L'Isola, riassunto puntata 7 gennaio 2013

L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
L'Isola - Ottava Puntata: riassunto di lunedì 7 gennaio 2012.
Il comandante della Guardia Costiera Tara Riva (Blanca Romero), il suo ritrovato marito Luca (Marco Foschi), la hacker Elena (Alexandra Dinu) e il latitante Adriano Liberato (Simone Montedoro) sono ancora bloccati sull'Isola di Montecristo, braccati dagli uomini di Amery. Il quartetto, isolato anche telefonicamente grazie alla schermatura attivata da Nikolai, cerca di raggiungere la riva per recuperare le imbarcazioni che li hanno condotti fin lì, ma sul suo cammino trova il 'commando' capeggiato dal braccio destro di Amery. Adriano rischia di rimetterci la vita, mentre gli altri tre vengono catturati e portati al cospetto del gran capo della EnergySeaLine. E a proposito di Amery, nella scorsa puntata (qui il riassunto) il suo oscuro passato è venuto a galla, mettendo in crisi il rapporto con la figlia Vedrana, ormai sempre più sospettosa sulle attività del padre.

Ma intanto continua l'estrazione dell'idrato di metano, con i rischi per l'ambiente che ormai Tara & co. conoscono bene. E qui la competenza di Luca torna utile: ma l'uomo a chi presterà i suoi servigi? Si lascerà convincere dalle lusinghe di Amery o penserà al futuro della sua terra e della sua Tara?


L\\\'Isola - foto del 7 gennaio 2013

L\\\'Isola - foto del 7 gennaio 2013 L\\\'Isola - foto del 7 gennaio 2013 L\\\'Isola - foto del 7 gennaio 2013


L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Mentre i quattro cercano di lasciare Montecristo, Eleonora contravviene agli ordini di Folco e parte alla volta dell’Isola per mettersi in cerca del suo comandante. Da due giorni non si hanno sue notizie e il telefono non dà cenni di vita: giustamente preoccupata la ragazza si mette ai comandi della pilotina, raggiunge l’Isola ma non vede i quattro. Torna all’Elba un po’ troppo presto.
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
I quattro intanto si addentrano nella ‘foresta’ di Montecristo:

“Tagliamo per il centro dell’Isola”

dice a un certo punto Adriano. Ci sa che qualcuno ha visto un po’ troppo Lost

Marcello, intanto, viene accettato alla Normale di Pisa, ma non fa saper nulla al padre. Il ragazzo, infatti, è deciso a non andarci per no lasciare Vedrena. Il padre Tito non ci sta: ha chiesto persino un prestito al fratello Folco per permettere al figlio di frequentare la prima università d’Italia. Dramma!
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Ma si apre un’altra vertenza privata: Eleonora va da un prete a confessarsi e gli rivela che aspetta un figlio da un uomo impossibile, Folco. Da notare che il nome di ‘Eleonora’ esce fuori solo ora, all’ottava puntata. Cosa le consiglia il prete? Di dire al suo uomo la verità.
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Intanto sull’isola la caccia all’intruso continua: Nikolai e i suoi, armati di freccette soporifere, colpiscono Tara, Luca ed Elena.
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
All’appello manca solo Adriano, che però ha un faccia a faccia con Nikolai, meraviglioso:

"Lo sai che ho perso il conto delle volte che mi hai mandato in ospedale?"
"Ma noi abbiamo preso tutti: la donna che ami, suo marito, anche la hacker. Tu non ci servi, vai bene anche morto. E ti preferisco morto".

L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Adriano

fa per scappare, Nikolai gli spara alle spalle e cade in acqua. Si finge morto, facendo il ‘morto’… In realtà è ferito a una spalla (tanto per cambiare).
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Tara, Luca ed Elena, intanto, si risvegliano in una sorta di bunker (toh, guarda un po’). In realtà, com4 si scopre presto, si tratta di un sommergibile, di quel misterioso sommergibile da cui partono le estrazioni di idrato di metano (e anche a Lost c'era un sommergibile misterioso...).

Forse illuminato sulla via di Damasco dalla testardaggine di Eleonora, Folco si decide a organizzare una missione di ricerca e salvataggio. E infatti, finalmente, trovano il gommone del comandante a Montecristo.
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Quando Luca si sveglia, sente una voce camuffata che si presenta come il capo della società concorrente della EnergySeaLine, ormai ‘sconfitta’, che ha bisogno dei suoi servigi. In realtà dietro la voce c’è Amery, che vuole costringerlo a continuare i suoi studi per stabilizzare il fluido per l’estrazione dell’idrato di metano. Quello su cui stava lavorando quando i terroristi, al servizio dello stesso Amery, hanno fatto saltare in aria la nave piattaforma. La domanda nasce spontanea: se all’epoca la fecero saltare per non perdere tempo con altre ricerche e dare il via all’estrazione, perché ora Amery ha bisogno di nuovo della stabilizzazione? Si è reso conto di aver fatto una sciocchezza? Fatto sta che ha in pugno Luca: ha in mano le sue due donne, Tara ed Elena.
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Nikolai, intanto, stalkeggia Tara:

“Io sono vivo Tara, sono vivo perché tu esisti. Poggerò le mie labbra sulle tue labbra, ti stringerò tra le mie braccia”.

