Serie Tv, novità: Stranger Things, Joe Keery e Noah Schnapp promossi ricorrenti, arrivano due nuovi personaggi

Novità per il cast di Wet Hot American Summer: Ten Years Later. Trovata la protagonista di She's Gotta Have It la serie Netflix di Spike Lee.

LOS ANGELES, CA - JULY 11: Actor Joe Keery attends the Premiere of Netflix's 'Stranger Things' at Mack Sennett Studios on July 11, 2016 in Los Angeles, California. (Photo by Alberto E. Rodriguez/Getty Images)

Stranger Things: la serie estiva di Netflix diventata in breve tempo un vero e proprio cult mondiale, inizia a lavorare in vista della seconda stagione. La serie creata da Matt e Ross Duffer ha così promosso a ricorrenti Joe Keery/Steve Harrington e Noah Schnapp/Will Byers, mentre Sadie Sink e Dacre Montgomery saranno due nuovi personaggi ricorrenti della seconda stagione di Stranger Things. Confermato anche il cast principale con Winona Ryder, Finn Wolfhard, Gaten Matarazzo,  Caleb McLaughlin e Millie Bobby Brown che riprenderanno i loro ruoli. Sink sarà Max una ragazza tosta e sicura di se, il cui modo di fare è più simile a quello di un ragazzo che a quello di una ragazza della sua epoca, ha un passato travagliato e è in generale molto sospettosa di tutto quello che la circonda; Montgomery sarà Billy, fratello più grande e molto sicuro di se di Max, bravo nei giochi alcolici, guida una Camaro nera, ma dietro il suo carisma si nasconde un animo violento. I fratelli Duffer stanno lavorando a 9 nuovi episodi di Stranger Things che saranno rilasciati nel 2017 su Netflix.

Mogadishu, Minnesota: Thea Sofie Loch Næss entra nel cast del pilot HBO scritto diretto e prodotto dal rapper K'naan Warsame e prodotto da Kathryn Bigelow. Mogadishu, Minnesota è un family drama sul significato di essere americani nella comunità somala di Minneapolis. Loch Næss sarà Lacy, la fidanzata di Sameer (Ezana Alem), che cerca di trovare la giusta connessione con il fidanzato e vuole trovare il modo di essere ancora di più parte della sua vita.

Monsters of God: Brian Geraghty entra nel cast del pilot drama di TNT di Rod Lurie e ambientato dopo la guerra civile, quando il colonnello "Terrible" Bill Lancaster (Garret Dillahunt) inizia una faida personale contro la tribù Comanche non rispettando la tregua imposta nel dopo guerra, gettando nel caos la cittadina di Slater, abituata a convivere con la tribù. Nel mentre la moglie di Lancaster lancia una battaglia per i diritti delle donne, pronta a stringere accordi con chiunque anche con le donne Comanche. Geraghty sarà il sindaco Ellroy McQueen, bello e ben educato, in teoria sarebbe il nuovo capo del colonnello, che non sembra intenzionato ad arretrare.

Wet Hot American Summer: Ten Years Later: inizia a prendere forma il nuovo capitolo della serie nata su Netflix dal film Wet Hot American Summer, che ha avuto una sorta di prequel/omaggio al film Wet Hot American Summer: First Day of Camp e adesso si prepara al sequel. Nel cast torna Marisa Ryan nei panni di Abby, interpretata sia nella serie che nel film. Il film era ambientato l'ultimo giorno di un campo estivo ebreo nel 1981, mentre la serie Netflix era il primo giorno del campo. Come suggerisce il titolo la nuova serie sarà ambientata dieci anni dopo in una sorta di reunion dei partecipanti al campo. Nel cast di Ten Years Later ci sarà anche Mark Feuerstein, nuova aggiunta al cast, che interpreterà un ragazzo amichevole e gran lavoratore, che ha sempre fatto parte del gruppo e in dieci anni è diventato un uomo di successo, sia in ambito lavorativo che sentimentale.

She's Gotta Have It: sarà DeWanda Wise (Shots Fired) la protagonista della serie in 10 episodi di Netbflix creata da Spike Lee, versione moderna del suo omonimo film del 1986 (uscito in Italia con il titolo Lola Darling,). Wise sarà Nola Darling, un'artista di Brooklyn di vent'anni che cerca di scoprire se stessa e passa il suo tempo tra lavoro, amici e i suoi tre amanti: il modello Greer Childs, l'investitore finanziario Jamie Overstreet e Da Original B-Boy Sneakerhead Mars Blackmon (Anthony Ramos) che indossa sempre le Nike Jordan e che nella versione moderna è un fenomeno social. Nola è una donna sessualmente libera, uno spirito libero, un'artista, una pittrice.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail