bella e vivace la diretta. E speriamo che ne tenga conto per il prossimo Amici. 

Sanremo 2017, Maria fa Ciaone a tutti: lancia programmi Rai, bacia Gori e e fa selfie con la Clerici

Abbandonata del tutto la scala, Maria De Filippi continua ad entrare dalla platea: dopo aver portato tutto il suo mondo e i suoi modi all’Ariston, Maria De Filippi ne ha ormai anche le chiavi e ha scioltezza della perfetta padrona di casa. 0210_211748_sanremo-2017-quarta-serata.jpg Bacia in platea Giorgio Gori, attuale sindaco di Bergamo e consorte di Cristina Parodi, senza porsi nessun problema ‘istituzionale’, anzi lo presenta a Carlo come suo primo direttore di rete a Canale 5. E’ vero, del resto. E la sincerità paga (quasi) sempre. Per un istante l’ingresso sul palco diventa tutto un giro di bacetti tra gli astanti: e chissà se il pubblico si sarà diviso tra inteneriti e ‘anti-Kasta dei soliti noti’. 0210_212425_sanremo-2017-quarta-serata.jpg Certo, i vestiti non la esaltano a dire il vero e la gag ‘dentone’ per lanciare l’hashtag #FacciaDaSanremo era davvero evitabile. Ma Maria di sta divertendo e si lascia coinvolgere in tutto con spirito leggero. E ormai sentirò la mancanza del suo “Dirige Pino Perris, canta…”. 0210_234110_sanremo-2017-quarta-serata.jpg E dopo un selfie con Antonella Clerici e un’apparizione nello sketch di Virginia Raffaele, sale in Galleria e da vera ‘regina’ del popolo va a soddisfare le richieste del popolo (quelli che non hanno il pane, ma che bramano un portachiavi di Conti), distribuendo ancora i gadget di Sanremo 2017 come secchielli di popcorn al cinema. Lei però vorrebbe un gelato, vorrebbe lasciare la parola al ‘popolo’ della piccionaia, per raccogliere un po’ di domande per Carlo. Il microfonista non c’è, il tempo è tiranno e Zarrillo incombe. Sarà per domani.

Ma la sua serata prosegue con una naturalezza rara al Festival: “Mi autodico  Ciaone a me ne vado” vince tutto, ‘autoescludendosi’ dal momento Marica Pellegrinelli e facendo così sentire subito la sua mancanza visto l’annuncio della signora Ramazzotti – bellissima ma fuori ruolo -, e chiede a Carlo il permesso di lanciare in Rai un programma Rai, ovvero quello di Virginia Raffaele che sarà in prima serata per quattro puntate a fine aprile. Che le due si stimino non è una novità del resto. E un promo di Maria al Festival di Sanremo su Rai 1 possono vantarlo in pochi.

Sanremo 2017, seconda serata: la ‘regina’ De Filippi spaccia gadget al popolo (e rimedia baci)

La seconda serata di Maria De Filippi si apre con la ‘Regina’ che distribuisce in platea i desideratissimi portachiavi a forma di Carlo Conti.

“Gadget del direttore! Prenda anche lei un gadget del direttore! Signora, ne vuole uno? Ci tiene?”

ripete, da scafata venditrice di bibite e popcorn al cinema, aggirandosi tranquilla in platea e riuscendo a fare di uno sketch un modo per indagare l’animo umano. Lo so, esagererò, ma chiedere “Signora, ci tiene?” è come entrare nell’immaginario di quella persona. E di una società, in fondo.

“Maria ha portato un altro racconto a Sanremo”

ha detto in conferenza Carlo Conti. La De Filippi dal canto suo ha ‘confessato’ che ha “iniziato a fare C’è Posta per Te” quando ha rischiato di scivolare.

“Quando inizio a raccontare una storia cammino, perché non riesco a guardare in camera, mi mette a disagio. Ho portato il mio mondo? Io ho portato solo me stessa. Io faccio le cose come le so fare, nell’unico mondo in cui lo so fare. E’ vero che ho portato due autori, ma ci siamo infilati in un programma già fatto. Mi sarebbe stato difficile farlo in un altro modo. Ricorderò questa esperienza al Festival con molto piacere e ieri sera mi sono anche divertita, ma non ho voglia di condurre questo programma. Appartiene alla Rai e il mio futuro non è in Rai.”

Ma arriva anche il momento della prima papera, che piomba nel momento in cui presenta Sergio Sylvestre, che chiama “Silvestri”. Proprio a lei affidano la presentazione del vincitore di Amici. Non poteva mancare la battuta di Conti: “Vincitore di cheeee???” “Di un talent sconosciuto”, la risposta. Beh, lo scambio è venuto bene. E Carlo Conti continua a giocare con lei per tutta la durata della puntata: c’è il suo zampino dietro al bacio stampato da Robbie Williams sulle labbra di Maria De Filippi, è lui ad aver indicato al ‘re’ quale regina baciare, all’improvviso. E da signora di stile applaude, senza scene isteriche o fintamente svenevoli. La classe è in questi dettagli. Chapeau. Anche ai social del Festival di Sanremo.

