Le nozze di Laura | Conferenza Stampa | 4 dicembre 2015

Le nozze di Laura | La conferenza stampa.

  • 12:26

    Inizio conferenza. Leone: “E’ una gioia per me, da profondo conoscitore dell’opera di Pupi Avati, essere qui. E’ giusto che anche quest’anno la Rai sia qui con i fratelli Avati per una nuova avventura. Abbiamo tanti ricordi insieme con Pupi, contrassegnati dalla grande qualità. Le nozze di Laura è un film che si inquadra in un progetto. Potrebbe essere il germe di qualcosa di più duraturo. Le nozze di Laura ha un chiaro riferimento evangelico. E’ un progetto, questo, sul quale Pupi sta lavorando e la Rai gli starà accanto”.

  • 12:31

    Francesco Nardella: “Ad un certo Pupi ha mandato a Rai Fiction un trattamento dal quale siamo rimasti folgorati. Questo trattamento era un rilancio enorme rispetto al lavoro che Pupi aveva fatto finora. Dalle nozze di Cana, Pupi Avati ha scritto una storia contemporanea. Questa storia ci ha folgorato. Su questo testo, gli abbiamo chiesto di scrivere subito il copione. L’approccio di Pupi riguardo questo tema è che Pupi non esclude chi non crede. I protagonisti sono tre ultimi: una ragazza fragile e disadattata, un ragazzo con problemi mentali e un principe nero che raccoglie le arance in Calabria. Questa storia potrebbe essere un primo seme di altre storie che potrebbero avere a che fare con il vangelo. E’ un progetto ambizioso”.

  • 12:33

    Tinni Andreatta: “Con Pupi abbiamo realizzato altri due film. Questo è un film coraggioso che lavora su attori che hanno facce vere, che hanno la verità delle storie. La scommessa che facciamo con il pubblico è raccontare una storia così forte che basta se stessa. Pupi è riuscito a parlare in modo realistico della religione”.

  • 12:42

    Pupi Avati: “In un contesto doloroso come quello che stiamo vivendo, io credo che ricandidare la lezione evangelica sia oggi l’unica possibilità per tornare a riavvicinarci. Le nozze di Laura è stata premeditata un anno fa ed è molto attuale. Ho apprezzato la presenza dei consiglieri alla proiezione. I consiglieri devono stare più vicini ai programmi che la Rai trasmette. Le nozze di Laura non sarebbe mai andato al cinema che ormai guarda troppo al botteghino. Con la Rai, spero che si possa andare avanti con questo percorso, alzando l’asticella. Un’altra protagonista di questa storia è la Calabria. Vorrei ringraziare gli esponenti della Calabria. La Calabria, con la sua bellezza autentica, ha contribuito non poco alla riuscita di questa storia. Ho cercato di raccontare Gesù e due apostoli, attraverso una storia che entra con un po’ di cautela nel territorio sacro. Quando entri nella sacralità, bisogna togliersi i sandali. La scena finale del matrimonio è la più riuscita del film. Su Marta Iagatti, mi ha convinto mio fratello e Francesco. Io non ero molto convinto. Ho avuto paura che la scelta fosse sbagliata e invece non è stato così. Marta si è messa il film sulle spalle. E’ stata straordinaria. Mi commuovo. Recitare con una ragazza così vera, coinvolta, è stato più semplice. Anche Karimu è stato straordinario e Alessandro Sperduti è un ragazzo talentuosissimo. Ho lavorato con questi attori non famosissimi, mi è stato risparmiato il ricatto della notorietà. La formula del film tv è ambigua: rischi di essere bocciato in una serata. O ci sei o non ci sei. Al cinema non succede. Questo film da solo non è sufficiente. Questo è un film che dovrebbe avere un platea più vasta di quella che avrà lunedì sera”.

  • 12:47

    Andreatta: “La televisione fa numeri giganteschi rispetto al cinema. E’ una prima serata su Rai 1. E’ una scelta coraggiosa per la rete”. Leone: “C’è una soluzione a questo problema: Pupi Avati deve fare più tv movie”. Avati: “Ci conto”. Antonio Avati: “Ne abbiamo pronti 5!”.

