Emmy Awards 2015 | I vincitori: Game of Thrones, Veep e Transparent

Il liveblogging della cerimonia di premiazione degli Emmy Awards 2015, che decreteranno le migliori serie tv dell’anno scorso, in onda in diretta su Rai 4

  • 01:03

    Inizia la diretta, con il Red Carpet prima della premiazione.

  • 01:04

    Kevin Spacey si dice contento che numerose piattaforme online realizzino serie tv originali, come Netflix ha fatto con House of Cards.

  • 01:12

    Ecco Ellie Kemper, protagonista di Unbreakable Kimmy Schmidt

  • 01:14

    Jeffrey Tambor di Trasnparent: “La nostra è una comedy”.

  • 01:27

    Il cast di Silicon Valley: “La nostra serie tv piace perchè le persone si identificano”

  • 01:33

    Con Candida Morvillo, intanto, si parla del look degli attori.

  • 01:34

    Morvillo e Canino concordano che gli uomini sono più eleganti delle donne.

  • 01:39

    Mayim Bialik di The Big Bang Theory, anche lei candidata

  • 01:42

    Liev Schreiber di Ray Donovan: “Le star si vestono come gli dicono di vestirsi, poi si portano dei bicchieri di tequila per stare meglio”.

  • 01:44

    Matt LeBlanc: “E’ divertente prendere in giro Hollywood”.

  • 01:51

    C’è anche Lady Gaga, sobria nel look.

  • 02:03

    Inizia la cerimonia. La clip d’apertura mostra Andy Samberg alle prese con la visione di un anno di tv. Nella clip sono presenti Jon Hamm, Kerry Washington e Nathan Fillion.

  • 02:05

    Samberg: “Justin Timberlake non viene. Gli Emmy celebrano il meglio in tv, quindi non si parla di libri”.

  • 02:07

    “Se parlate troppo non sarete tagliati dall’orchestra, ma dalla suora cattiva di Game of Thrones”. Non manca una battuta su Donald Trump

  • 02:11

    “Abbiamo detto addio a Mad Men ed a True Detective, anche se questo va ancora in onda”.

  • 02:15

    Il primo premio è per la categoria Miglior attrice di una serie tv comedy, vinto da Allison Janney per Mom.

  • 02:24

    Il premio per la categoria Miglior sceneggiatura di una serie tv comedy va a Veep.

  • 02:28

    Ricky Gervais sa che non vincerà l’Emmy, e se ne fa portare uno per farsi fare una foto.

  • 02:29

    Il premio per la categoria Miglior attore non protagonista di una serie tv comedy va a Tony Hale per Veep

  • 02:37

    Bradley Whitford per Transparent e Joan Cusack per Shameless hanno vinto nelle categoria Miglior attore guest-star di una serie tv comedy e Miglior attrice guest-star di una serie tv comedy, già premiati la settimana scorsa.

  • 02:40

    La categoria per la Miglior regia di una serie tv comedy è vinto da Transparent.

  • 02:44

    Il premio come Miglior attore protagonista di una serie tv comedy va a Jeffrey Tambor per Transparent, come votato anche dai lettori di TvBlog. L’attore ringrazia i suoi insegnanti e la sua famiglia. “Voglio dedicare questa interpretazione alla comunità transgender”.

  • 02:55

    La categoria come Miglior attrice protagonista di una serie tv comedy va a Julia Louis-Dreyfus per Veep, come votato anche dai lettori di TvBlog. L’attrice raggiunge un record: è la più premiata in questa categoria con Mary Tyler Moore

  • 02:59

    Il premio per il Miglior reality show va a The Voice.

  • 03:06

    James Corden presenta coloro che hanno contato i voti per le premiazioni.

  • 03:09

    La categoria Miglior sceneggiatura di una miniserieè stata vinta da Olive Kitteridge.

  • 03:13

    Il premio come Miglior attrice non protagonista di una miniserie è andato a Regina King per American Crime.

  • 03:18

    Il premio come Miglior regia di una miniserie va ad Olive Kitteridge.

  • 03:26

    La categoria Miglior attore non protagonista di una miniserie è stata vinta da Bill Murray per Olive Kitteridge. L’attore non è presente.

  • 03:29

    Samberg ironizza sul finale di Mad Men.

  • 03:30

    La categoria Miglior attrice protagonista di una miniserie è stata vinta da Frances McDormand per Olive Kitteridge

  • 03:35

    Cosa succede sul red carpet una volta che inizia la cerimonia? Tatiana Maslany va in cerca di oggetti di valore, ma trova dei fagioli.

  • 03:37

    Il premio come Miglior attore protagonista di una miniserie è stato vinto da Richard Jenkins per Olive Kitteridge.

  • 03:42

    La categoria Miglior miniserie è stata vinta da Olive Kitteridge, che sta facendo incetta di premi.

  • 03:50

    E’ il compleanno di George R.R. Martin, festeggiato con l’immagina della sua prima partecipazione agli Emmy Awards. Samberg lo ringrazia per avergli “detto che Jon Snow è vivo”.

  • 03:55

    Il premio come Miglior talk show varietà va a The Daily Show with Jon Stewart.

  • 03:56

    La categoria Miglior sketch show va ad Inside Amy Schumer.

  • 04:04

    La categoria Miglior regia di un varietà è stata vinta da The Daily Show with Jon Stewart

  • 04:07

    Il premio come Miglior Talk Show va a The Daily Show with Jon Stewart.

  • 04:10

    Reg E. Cathey per House of Cards e Margo Martindale per The Americans hanno vinto nelle categorie Miglior attore guest-star di una serie tv drama e Miglior attrice guest-star di una serie tv drama, mentre la categoria Miglior sceneggiatura di una serie tv drama va a Game of Thrones

  • 04:21

    Il premio di Miglior attrice non protagonista di una serie tv drama è stato vinto da Uzo Aduba per Orange is the New Black.