In realtà gli ripete a memoria la lettera che lui stesso ha scritto, spiegandole che erano un’esca per spingerla alla ricerca di Luca. In fondo, però, è quel che Nikolai prova per lei e cerca di piegarla facendole capire che lui può salvarla. E alla fine le dice che Adriano è morto. E lei piange…

Amery scopre che nelle ‘sue’ tubazioni c’è una sonda: l’avrà posizionata Tara quando è scesa col batiscafo (?!, e come avrebbe fatto? Mistero? Viene quasi da chiedere a Giacobbo, ora in onda su RaiDue).
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Adriano riesce ad arrivare all’Elba, raggiunge la squadra di Tara, li informa di sapere dove si trovano gli altri tre: ha infatti ‘intercettato’ una comunicazione radio di Nikolai e dei suoi in cui si comunicava che i tre prigionieri erano sul sottomarino. Lo scafo quindi esiste e tutte le motovedette, persino gli elicotteri, sono in caccia del misterioso sommergibile.
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Luca, intanto, si mette al lavoro in cambio della libertà delle ‘sue’ donne. Ma mentre lui è al lavoro, immersosi con una tuta da palombaro, Amery viene informato dell’arrivo delle pilotine: decide, quindi, che si deve riemergere subito e abbandonare il sommergibile. Se non trovano nessuno di loro dentro non possono risalire a lui e ai suoi piani. Ma Luca cerca di opporsi e ottiene con il ricatto la liberazione di Tara ed Elena, forse. Nikolai, infatti, non vuole lasciare libera Tara. In fondo la vuole solo per sé.
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Nel frattempo Luca è riuscito a scappare: non è tornato sul sommergibile e pare abbia conquistato la libertà? Così? Semplicemente?
Libere anche Tara ed Elena. Amery non si sarà fatto sconfiggere così facilmente? Ci sono ancora quattro puntate. Ma la domanda (l’ennesima) è: perché Amery ha finto di essere un altro, mentre Nikolai andava in giro a viso scoperto. Ora che i quattro si sono ritrovati non riusciranno a fare 2 più 2?
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Pare proprio di no: Amery e i suoi sono riusciti a fuggire, gli uomini ritrovati sul sommerigibile hanno fatto finta di essere desolati per lo sconfinamento nelle acque territoriali italiane e il caso è stato rapidamente chiuso (!). E Luca? Non ricorda nulla della sua vita passata, neanche quel che faceva sulla piattaforma. Ha bluffato per salvare le sue donne, ma non sapeva come portare avanti le ricerche.
(Fin qui la favoletta raccontata al pubblico: ma Tara che si ritrova Nikolai sul sommergibile non collega le cose, no?)

Insomma sono tutti di nuovo al punto di partenza senza prove in mano.

All’improvviso, non si capisce come e perché, Elena piomba a casa (?) di Luca. Ma non è la casa di Tara. Lui sembra nervoso, ed è scontroso con la ragazza:

“Che ci fai qui? Come hai fatto a trovarmi? E perché sei qui?”
“Posso restare da te stasera?”

Ma che è? Cosa ci siamo persi?

Del resto la scena successiva piomba all’improvviso come la precedente: come se nulla fosse successo, Amery chiacchiera con la figlia e le consiglia di lasciare Marcello per permettergli di fare la sua vita e andare alla Normale. Lei prende come scusa la questione dei sospetti da lui alimentati sul padre per mollarlo, così, d’amblè.

Giustapposta anche la ‘resa dei conti’ tra il capitano Tebaldi e il comandante Riva: tramite il carabiniere si fa una sorta di sintesi della linea narrativa legata alle ‘indagini’ ufficiali sull’incidente aereo, la morte della Ferri, quella del comandante Rosi. Indagini archiviate, indagini su cui Tara è stata reticente, anche con la collaborazione di Tebaldi, che ora invece sembra volerle presentare il conto. Le chiede di scoprire chi dei suoi uomini l’ha chiamato per metterlo a parte di alcuni sviluppi. Lei promette di indagare e scoprire chi l’abbia chiamato. Vabbè...
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
Infine anche Tara raggiunge Luca nel suo ‘nascondiglio’… Segue un campo/controcampo di primi piani intensi, alla Boris.
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013
L\'Isola - foto del 7 gennaio 2013

E la puntata finisce così, alle 22.47. Ci sembra di essere tornati agli sceneggiati anni ’60, quelli di Bolchi (chapeau!), in cui la pezzatura delle puntate andava dai 60’ agli 80’ e le regole di formato erano ancora lontane.

Comunque la nona e la decima puntata andranno in onda domenica 13 e lunedì 14 gennaio, sempre su RaiUno.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: