Mr. Dinamite, il primo programma esplosivo su Explora Hd. Danilo Coppe: "Mi ispiro a Mino Damato"

Sky punta su un conduttore esplosivo: Danilo Coppe sarà Mr. Dinamite dal 19 ottobre alle 21.50 su Explora Hd

mrdinamite.jpeg

Le vie del factual sono sempre "più" infinite. Arriva sul canale specializzato Sky Explora HD (415), da lunedì 19 ottobre alle ore 21.50, Mr. Dinamite, il primo programma dedicato alle esplosioni. Torri, palazzi, acquedotti, ponti, campanili, eco-mostri. Nel suo curriculum c'è tutto questo e molto di più. Ma lui non li ha costruiti... li ha distrutti: è Danilo Coppe, geominerario, massimo esperto in Italia in esplosivistica. Oltre 700 demolizioni controllate alle spalle, decine di tonnellate di dinamite manipolata, e una fama internazionale che gli è valsa il soprannome di Mister Dinamite.

I suoi botti controllati hanno anche aperto gallerie, scavato trincee per gasdotti, messo in sicurezza montagne che franavano, riattivato pozzi. Perché, come lui ama dire, “ non esiste problema tecnico che non possa essere risolto con un'adeguata carica esplosiva”.

Nel corso delle otto esclusive puntate per uno “specialist factual” ad alta carica spettacolare, nel quale si racconterà senza filtri, Danilo Coppe e il suo team si misureranno in imprese esplosive, in bilico tra certezze scientifiche e l'imprevedibilità del rischio.

Dalla richiesta d'intervento al sopralluogo, dalla definizione del piano d'azione fino alla demolizione vera e propria. E ancora, dal momento che il protagonista e i suoi collaboratori non si occupano solo di esplosioni controllate, ma svolgono anche indagini investigative, consulenze e, nel caso di Coppe, attività didattica, in ogni puntata ci saranno anche momenti dedicati a queste attività.

Il conduttore sui generis ha svelato a Sky Magazine a chi si è ispirato per condurre questo programma:

"Avevo circa dieci anni e guardando la tv dei ragazzi seguivo un programma che si chiamava Avventura. Il presentatore, Mino Damato, lanciava documentari provenienti un po’ da tutto il mondo, tra questi uno sulle demolizioni di palazzi negli Stati Uniti di cui ne sono rimasto molto affascinato. Quasi in contemporanea vidi un film degli anni ‘50, Hellfighters, dove John Wayne interpretava un personaggio realmente esistito, che spegneva i pozzi di petrolio con gli esplosivi . Quella fu la seconda dimostrazione per me di come gli esplosivi potevano essere utilizzati anche per usi pacifici. Mi colpì molto. In quegli anni poi mi regalarono il piccolo chimico. Iniziai a fare miscugli con sale e zucchero, raschiavo la muffa dai muri che fa nitro e preparavo delle misceline esplosive che poi andavo a sperimentare in campagna. La cosa è nata così"


Ecco com'è diventato Mr. Dinamite:


"Alle scuole medie avevo già programmato di fare gli studi minerari che erano quelli più affini alla mia passione. Così alle scuole superiori ho iniziato a studiare esplosivi per poi scegliere il corso universitario in Scienze Criminoolgiche e della Sicurezza. Tutt’ora studio, questo mestiere richiede un continuo aggiornamento. Ho alle spalle i700 demolizion. Ho lavorato con una grande azienda specializzata, prima ancora in una cava del cemento, ancor prima a Carrara. Le mie primissime esplosioni risalgono al periodo degli studi minerari quando si facevano i tirocini, lì il mio battesimo. Ma in realtà, già in campagna avevo sperimentato le polveri esplosive, ero appena adolescente".

Dura, però, la vita da esplosivista sul piano privato:

"Tutte le compagne che ho avuto, moglie compresa, hanno sempre dovuto convivere da una parte con le ansie di un lavoro che ha spesso risvolti pericolosi e dall’altra con la tranquillità di sapere che ho una gran paura degli esplosivi e quindi sono molto prudente. Ho un enorme rispetto per gli esplosivi, non per questo ho ancora le mie dita e i miei timpani. Gli esplosivi vanno sempre agevolati e mai contrariati. Poi lavoro anche per le istituzioni. Mi espongo molto, insomma sono sempre a rischio in un modo o nell’altro".

Ecco, dunque, perché Coppe ha accettato di condurre il programma:


"Per due motivi sostanziali. Innanzitutto voglio che tutti sappiano che anche in Italia si fanno le demolizioni con esplosivo e non solo in America. Secondo poi, in questo nuovo programma evidenzierò tutti gli aspetti dell’esplosivistica, non solo le demolizioni, mi occuperò anche di aspetti secondari, ma non di importanza minore".

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.