Pechino Addicted regala a Rai4 un access prime time competitivo, Sereno variabile 2.0, Antipodi irresistibili

Riassunto, recensione e fotogallery della prima puntata del nuovo format di Rai4 collegato a Pechino Express.

Sono molteplici gli aspetti positivi che spiccano subito dopo aver visto la prima puntata di Pechino Addicted.

Innanzitutto - finalmente - Rai4 ha un access prime time "competitivo". Il neo direttore di rete, Teodoli, dopo gli ottimi ascolti conseguiti su Rai2, sta lentamente trasformando la rete che non è più soltanto una sequenza infinita di telefilm stranieri (molti dei quali, peraltro, di ottima qualità) ma anche un insieme di programmi autoprodotti, all'insegna del varietà, del docu-reality o del factual.

Tra questi non poteva mancare lo spin-off di Pechino Express che permette di conoscere con più calma (rispetto al prime time) gli stessi luoghi percorsi dai viaggiatori della quinta edizione ma soprattutto con una "chiave" inedita e originale. Gli Antipodi, infatti, con la scusa di portare a termine delle missioni e di non andare fuori budget (altrimenti andranno incontro a delle penitenze segnalate da Costantino della Gherardesca, che compare all'inizio della puntata e si rivedrà alla fine della settimana per l'esito finale), si trasformano in turisti-giornalisti, parlano spesso la lingua locale, interagiscono con chiunque incontrino sulla loro strada.

E, dove non arrivano loro, ci pensano i continui sottotitoli o le traduzioni in simultanea delle persone intervistate a fornire dettagliate informazioni o curiosità sui luoghi visitati. Tutto questo, però, non in maniera didascalica e noiosa ma in modo rapido, incisivo e spesso divertente. Di fatto un Sereno variabile 2.0 o un Overland che non si prende troppo sul serio.

Il merito è soprattutto dei due protagonisti, a cui già il pubblico si era particolarmente affezionato nella scorsa edizione di Pechino Express, e che ora hanno un programma tutto loro in cui proseguire le gag di odio-amore e regalare 25 minuti di buonumore, esplorazioni intelligenti e riflessioni mai banali. Quanti di voi hanno voglia di partire subito per Bogotà?

  • 20.35

    E' proprio Costantino a "lanciare" gli Antipodi che, dopo essersi trasformati in suoi stalker, diventano "agenti di viaggio". I due avranno una carta di credito illimitata e un budget da rispettare, se non supereranno i paletti andranno incontro a una penitenza.

  • 20.37

    Da Bogotà percorreranno 7.000 chilometri e attraverseranno 3 Paesi alla scoperta delle civiltà perdute. Non saranno dei semplici turisti, nel portagioie è contenuta la cifra del budget segreto. Se avranno speso di più saranno dolori...

  • 20.38

    Costantino, con il monetizzatore, sarà sempre al corrente delle spese dei due che hanno un cellulare e un tablet con tutte le informazioni sui posti da vedere... ma compariranno solo quando li avranno raggiunti.

  • 20.41

    Prima missione: percorrere a piedi 1.500 scalini per raggiungere il museo dell'oro. Intanto in sovraimpressione appaiono importanti informazioni turistiche sui luoghi percorsi dagli Antipodi. E' un Sereno variabile 2.0.

  • 20.43

    Intanto i due viaggiatori chiedono a un barbiere quanto guadagna (da 100 a 150mila pesos). Al museo dell'oro li aspetta la guida Ana Maria che illustra nel dettaglio le opere presenti. E' come fare un viaggio gratis in un'attrazione turistica...

  • 20.47

    Di fatto gli Antipodi si trasformano in giornalisti e pongono domande, anche nella lingua del posto (altrimenti ci sono i sottotitoli o la traduzione simultanea), per togliersi tutte le curiosità che vengono in mente...

  • 20.49

    Bertolini scatenato: prima pensa di aver ricevuto una cacca di uccello sulla fronte e poi prova ad avventurarsi "a bordo" di un lama ma rinuncia subito per i risultati tragicomici.

  • 20.52

    Nuova missione, arrivare nella piazza dove i writers stanno disegnando dei graffiti (che in questa città sono legali). Uno di loro dice di vendere bombolette e quadri realizzati. "E' la Sozzani di Bogotà" secondo Pinna.

  • 20.54

    Anche gli Antipodi scrivono... "C'è situazione" (Bertolini) e "Mai una gioia" (Pinna). La loro carriera di graffitari si conclude qui... per fortuna.

  • 21.00

    ... i due arrivano nella piazza centrale dove c'è la cattedrale (ma anche una signora che "familiarizza" con gli uccelli).

  • 21.01

    Nel collegio militare si formano studenti già dall'età prescolare... che dunque indossano divise da marines. Questi sono del sesto, settimo e ottavo anno. E gli Antipodi non resistono a scattare un selfie con loro.

  • 21.03

    I due non resistono allo shopping e acquistano dei cerchietti con cui non passano decisamente inosservati. Quindi pranzano. Nel prossimo episodio li attendono nuove avventure... riusciranno a non andare extra-budget?

pechino-addicted-antipodi.jpg

Stasera, lunedì 19 settembre 2016, alle 20.35 su Rai4 andrà in onda la prima puntata di Pechino Addicted e la seguiremo in liveblogging su Tvblog.

Pechino Addicted, anticipazioni


Dopo aver vinto la quarta edizione dell'adventure reality di Rai2 gli Antipodi - Andrea Pinna e Roberto Bertolini - non si rassegnano all’idea di non poter partecipare alla nuova edizione del programma e convincono Costantino della Gherardesca a portarli con sé. Nasce così Pechino Addicted, un vero e proprio spin-off in onda su Rai4 (45 episodi da 25 minuti ciascuno).

Andrea e Roberto, zaino in spalla, seguiranno i viaggiatori nell’intero itinerario della nuova edizione, sottostando alle rigide “regole” di Costantino: dovranno completare le tappe nei tempi stabiliti e dovranno raccontare a fondo cultura, storia e tradizioni dei paesi visitati.

A differenza dei concorrenti, gli Antipodi avranno la possibilità di soffermarsi e mostrare al pubblico i luoghi solo sfiorati dalla frenetica corsa di Pechino Express.

I due “novelli documentaristi” avranno a disposizione uno smartphone, con cui il conduttore segnalerà loro di volta in volta luoghi e attività da non perdere, e un tablet con utili approfondimenti sui posti visitati.

Andrea e Roberto potranno usare anche la Addicted Express, una carta di credito illimitata per pagare il vitto, l’alloggio, i trasporti e tutte le altre attività del viaggio. I due non sanno, però, l’importo del budget segreto che sono tenuti a rispettare: ogni eccesso e ogni risparmio comporterà una terribile penitenza o un fantastico bonus.

Pechino Addicted, anticipazioni sulla prima puntata


Si comincia con uno dei luoghi più spettacolari di Bogotà, il monte Monserrate, dove gli Antipodi incontrano Costantino, per poi esplorare le vie del caratteristico quartiere della Candelaria e la plaza de Bolivar.

Gli Antipodi Andrea Pinna e Roberto Bertolini, la scheda biografica


Con il nome “Antipodi” hanno vinto l’edizione 2015 di Pechino Express. Avevano scelto questo nome perché all’apparenza non potrebbero essere più diversi.

Andrea Pinna, 30 anni, origini sarde e milanese di adozione, è scrittore, all’attivo ha già due libri, e web influencer. Con le sue “perle” ironiche e pungenti ha conquistato il mondo dei social e non solo. Il suo account @LePerlediPinna ha oltre 420k fans su Facebook e 435k su Instagram.

Roberto Bertolini, classe 1980, è laureato in scienze motorie e lavora come personal trainer da 10 anni. Ha un forte seguito suoi social dove i suoi fans sono oltre 28k su Facebook e più di 83k su Instagram.




Pechino Addicted | Come seguirlo in tv e in streaming


Il programma va in onda dal lunedì al venerdì su Rai4 alle 20.35. E' possibile vederlo in live streaming sul portale Rai Play (dove sarà poi disponibile on demand).




Pechino Addicted | Second Screen


Pechino Addicted 

si ricollega al sito ufficiale di Pechino Express (www.pechinoexpress.rai.it), dove è possibile seguire le puntate in live-streaming, rivedere on-demand tutti i momenti del viaggio, scoprire le curiosità sulle coppie in gara e sul conduttore, nonché gustare in esclusiva fotogallery, interviste e clip inedite realizzate ad hoc per la Rete.

Account ufficiali sono Facebook: www.facebook.com/PechinoExpress; Twitter: @PechinoExpress; Instagram: @PechinoExpress Hashtag ufficiale: #PechinoAddicted

  • shares
  • Mail