• Tv

Gli uffici stampa tv e il piacere di vincere sempre e comunque

Cari Uffici Stampa vi scrivo…

di

Premessa: lavorare in un ufficio stampa non è una passeggiata e a volte sei costretto per forza a scrivere qualcosa.

I fatti: Mediaset strilla nel suo comunicato stampa dedicato agli ascolti della seconda puntata del Grande Fratello ciò che segue:

“GRANDE FRATELLO 14 SENZA RIVALI: CON 3.380.000 TELESPETTATORI (21,1%) E’ IL PROGRAMMA D’INTRATTENIMENTO PIU’ VISTO DEL GIOVEDI’ SERA
IN TUTTA LA TV ITALIANA”

Il riferimento è chiaramente a X Factor, programma in onda e visibile solo a pagamento. Canale 5 sta messa così male da doversi confrontare con Sky Uno? (Va bene che è in corso una guerra tra Mediaset e Sky, ma a tutto c’è un limite).

“Da segnalare il forte interesse manifestato per il programma di Canale 5 dagli abbonati alla pay tv satellitare dove era in onda il talent show cavallo di battaglia della piattaforma: oltre il 15% degli spettatori di Grande Fratello è risultato composto da abbonati pay sat che hanno cercato Canale 5 al di fuori della piattaforma per cui pagano l’abbonamento. Il travaso di pubblico a favore di Canale 5 coincide con risultati live del talent pay che vedono la puntata di ieri sera flettere del 19,8% rispetto all’omologa puntata dello scorso anno e del 6,2% anche rispetto alla puntata dello scorso giovedì.
I numeri finali parlano chiaro: con il 18,00% sul totale pubblico Grande Fratello ottiene una share cinque volte superiore a quella del talent concorrente (3,35%).”

Sinceramente mi scende il latte alle ginocchia: possibile che si debba cercare una statistica per avere comunque ragione sul concorrente? Allora, se l’andazzo è questo, suggerisco altri comunicati stampa a Mediaset riguardanti la serata di ieri, così da poter stappare lo spumante:

“THE MENTALIST SENZA RIVALI: E’ LA SERIE TV PIU’ VISTA DEL GIOVEDI’ SERA IN TUTTA LA TV ITALIANA” (unica serie tv in prime time sui primi nove canali del telecomando)

“I MERCENARI 2 SENZA RIVALI: E’ IL FILM PIU’ VISTO DEL GIOVEDI’ SERA IN TUTTA LA TV ITALIANA” (ha battuto il film competitor di Raitre, Il lato positivo)

“GRANDE FRATELLO 14 E’ IL REALITY PIU’ VISTO DI CANALE 5 DI SETTEMBRE E OTTOBRE” (questa potete capirla da soli…)

Attenzione: l’esempio di oggi riguarda l’Ufficio Stampa Mediaset, ma tutti gli uffici stampa ormai sono costretti, volenti o nolenti, a giocare a questo giochino dei numeri. Lo stesso ufficio stampa Sky, oggi, parlando di X Factor 9 risponde sventolando i suoi primati (soprattutto social, a quanto pare dimenticandosi di specificare che l’hashtag #XF9 era sponsorizzato):

Anche questo giovedì di X Factor ha segnato un importante record sui social: il Bootcamp trasmesso ieri è stato infatti il programma tv più twittato della giornata e della settimana con oltre 69.000 tweet. L’hashtag #XF9 è stato il più utilizzato della giornata di ieri, con picchi di 1000 tweet al minuto durante l’on air dello show. Per tutta la serata termini legati al programma sono entrati nella classifica dei Trending Topic di Twitter. Nel mese di settembre inoltre la crescita di X Factor è rilevante: gli autori dei tweet crescono 4 volte più del mercato, i Tweet 5 volte e Audience e impression quasi del doppio rispetto al resto dei programmi TV (fonte Nielsen Social). In continua crescita anche il sito web ufficiale xfactor.sky.it con oltre 1.5 milioni di pagine viste.

Per favore Uffici Stampa smettetela (o rifiutatevi) di strillare entusiastici numeri inutili e limitatevi a dare informazioni: non si deve sempre battere la concorrenza. A volte il risultato che ottieni soddisfa la tua società e non hai bisogno di trovare un avversario da battere, perché hai già vinto in partenza. Altre volte si perde e bisogna solo guardare avanti.

Per favore direttori di Rete e produttori di programmi non usate gli uffici stampa come se fossero il tappeto dove nascondere lo sporco. Smettetela di far dire che è tutto bello, riuscito, fantastico ed entusiasmante, perché il giorno che veramente ci sarà da strillare un dato pazzesco nessuno ci darà peso. Se la credibilità finisce, finisce.