Piazzapulita | Conferenza stampa: Damilano opinionista fisso, Virginia Raggi al TgPorco della Guzzanti

Piazzapulita: la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione

  • 10.55

    La conferenza dovrebbe avere inizio dopo le 11.

  • 10.58

    Intanto diamo conto dei crediti: gli autori del programma sono Corrado Formigli, Davide Bandiera, Mariano Cirino, Vittorio Zincone, Gemma Montinaro. Il produttore Magnolia è Flaminia Sacerdote. Curatore per La7 è Francesco Del Gratta. La regia è di Fabio Calvi.

  • 11.15

    Inizia la conferenza. Sabina Guzzanti non è ancora arrivata.

  • 11.17

    Ghigliani: "Sesta edizione di Piazzapulita, è il talk più longevo di La7, 176 puntate È un programma con una sua identità molto forte, coniuga il dibattito in studio con una qualità di inchieste e di reportage riconosciuta come altissima. Della componente reportage abbiamo fatto anche uno spinoff, andati molto bene in termini di ascolto. Piazzapulita è anche il programma di approfondimento che va meglio sui social".

  • 11.17

    Ghigliani: "Con Piazzapulita si completa l'offerta informativa di prima serata di questa stagione".

  • 11.18

    Il prossimo mese arriverà il nuovo programma di Giovanni Minoli.

  • 11.19

    Ghigliani: "Questa estate i nostri ascolti sono aumentati di oltre il 5% rispetto all'anno scorso. È la rete generalista che è cresciuta più di tutte le altre, escludendo la rete olimpica Raidue".

  • 11.19

    Ghigliani: "Gli ascolti sono aumentati del 15% nel totale giornata rispetto al 2015, del 22% in prime time".

  • 11.20

    Salini: "Piazzapulita è un prodotto diversi rispetto ai programmi di approfondimenti. Nel mese di settembre i risultati della rete è molto positivo. Da giovedì Corrado andrà ad arricchire la nostra offerta polifonica".

  • 11.21

    Salini sottolinea la passione di Formigli e della sua squadra "accesa 7 giorni su 7": "il team offre sempre uno sguardo diverso rispetto ad altri prodotti di informazione". Poi annuncia l'introduzione della satira della Guzzanti.

  • 11.22

    Formigli: "Il programma avrà al suo interno un tg satirico. Noi di fatto non abbiamo mai avuto la satira - abbiamo avuto la breve parentesi del Terzo Segreto di Satira - ma mai un progetto organico e organizzato. Perché Sabina? Perché la sua satira fa ridere, incaxxare, riflettere e ha sempre un elemento di profondità. La sua satira non è mai piatta, è molto coraggiosa. Lo è Sabina nel portarla avanti. Ha fatto discutere la vignetta sul terremoto di Amatrice, in tanti si sono scagliati contro la vignetta. Una delle voci levatesi in difesa della vignetta è stata quella di Sabina".

  • 11.25

    Formigli: "La satira deve spingerci a riflettere e disturbarci profondamente. Siamo stati tutti Charlie quando sono stati ammazzati i redattori, ma poi basta una vignetta per farci riaffiorare l'istinto di considerare la satira come una casa che va irreggimentata".

  • 11.25

    Formigli: "Sabina è capace di andare contro la morale corrente, è una grande attrice e comica".

  • 11.27

    Formigli: "Col pubblico di prendiamo l'impegno di mostrare quello che gli altri non fanno vedere. La squadra di Piazzapulita, formata da splendidi giornalisti, è la migliore in Italia; ogni anno siamo saccheggiati dalle altre trasmissioni, ma noi resistiamo". Poi annuncia alcune modifiche nella scenografia dello studio per renderlo più "caldo".

  • 11.28

    Formigli: "Evitate di scrivere che anche quest'anno ci occuperemo di esteri; noi ci occupiamo di temi correlati alla nostra vita quotidiana. Apriremo con la più grande strage dell'Isis mai avvenuta: a luglio sono morte più di 324 persone, a Baghdad. È avvenuto nell'indifferenza dei mezzi di comunicazione. Io sono arrivato lì 45 minuti dopo che la strage è avvenuta. Raccontare quello che succede lì significa capire perché viviamo in un quotidiano terrore nelle nostre città".

  • 11.29

    Formigli: "Ci occuperemo anche dei comportamenti quotidiani degli italiani, l'Italia è il Paese col più alto tasso di corruzione nel mondo Occidentale. Continueremo a raccontare anche le malefatte dei politici, ma il problema italiano è il conformismo dei comportamenti di molti italiani rispetto alla legalità. Avremo una piccola squadra anti-crimine per raccontare i comportamenti degli italiani. La prima responsabilità è dei cittadini che non rispettano le regole e che non denunciano".

  • 11.31

    Formigli: "Crack - Non rubare, in onda a luglio scorso, è andato molto bene, e così abbiamo deciso di dedicare ogni settimana uno spazio a questo comandamento".

  • 11.32

    Formigli: "In questo periodo vedo che c'è una grande enfasi sul tema delle domande (cita Semprini, Ndr), ma l'unica domanda davvero imparabile è la domanda che arriva dalla realtà. Dalla realtà arrivano sempre delle sorprese".

  • 11.34

    Formigli ricorda di quando Monti Premier nel 2012 partecipò a Piazzapulita: in quel caso fu proposto un servizio con protagonista un ragazzo che lavora in un call center sottopagato. "Quando gli chiesi quale sarebbe stato il suo futuro Monti rimase in silenzio per 15 secondi. Una scena drammatica".

  • 11.35

    Guzzanti, appena arrivata: "Il Tg Porco è già stato sperimentato in Rete con il crowdfunding, ora abbiamo la possibilità di portarlo in tv senza dover passare col cappello e chiedere i soldi".

  • 11.38

    Guzzanti spiega che anche nelle nuove puntate del Tg Porco ci saranno la conduttrice Venezia Cartolani, Mara Ventura (inviata aggratis), e Ilaria Zzazzetti (segretaria Unione Lavoratori Aggratis)

  • 11.38

    Guzzanti: "La vignetta di Charlie sui terremotati? Mi fanno impressioni le pubbliche condanne - sarà perché le subisco due o tre all'anno. La vignetta non ha nessun potere di incidere sulla realtà; è stata spacciata come fosse la derisione dei morti, ma non era così. La vignetta sarà stata macabra, ma il suo obiettivo non era deridere i morti".

  • 11.39

    Nella prima puntata del TgPorco Virginia Raggi.

  • 11.40

    Guzzanti: "La Boschi sarà una delle protagoniste; poi farò altri personaggi di attualità".

  • 11.40

    Guzzanti: "Mi mancava un po' la satira, avevo voglia di farla, l'ho fatta sul web. Mi sembrava un lavoro decoroso e mi dispiaceva interromperlo. In questi anni pur non facendo tv ho sempre lavorato".

  • 11.42

    Per Formigli il TgPorco è un "esperimento incredibile, perché nato dal basso".

  • 11.44

    Domanda Blogo: La Guzzanti esclude di partecipare al talk in studio? Risposta: "Sono molto a disagio in queste circostanze. Hanno smesso di invitarmi, hanno capito che non ci vado. Quando mi chiamano per parlare di politica voglio farlo seriamente. Ma mi dicono che non faccio ridere. Ma io non voglio far ridere. Di opinionisti ce ne sono tanti, non credo di voler aggiungere questo ruolo. Formigli: "Se però una volta capita". Lei: "Corrado, no".

  • 11.45

    Guzzanti: "Il problema non è l'assenza dei talenti in Italia, ma di censura. Penso che ancora oggi il problema sia questo. In Rai mi sembra evidente".

  • 11.46

    Formigli: "Programma-lenzuolo non ha più senso? Se è un programma lungo devi metterci più cose dentro. L'allungamento delle prime serate ha portato un cambiamento drastico nei talk. Si sono trasformati ad una velocità supersonica. Non c'è più nulla dei talk del 2011. I programmi di prima serata sono diventati dei mini-palinsesti. In tre ore e mezza tratteremo di più cose. L'importante è non allungare il brodo, non dare l'impressione al pubblico di allungare una discussione inutilmente. Fare una prima serata di due ore sarebbe più semplice dal punto di vista televisivo; si potrebbe stare su un solo tema. Invece in tre ore e mezza devi prevedere dei cambiamenti".

