Michele Santoro torna in Rai: su Rai2 sei speciali e il nuovo format M, su Rai3 autore di Bianca Berlinguer

Tutte le indiscrezioni sui nuovi impegni tv dell'anchorman

michele-santoro-foto.jpg

Che Michele Santoro torni in Rai nella prossima stagione televisiva è cosa certa. Ma, al momento, si hanno poche (e poco dettagliate) notizie su come si articolerà nello specifico il suo nuovo impegno sulle reti della tv pubblica.

Di sicuro (anche se il contratto non sarebbe stato ancora firmato, come rivela Il Corriere della Sera) Santoro sarà tra gli autori della nuova striscia quotidiana (mezz'ora, dal lunedì al venerdì) di Bianca Berlinguer, alle 18.30 su Rai3. A fine agosto la prima riunione, l'idea del giornalista campano sarebbe di allontanarsi dalla formula della 'notizia del giorno', provando ad imporre un tema piuttosto che a ricavarlo dagli avvenimenti quotidiani.

Da ottobre, inoltre, l'anchorman e la sua factory realizzeranno sei prime serate con cadenza probabilmente bimestrale per Rai2. Si tratterà di appuntamenti speciali che proporranno prima quattro inchieste-reportage monotematici, con servizi e filmati esterni, e poi una conclusione in studio con Santoro, con dibattiti e collegamenti esterni.

Ma non è finita. Santoro, che mercoledì 8 settembre esordirà al Festival del Cinema di Venezia come regista nella sezione 'Cinema nel giardino' col film Robinù, starebbe studiando un nuovo format che potrebbe approdare nei prossimi mesi sempre su Rai2. Si tratterebbero di due serate dal titolo M. Il Corsera spiega:

«M» come Metropolis, il capolavoro di Fritz Lang, girato nel 1927, ambientato nel futuribile 2026 in una società dominata da un imprenditore-dittatore che sfrutta il popolo degli operai-schiavi. Ma «M» anche come Michele, ovvero Santoro. Nelle intenzioni c’è una forte innovazione narrativa, proprio nel segno della sperimentazione. Al centro della scena, ci sarà ovviamente lui: Santoro.

  • shares
  • Mail