Amici 16: Carlo Antonelli rinuncia

Anticipazioni sull'edizione 2016-2017 di Amici di Maria De Filippi

Amici 16: Carlo Antonelli nel cast tecnico del programma (Anteprima Blogo)


    UPDATE: Notizia di poco fa, è saltato l'arrivo ad Amici di Carlo Antonelli che ha ricevuto dall'estero una proposta molto interessante per cui ha dovuto -a malincuore- rinunciare all'invito ricevuto dal team di Amici. A breve verrà scelto il suo sostituto.

Si avvicina sempre di più la partenza dell'edizione numero 16 di Amici e già si sta lavorando alacremente per la sua costruzione. Le porte della più celebre scuola di talenti della televisione italiana si dovrebbero aprire nel mese di novembre, per l'avvio della pomeridiana del sabato trasmessa su Canale 5, un po' come accaduto l'anno scorso e già trapelano le prime indiscrezioni sul cast del talent show più visto del piccolo schermo italico.

Mentre sul cast artistico di questo programma si sta evidentemente ancora ragionando, visto il tempo che ci separa dalla prima puntata del serale che verrà trasmessa, come accade lo scorso anno, ad inizio primavera, abbiamo raccolto informazioni per quel che riguarda il cast tecnico della popolare trasmissione di Canale5, che dovrà iniziare a lavorare a breve.

Ragioniamo quindi sul corpo docente della trasmissione che vedrà al suo ingresso una nuova figura che andrà a sostituire Marco Maccarini, che era entrato nel programma proprio lo scorso anno. Al posto dell'ex veejay di MTV arriverà nella trasmissione il giornalista, direttore artistico e produttore cinematografico Carlo Antonelli direttore del mensile GQ. Antonelli ha già avuto una esperienza televisiva su La7 quando conduceva all'interno del programma Victor Victoria condotto da Victoria Cabello uno spazio in cui intervistava gli ospiti in una stanza buia.

Nato a Novi Ligure nel 1965, Antonelli ha lavorato per un breve periodo, agli inizi degli anni novanta, in Fininvest, inseguito è diventato direttore artistico della casa discografica Sugar di Caterina Caselli, incarico che ha ricoperto per ben 10 anni, dal 1993 al 2003, periodo questo in cui sono nati in questa casa discografica talenti del calibro di Andrea Bocelli, Elisa e i Negramaro. Ha diretto Rolling Stone e anche l'edizione italiana di Wired.

  • shares
  • Mail