  • 11.48

    Formigli: "Vorrei che la gente non si domandasse 'Chi c'è stasera a Piazzapulita?', ma "Cosa c'è stasera a Piazzapulita?'".

  • 11.49

    Formigli cita alcuni giovani componenti della sua squadra: Antonino Monteleone, Gabriele Zagni e Linda Giannattasio.

  • 11.50

    Sempre le stesse facce in tv? Formigli: "La classe dirigente e politica che esprimiamo è quella che è. Non dovete arrabbiarvi coi conduttori se i politici sono delle mezze pippe. Noi Obama non lo abbiamo. E comunque non è vero che tutte le sere si vedono gli stessi personaggi".

  • 11.52

    Formigli: "Non ci sono programmi settimanali di prima serata che montano e mandano in onda la quantità e la qualità di filmati che fa Piazzapulita".

  • 11.53

    Formigli: "Oggi non mi sognerei mai di invitare Gasparri in tv, ha fatto il suo tempo".

  • 11.54

    Rula Jebreal, Erri De Luca, Luttwak ospiti della prima puntata.

  • 11.55

    Formigli: "Tra i doveri di un Presidente del Consiglio c'è quello di andare ospite in trasmissioni secondo un criterio pluralista, cioè anche in luoghi a lui non favorevoli. Renzi? Può non farlo e continuerà a non farlo, ma secondo me è sbagliato".

  • 11.55

    Formigli: "Un presidente del Consiglio non deve fare il critico televisivo. Penso che Renzi lo abbia capito, è un politico sveglio. Ha smesso questa fastidiosa intromissione (si riferisce alle frasi su DiMartedì, Ballarò e lo stesso Piazzapulita, Ndr).

  • 11.57

    Formigli invita Renzi in puntata, anche già per quella di giovedì.

  • 11.58

    Formigli: "Mi piacerebbe fare un'intervista onesta e completa a Renzi sui temi della immigrazione. Si ritenga invitato alla nostra trasmissione da qui fino a giugno".

  • 12.00

    Nella prima puntata - spiega Formigli - oltre al reportage realizzato in Iraq, si parlerà del Movimento 5 stelle. Poi si passerà ai comportamenti degli italiani. Ci sarà anche una inchiesta sulle scuole in zone sismiche.

  • 12.01

    Continuerà il Renzometro. A tal proposito, Formigli": Ci saranno alcune mini-inchieste fatte in diretta".

  • 12.01

    Sul M5S, Formigli: "Non condivido l'attacco alla stampa. Loro si sono battuti sempre per la libertà di informazione. Accusa l'informazione di complotto significa non partire col piede giusto. È chiaro che ci siano giornali a cui il M5S non sta simpatico, ma fa parte del gioco. Non mi piace neanche l'esultanza di chi oggi gode perché a Roma c'è casino. Io da cittadino romano tifo per la Raggi".

  • 12.03

    Guzzanti: "Complotto della stampa contro il M5S? Assolutamente sì, ma i 5 stelle hanno dei limiti. Ho votato la Raggi e la rivoterei, ma a Roma non è stata una bella partenza".

  • 12.05

    Formigli: "La Raggi l'abbiamo invitata, ma i 5 stelle ora sono in un momento complicato. Quando decideranno di mandarci i loro leader noi valuteremo. Non accetteremo mai di prenderci chi ci manda il partito, in generale. Se mandi la terza fila, il partito scompare dalla tv, perché noi non ci suicidiamo se non abbiamo politici in studio".

  • 12.06

    Formigli: "Affideremo il racconto della politica al giornalista politico più bravo, cioè Marco Damilano. Racconterà il retroscena della politica". Finisce la conferenza.

corrado-formigli-la7-620x344.jpg

Sta per iniziare a Roma la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione di Piazzapulita, al via su La7 giovedì 22 settembre 2016. Blogo la seguirà in liveblogging.

Presenti il conduttore Corrado Formigli, l'attrice Sabina Guzzanti (fissa nel cast), l'amministratore delegato di La7, Marco Ghigliani, e il direttore di rete, Fabrizio Salini.

  • shares
  • Mail