I Retroscena di Blogo: La cena di Porro la domenica sera su Rai2 (che accetterà di cucinare)

Gli scenari di Nicola Porro e non solo a Rai2

di Hit

Una domanda sorge spontanea, se si voleva cassare Nicola Porro, perchè poi gli è stato offerto un programma alternativo? Che Rai2 sia la rete che deve sparigliare di più le carte è abbastanza evidente, è il canale che deve sperimentare, che deve rivolgersi ad un pubblico tendenzialmente più giovane e possibilmente digiuno alla televisione generalista. L’appuntamento con Porro il giovedì sera secondo Ilaria Dallatana era dunque da cambiare, via Virus per un programma nuovo, una formula più flessibile, elastica, magari più leggera e con un linguaggio fondamentalmente diverso.

Si sta facendo strada l’ipotesi, qualcuno dice più di un ipotesi, di affidare la realizzazione dell’impresa alla Wildside di Lorenzo Mieli, ma questo è altro discorso. Tornando a Porro, dicevamo appunto, se si voleva cacciare, perchè offrigli un percorso alternativo? Beh, gli ascolti di Virus sono buoni, poi Porro è stato uno dei pochi ad avere Renzi in trasmissione e si dice che i rapporti fra i due siano eccellenti, due buoni motivi quindi per tenere in Rai il vice direttore del Giornale.

Veniamo all’alternativa, di cui si è parlato in questi giorni. L’offerta a Porro è stata il preserale di Rai2 della domenica. Un settimanale che andrebbe in onda fra le ore 19 e le ore 20:30. Praticamente una missione suicida, contro i due game show delle ammiraglie, contro il Tg3 ed i Tg Regionali e contro l’inizio di Che tempo che fa con Fabio Fazio. E cosa dovrebbe cucinare agli spettatori di Rai2 Nicola Porro per la cena della domenica sera?

Il programma sarebbe in sostanza un magazine in cui verrebbero trattati gli argomenti e le notizie più calde della settimana appena terminata, il tutto con servizi filmati e commenti di alcuni ospiti in studio. Rai2 avrebbe offerto a Porro il medesimo budget di Virus, la conferma di tutta la squadra, lo studio di Roma, insomma l’hardware vecchio per metterci un software nuovo. In un primo momento erano state offerti 4 mesi di programmazione, ora, secondo quanto apprendiamo, l’offerta è stata prolungata a tutta la prossima stagione televisiva.

Nicola Porro sarebbe orientato ad accettare questa proposta, forse un po’ spiazzando chi ha avanzato questa offerta e questa è la notizia dell’ultima ora. Adesso non resta che capire i dettagli di questa nuova trasmissione, mentre per i giovedì di settembre, in attesa che il Referendum passi, dovrebbero andare in onda dei film o dei telefilm, prima del nuovo -ipotetico- programma made in Mieli (figlio).