 Tocca a lei intervistare anche Keanu Reeves, in solitaria. Un’intervista in cui si aiuta con degli oggetti attraverso i quali l’attore canadese si racconta. La bellezza di Maria De Filipi è che tratta tutti allo stesso modo, dal sig. Nicotra dalla Sicilia alla star hollywoodiana Keanu Reeves. A tutti fa domande semplici, curiose, senza forzare battute scontate (come inevitabilmente fa Conti). Ha rispetto. E si vede. 0208_234527_sanremo-2017-seconda-serata.jpg Alla fine per evitare imbarazzi da altri scherzi da commilitoni, è lei a baciare sulla guancia Keanu Reeves. E lo invita, senza citare il suo programma, a C’è Posta per Te: “Speriamo di vederci presto, magari in altre situazioni”. Qualcosa mi dice che lo rivedremo presto su Canale 5.  Ma il suo cuore è solo per i suoi cani Filippa e Ugo. Una regina ha sempre i suoi cani a farle compagnia. 0209_001547_sanremo-2017-seconda-serata.jpg E c’è anche la caramella. 0209_003510_sanremo-2017-seconda-serata.jpg

Sanremo 2017, Maria De Filippi inverte i ruoli e porta il suo mondo al Festival

La regina Maria De Filippi entra in scena e inverte subito i ruoli della tradizione. Un fiore bianco, uno solo, dal lunghissimo stelo, da regalare a Carlo Conti, suo compagno di avvertura, per averla invitata e voluta al suo fianco. Nessun fascio chiassoso di fiori dai mille colori, ma solo un simbolo che ribalta immediatamente il canone dell’omaggio floreale alla signora in scena. E siamo ben al di là della co-conduzione: Maria De Filippi non entra nel mondo di Sanremo, porta Sanremo nel suo mondo. Si siede anche sugli scalini, come a Uomini e Donne, e presenta i cantanti come se si trattasse di una busta da aprire: “Questa è la canzone di xy, scritta da…”. Introduce Raoul Bova come se fosse la storia di un regalo, con tanto di clip introduttiva che fa il verso alle sue e lo fa dalle scale, ma seduta, spiegando a Carlo il fenomeno della bellezza. E Maria, nel primo blocco, parla più di Carlo Conti. E non me l’aspettavo. Cambio d’abito (contrariamente a quanto si era detto, quindi, ci sono almeno due abiti per sera) per la De Filippi che appare di bianco vestita. Ma se finora ha evitato le scale, l’insidia è dietro l’angolo. L’Ariston è scivoloso.

Sanremo 2017, Maria De Filippi o dell’essenziale (anche nel guardaroba)

maria-de-filippi-givenchy-sanremo.jpg

Sanremo 2017 sta già facendo i conti con Maria De Filippi: la liturgia del Festival si prepara ad essere ‘piegata’ allo stile di ‘Maria la sanguinaria’, corteggiata da Carlo Conti per il suo ultimo Sanremo (poi immagino che cancellerà la cittadina costiera anche da Google Maps, certo di non farvi mai più ritorno).

In attesa di scoprire le altre ospiti femminili che faranno da corredo alla coppia di conduttori, tocca proprio a Maria De Filippi tenere alta anche la bandiera ‘fashion’ del Festival, da sempre un must nelle cronache sanremesi. E anche qui sembra proprio che lo stile asciutto di Maria si sia già fatto sentire.

Maria De Filippi indosserà abiti Givenchy by Riccardo Tisci, come già a Sanremo 2009. Del resto Maria De Filippi si affida da anni alla maison francese, guidata dallo stilista pugliese, cui si devono i suoi outfit da sera. Stando a Repubblica, però, la De Filippi ha scelto di indossare solo 5 abiti nel corso di Sanremo, uno per sera. Non dovremmo assistere, quindi, ai 3/4 cambi d’abito a serata cui ci hanno abituato le vallette/co-conduttrici degli ultimi anni, ma a una sola mise per ciascuna serata. Un cambio di rotta anche rispetto al suo precedente festivaliero: nella serata finale di Sanremo 2009, infatti, sfoderò tre diversi outfit. Ma se all’epoca era una superospite alla sua prima apparizione in Rai e dall’impegno ‘relativo’, questa volta è alla guida del Festival. E non c’è tempo per le frivolezze.

Per restare nell’ambito delle curiosità, a Sanremo Maria De Filippi dovrà rinunciare alla sua cara cartellina, utile anche come porta-caramelle, come sa chi la segue fedelmente in tv. Sarà Carlo Conti a ‘conservargliele’ nelle tasche del suo smoking, consegnandogliele alla bisogna, come  ha ‘confessato’ il conduttore ai microfoni di Un giorno da pecora. Un altro dei piccoli gesti di fiducia necessari per condividere il palco dell’Ariston, diciamo. Per una maniaca del controllo come lei, del resto, non è stato facile dire sì:

“Solitamente sono abituata ad occuparmi di ogni dettaglio dei miei programmi, qui si trattava di affidarsi ad altri. Dovevo capire se potevo fidarmi di Carlo. La risposta è stata sì”

ha dichiarato la De Filippi nella prima conferenza stampa. Porterà con sé però un paio dei suoi fedeli autori, come  Barbara Cappi e Mauro Monaco.

“Io penso che la mia presenza al Festival non cambi nulla al Festival, ma cambia me perché farò qualcosa che non ho mai fatto. Non cambia nulla al Festival, perché con gli ascolti che ha non ha bisogno di fermare Mediaset”

ha aggiunto la De Filippi. Anche se si si ricordano serate rese difficile dalla controprogrammazione, quando ancora c’era. Ora però è tempo di ‘pax’ RaiSet. E di fare incetta di ascolti.

Come vedete Maria De Filippi sul palco dell’Ariston? Cosa vi aspettate dal suo Festival? Fatecelo sapere.

 

Foto | Fashionblog

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Festival di Sanremo

ll Festival di Sanremo, anche conosciuto come il festival della canzone italiana, è un evento musicale e di costume nato nel 1951, approdato in TV nel 1955.

Tutto su Festival di Sanremo →