Carta Bianca | Conferenza Stampa | 3 novembre 2016

Carta Bianca | La conferenza stampa.

  • 12:49

    Inizio conferenza. Campo Dall’Orto: “E’ solo un saluto, ci tenevo molto. Ci siamo sentiti spesso per costruire questo progetto. E’ una bella sfida. E’ un’operazione molto bella e difficile. Portare mezz’ora in più di informazione agganciata al telegiornale. C’è la sfida di raggiungere un pubblico che in quell’ora non ha quel tipo di contenuto. In bocca al lupo. Spero sia l’inizio di un altro pezzo di storia per Bianca Berlinguer”.

  • 12:50

    Bignardi: “Rai 3 continua il suo percorso di sperimentazione, di nuove fasce di palinsesto, di nuovi progetti con un pezzo pregiatissimo, Bianca Berlinguer. Carta Bianca vi conquisterà. Bianca ha avuto voglia di mettersi in gioco. Sarà un pezzo di informazione importante: è una fascia nuova dove provare a fare informazione. Bianca si sta molto divertendo e molto appassionando ad immaginare un altro modo per raccontare la realtà. Bianca mi ha stupito con un sacco di idee”.

  • 12:59

    Berlinguer: “Non voglio mettere le mani avanti o forse sì… Noi andiamo a sperimentare una fascia che va dalle 18:25 alle 19, presidiata ottimamente da Geo, un programma molto apprezzato. Andiamo a fare un esperimento: abbiamo costruito un programma di approfondimento prima del telegiornale. Io sostengo che l’informazione dilatata in ore e ore sia uno svantaggio. E’ questo il motivo della crisi dei talk show. Siamo riusciti a costruire un bel gruppo di lavoro fatto da interni Rai, alcuni provengono dal Tg3. Abbiamo autori molto bravi che hanno integrato la nostra parte giornalistica con un tocco di creatività come Luca Buttura che ci ha aiutato ad uscire dagli schemi giornalistici. Cercheremo di non fare un piccolo Tg3, ci differenzieremo. Mi sento però di mettere le mani avanti perché è un esperimento che persone prima di noi hanno tentato con risultati non soddisfacenti. Ci siamo dati due mesi di tempo. Il pubblico si deve abituare. Poi tireremo le conclusioni. Speriamo sia un esperimento che funzioni. Il programma sarà un rotocalco quotidiano con un linguaggio comprensibile a tutti che esaminerà le questioni da un punto di vista insolito, non banale. Noi andremo dietro i fatti. A quell’ora la tv diventa una radio fatta con le immagini. La gente torna dal lavoro e prepara la cena o si prepara ad uscire. Il linguaggio, quindi, è molto importante. Lavoreremo sul modo di esporre le idee e le storie che racconteremo. Io farò sempre quello che ho sempre fatto, raccontare con un taglio diverso dal g. Carta Bianca non è un format. I format vanno lasciati a chi li sa fare. Io sono un estimatrice di Maria De Filippi, mi piacerebbe averla a Carta Bianca. Con questa striscia, mi piacerebbe svolgere un ruolo di servizio pubblico: utilizzeremo molto i social, vogliamo interagire con chi li utilizza. I social, però, sono produttori di bugie e leggende metropolitane rischiose. Una notizia falsa diventa subito virale. Cercheremo, quindi, con l’aiuto di Gabriele Corsi di capre, con l’ironia e il sorriso, le notizie vere dalle notize false. Gabriele sarà anche un giornalista sul campo e andrà alla settima Leopolda di Renzi”. Corsi: “L’ho seguita già prima che esistesse!”.

  • 13:07

    Berlinguer: “Abbiamo fatto uno spot ironico ma Carta Bianca significa che abbiamo davvero ottenuto carta bianca. Possiamo fare quello che vogliamo sperando di non esagerare. Ci sarà spazio anche per la leggerezza. Il pubblico è abituato a vedermi in una chiave molto seria, fredda e distaccata. Il tg ti crea una gabbia dalla quale non è facile liberarsi. Con Carta Bianca, spero che possa far conoscere un altro lato di me stessa che si era già manifestata a Linea Notte. Ci piacerebbe ridere e far sorridere. Il padrino della prima puntata sarà Renzo Arbore: lui ha sempre detto di voler venire prima del telegiornale. Tutti gli ospiti sui quali abbiamo puntato per la prima settimana avranno un ruolo ben definito come Barbara Serra o Carlo Freccero che parleranno della corsa alla Casa Bianca. Ci saranno anche sondaggi insoliti. Cercheremo di uscire dallo studio e lo farò anch’io. Mi piacerebbe tornare a fare interviste e servizi sul campo. Avremo tante storie di italiani e di terremotati, avremo puntate che il pubblico non si aspetterà come una puntata dedicata ai vaccini. Ci occuperemo anche di questioni politiche come il referendum. Questo sarà il programma a grandi linee. Speriamo di poter creare un’abitudine. C’è gran bisogno di informazione in Rai. La Rai, più di tutti, deve investire nell’informazioni. Mi spiace che alcuni confronti di Lilli Gruber a La7 non vengano fatti in Rai”.

