Game of Thrones, il cast visita due campi profughi

Lena Headey, Maisie Williams e Liam Cunningham sono andati a visitare due campi profughi all’interno della collaborazione tra la Hbo e l’International Rescue Committee

Dalle crisi del Continenti Occidentale creato da George R.R. Martin a quelle reali e ben più gravi della guerra in Siria: tre attori del cast di Game of Thrones, durante la settimana, si sono recati in Grecia, a visitare un campo profughi in cui si trovano 57mila siriani in fuga dalla guerra.

Lena Headey (Cersei), Maisie Williams (Arya) e Liam Cunningham (Davos) hanno infatti accettato l’invito dell’organizzazione no-profit International Rescue Committee, che ha chiesto già negli scorsi mesi al cast della serie tv della Hbo di mettere a disposizione la popolarità dello show per accendere i riflettori su una situazione drammatica che necessita di maggiori sforzi da parte di tutti i Paesi.

I tre si sono prima recati a Lesbo, dove la Headey ha parlato con una donna in fuga dalla guerra con i suoi tre figli. Poi sono andati sull’isola di Cherso, dove la Williams ha parlato con una giovane ragazza il cui sogno è quello di diventare attrice e che ha recitato in tre spettacoli tenuti all’interno del campo.

“In Grecia @Maisie_Williams ha incontrato la 13enne Maya che sogna di diventare un’attrice ed ha recitato in 3 spettacoli del rifugio di @TheIRC”.

Cunningham, infine, ha parlato con alcuni padri provenienti dall’Afghanistan e dalla Siria, che gli hanno raccontato i motivi per cui hanno lasciato il loro Paese e come sia vivere da rifugiati. La loro visita è stata testimoniata, su Twitter, sia dall’account ufficiale dell’Irc che da quello del telefilm:

“Il viaggio continua. @Maisie_Williams, @IAMLenaHeadey e @LiamCunningham1 sulla visita a Lesbo con Irc. #RealmToTheRescue”.

“‘Questo è solo l’inizio’. @Maisie_Williams, @IAMLenaHeadey e @LiamCunningham1 hanno finito la loro visita”.

“Queste persone lavoratrici ed intelligenti vogliono andare a casa”, ha commentato la Headey. “Vogliono tornare dalle loro comunità e dai loro vicini di casa. Vogliono che i loro figli continuino a studiare. Vogliono andare in università ed invece sono bloccati. Sono bloccati. Sono incredibilmente tristi. E’ comprensibile. Possiamo fare di meglio per loro. Dobbiamo fare di meglio per loro”.

“Per me la questione riguarda i bambini”, ha aggiunto la Williams, “hanno così tanto potenziale, così tante speranze e sogni. Dov’è l’umanità che rende accettabile il fatto che restino in un campo profughi in Europa?”. “Non è un terremoto nè un maremoto. E’ una crisi creata dall’uomo”, ha concluso Cunningham. “57mila persone rifugiate in Grecia. Campi rifugio in Europa: è davvero l’unico standard con cui i leader dell’Unione Europea vogliono rispondere alla crisi dei rifugiati?”.

La presenza dei tre attori rientra nella collaborazione avviata nei mesi scorsi tra la serie tv e l’Irc. Il cast aveva realizzato uno spot in cui chiedeva ai fan di Game of Thrones di effettuare una donazione a favore dell’associazione ed aiutare così i profughi a vivere in condizioni migliori.

Ultime notizie su Game of thrones

Tutte le novità e le curiosità sulla serie HBO tratta dal ciclo di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin, trasmessa in Italia da Sky con il titolo Il trono di spade.

Tutto su Game of thrones →