  • 12:49

    Marta Iagatti: “E’ stato difficile capire dove prendere la purezza e l’ingenuità per interpretare questo personaggio. Sono andata a prendere delle cose nel mio passato, dalla mia adolescenza e post-adolescenza. Questo è un periodo storico durante il quale è importante che il messaggio della fede e della speranza passasse”.

  • 12:53

    Antonio Avati: “E’ stata una produzione facile perché abbiamo goduto delle istituzioni calabresi. La Calabria è stata protagonista. Abbiamo girato un film con una troupe cinematografica. Pupi è stato accontentato in tutto. Tutto verrà bruciato in una sera anche se dicono che c’è il web… I film di Pupi sono considerati degli evergreen. Questo, con i film tv, è difficile che possa accadere”.

  • 12:58

    Pupi Avati: “Riguardo gli interpreti, Marta e Valentino si sono sottoposti ad un provino. Abbiamo diviso con Rai Fiction la scelta del casting. Il film riguarda il mio rapporto con la cristianità: tutte le sere leggo il Vangelo, che andrebbe ricandidato. Le nozze di Cana è l’episodio che mi ha più colpito. Gesù mi ha agganciato in quella sera lì e ho scritto la storia con mio figlio. In questo periodo, io evoco l’impossibile. A 77 anni, devi cominciare a pensare all’impossibile. I miracoli sono di una bellezza che va oltre la nostra incredulità”.

  • 13:00

    Valentino Agunu: “Questa è stata la mia prima opportunità. Le nozze di Laura è un film che si basa sul credo. Oggi i ragazzi si ritrovano costretti ad integrarsi ma c’è il grande muro rappresentato dal pregiudizio. L’amore va vissuto a 360 gradi. Questo film aiuta le persone a dare le parole a chi non ha voce”. Fine conferenza.

Oggi, venerdì 4 dicembre 2015, a partire dalle ore 10:30, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione di Le nozze di Laura, film tv diretto da Pupi Avati, con Marta Iagatti, Valentino Agunu, Alessandro Sperduti, Nicola Rignanese, Rita Abela, con la partecipazione amichevole di Neri Marcorè e con Lina Sastri.

Le nozze di Laura | La fiction

Le nozze di Laura andrà in onda lunedì 7 dicembre 2015, a partire dalle ore 21:20 su Rai 1.

Le nozze di Laura è una produzione Rai Fiction realizzata da DUEA Film s.p.a., prodotto da Antonio Avati per DUEA Film s.p.a..

Le nozze di Laura | La trama

Il nuovo film di Pupi Avati è ambientato nell’Italia di oggi ed è ispirato alla vicenda evangelica delle Nozze di Cana e al primo miracolo di Gesù.

Laura è una donna che coltiva limoni e arance con il padre, un proprietario di un agrumeto in Calabria, che, successivamente, deciderà di mandare la figlia, che non si considera una bella ragazza, a Roma con la speranza di farle trovare un amore.

A Roma, Laura, però, non troverà nessuno. Nel giorno del suo compleanno, la ragazza si regalerà una paio di scarpe con tacco 12 per andare a teatro. Lungo la strada, Laura, attratta da un forte odore emanato da una lavanderia, vi entra: dopo essersi sfogata con il ragazzo che la gestisce, Laura farà l’amore con lui.

Il ragazzo sparirà, Laura resterà incinta e sarà costretta a tornare a casa dove inizierà a raccogliere limoni e arance per punizione. Qui, Laura conoscerà un ragazzo africano, un nobile principe del Ciad finito a raccogliere arance per pochi soldi, con cui nascerà una storia d’amore.

Le nozze di Laura | Conferenza stampa

TvBlog, magazine di Blogo, seguirà in tempo reale la conferenza stampa di presentazione di Le nozze di Laura, a partire dalle ore 10:30.

Durante la conferenza, interverranno il cast e il regista del film tv: Marta Iagatti, Valentino Agunu, Alessandro Sperduti, Nicola Rignanese, Rita Abela, Neri Marcorè, Lina Sastri e Pupi Avati.

I Video di TvBlog