  • 13:11

    Bignardi: “Carta bianca ce l’hanno tutti a Rai 3. Carta Bianca è un luogo dove ci sarà molta ricchezza e tanti intenti. Ci sarà molta carne al fuoco. Mi appassiona l’idea di fare un’informazione corretta, smentendo bufale e leggende metropolitane: questo è lo spirito di questo programma. Non era scontato che l’ex direttore del Tg3 si mettesse in gioco in questa maniera. C’è la voglia di provare nuove strade e di mostrare nuovi lati di sé come le sue risate improvvise. In questo programma lo potrà fare”.

  • 13:16

    Berlinguer: “Quando ho lasciato il tg, ho detto di aver subito pressioni e attacchi, confermo tutto. Queste critiche provengono sempre da chi governa, centrodestra o centrosinistra. Il Tg3 ha avuto contestazioni dure da Berlusconi ma anche dalla sinistra. Ho sempre fatto quello che ritenevo giusto fare. Da oggi, volto pagina anche se tutto quello che è successo c’è stato. In molte occasioni sarei potuta andare via, ma ho scelto di restare in Rai perché so che lavorerò in serenità con il direttore di rete e con il direttore generale. I rapporti conflittuali ci saranno sempre ma non saranno litigi personali. Il passato mi ha amareggiato, l’ho detto in modo diretto ma da oggi il mio impegno è concetrato tutto su Carta Bianca. Sono preoccupata solo per l’orario, non per i vertici dell’azienda”.

  • 13:18

    Berlinguer: “Michele Santoro? Lui ha detto che ci vogliamo bene e che vogliamo continuare a volercene. Abbiamo scelto di non lavorare insieme per non rovinare la nostra amicizia. In futuro, chi vivrà, vedrà. La seconda serata non l’abbiamo ancora progettata”.

  • 13:23

    Berlinguer: “Smentiremo le bufale con Pierpaolo Farina e Elena Cirioni. Le prime bufale riguarderanno la questione dei vaccini e il collegamento con l’autismo. Ci occuperemo di questa psicosi nata sul web. Ci occuperemo anche di cose ironiche e la parte ironica è affidata a Gabriele Corsi”.

  • 13:27

    Berlinguer: “Cercheremo di non sovrapporci al tg. Faremo un tipo di informazione diversa. Non utilizzeremo i corrispondenti della Rai, ad esempio. E’ chiaro però che se dovesse avvenire un terremoto, in quel caso, rischieremo la sovrapposizione al tg perché le notizie sono importanti. Se ci sarà un’emergenza la copriremo e su questo saremo attrezzati. Io credo nella Rai”.

  • 13:32

    Berlinguer: “Le perplessità di Minoli? Questo programma è una scommessa e già l’ho detto. Spero che funzioni. Abbiamo costruito il programma anche con originalità. Il fatto di aver diretto il Tg3 è un vantaggio: il pubblico è abituato al mio viso e spero abbi avuto nostalgia in queste settimane! Minoli fa benissimo a riportare i suoi faccia a faccia a La7. Io sono nata con Minoli, ho imparato molto da lui, a fare tv soprattutto dal punto di vista tecnico”.

  • 13:33

    Fine conferenza.

Oggi, giovedì 3 novembre 2016, a partire dalle ore 12:30, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione di Carta Bianca, il nuovo programma di approfondimento giornalistico di Rai 3, condotto da Bianca Berlinguer, con la regia di Francesco Travaglini, che andrà in onda a partire da lunedì 7 novembre a partire dalle ore 18:25.

Carta Bianca | Il programma e la conduttrice

Carta Bianca è il nuovo programma di approfondimento giornalistico condotto da Bianca Berlinguer, giornalista ed ex direttrice del TG3, carica che ha ricoperto dal 12 ottobre 2009 al 5 agosto 2016.

Carta Bianca sarà un programma quotidiano di informazione e di approfondimento in tempo reale che si occuperà “di politica e di cronaca, di giovani e di anziani, di salute e di ambiente, di economia e di pensioni”, che andrà in onda dal lunedì al venerdì e che è stato realizzato con la partecipazione della squadra di Blob, il programma di Enrico Ghezzi. La collaborazione con Michele Santoro, della quale si parlò all’inizio di questo progetto, invece, non si è più concretizzata.

Su Facebook, Bianca Berlinguer ha motivato così la scelta del titolo: “Abbiamo scelto questo titolo perché ci piace immaginare che questa striscia di informazione quotidiana sia come un foglio di quaderno o di diario dove si possa scrivere una storia. Un foglio bianco senza limiti e vincoli, senza righe e margini perché si possa avere la massima libertà. E perché non vi siano ostacoli all’inventiva e alla fantasia. Ma #cartabianca vuol dire anche che non dobbiamo rispondere a poteri esterni, a censure e interdizioni. E, poi, perché in questa pagina pur breve ma che andrà in onda cinque giorni a settimana, possiate “scrivere” anche voi”.

Carta Bianca | Conferenza stampa

TvBlog, magazine di Blogo, seguirà in tempo reale la conferenza stampa di presentazione di Carta Bianca, a partire dalle ore 12:30.

Durante la conferenza stampa, interverranno Daria Bignardi, direttore di Rai 3, e Bianca Berlinguer, giornalista e conduttrice del programma.

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Cartabianca

Cartabianca è un programma d'approfondimento giornalistico in onda su Rai 3, condotto da Bianca Berlinguer.

Tutto su Cartabianca →