  • 04:23

    La categoria Miglior regia di una serie tv drama va a Game of Thrones.

  • 04:31

    Il premio come Miglior attore non protagonista di una serie tv drama va a Peter Dinklage. “Non ero pronto, stavo masticando una gomma”, dice. E ringrazia gli autori e George R.R. Martin.

  • 04:32

    Il momento “In memoriam”, per onorare gli artisti scomparsi l’anno scorso.

  • 04:42

    La categoria Miglior attore protagonista di una serie tv drama è stata vinta da Jon Hamm per Mad Men, dopo essere stato nominato per anni. Standing ovation per l’attore, che ringrazia la sua famiglia.

  • 04:46

    Il premio di Miglior attrice protagonista di una serie tv drama è stato vinto da Viola Davis per Le regole del delitto perfetto. E’ la prima attrice di colore a vincere in questa categoria. “L’unica cosa che divide una donna di colore dalle altre è l’opportunità”, dice.

  • 04:54

    La Miglior comedy è Veep, che toglie lo scettro a Modern Family.

  • 04:59

    La categoria Miglior Drama è stata vinta da Game of Thrones. La serata di premiazione finisce.

Sono Game of Thrones, Veep, Transparent ed Olive Kitteridge i vincitori degli Emmy Awards 2015: serie tv già note ai telespettatori che quest’anno hanno ricevuto i premi più importanti. Game of Thrones, oltre che vincere come Miglior regia di una serie tv drama e Miglior sceneggiatura di una serie tv drama, ha anche vinto come Miglior attore non protagonista di una serie tv drama, con Peter Dinklage, e soprattutto come Miglior Drama, superando Mad Men, che era tra le favorite.

La serie tv della Amc si è dovuta “accontentare” della categoria Miglior attore protagonista di una serie tv drama, con Jon Hamm, finalmente vincitore dopo essere stato nominato otto volte. Transparent, altra favorita della serata, non se ne è andata a casa a mani vuote: ha vinto come come Miglior regia di una serie tv comedy e come Miglior attore protagonista di una serie tv comedy, con Jeffrey Tambor. La serie tv è stata battuta da Veep nella categoria Miglior Comedy: lo show della Hbo ha superato Modern Family, vincitrice della categoria per cinque volte. La protagonista Julia Louis-Dreyfus, vincitrice nella categoria Miglior attrice protagonista di una serie tv comedy, ha raggiunto il record di vittorie in una categoria, a pari merito con Mary Tyler Moore.

Per le miniserie, vittoria schiacciante di Olive Kitteridge della Hbo, vincitrice in tutte le categorie relative alle miniserie. Tra gli eventi della serata, inoltre, la vittoria di Viola Davis come Miglior attrice protagonista di una serie tv drama per Le regole del delitto perfetto, prima donna di colore a vincere in questa categoria. Infine, tra le categorie che sono state al centro dei Toto Emmy Awards 2015, quattro hanno visto vincere il preferito dei lettori di TvBlog, ovvero Miglior Drama, Miglior attore protagonista di una serie tv comedy, Miglior attrice protagonista di una serie tv comedy e Miglior attore non protagonista di una serie tv comedy. Di seguito, i vincitori.

Emmy Awards 2015, i vincitori

    Miglior Drama

Game of Thrones (Hbo) 
Better Call Saul (Amc).
Downton Abbey (Itv) 
Homeland (Showtime) 
House of Cards (Netflix) 
Mad Men (Amc) 
Orange is the New Black (Netflix)

    Miglior Comedy

Veep (Hbo)
Louie (Fx) 
Modern Family (Abc) 
Parks and recreation (Nbc) 
Silicon Valley (Hbo) 
Transparent (Amazon Instant Video) 
Unbreakable Kimmy Schmidt (Netflix) 

    Miglior Miniserie

Olive Kitteridge (Hbo) 
American Crime (Abc) 
American Horror Story: Freak Show (Fx) 
The Honorable Woman (Bbc Two) 
Wolf Hall (Bbc Two)

    Miglior film-tv

Bessie (Hbo)
Agatha Christie’s Poirot—Curtain: Poirot’s Last Case (Itv) 
Grace of Monaco (Lifetime) 
Hello Ladies: The Movie (Hbo) 
Killing Jesus (National Geographic) 
Nightingale (Hbo)

    Miglior attore protagonista in una serie tv drama

Jon Hamm, per il ruolo di Don Draper in Mad Men (Amc) 
Kyle Chandler, per il ruolo di John Rayburn in Bloodline (Netflix) 
Jeff Daniels, per il ruolo di Will McAvoy in The Newsroom (Hbo) 
Bob Odenkirk, per il ruolo di Saul Goodman in Better Call Saul (Amc) 
Liev Schreiber, per il ruolo di Ray Donovan in Ray Donovan (Showtime) 
Kevin Spacey, per il ruolo di Frank Underwood in House of Cards (Netflix)

    Miglior attrice protagonista per una serie tv drama

Viola Davis, per il ruolo di Annalise Keating ne Le regole del delitto perfetto (Abc) 
Clare Danes, per il ruolo di Carrie Matheson in Homeland (Showtime) 
Taraji P. Henson, per il ruolo di Cookie Lyon in Empire (Fox) 
Tatiana Maslany, per il ruolo di Sarah Manning, Alison Hendrix, Cosima Niehaus ed Helena in Orphan Black (Bbc America) 
Elisabeth Moss, per il ruolo di Peggy Olson in Mad Men (Amc) 
Robin Wright, per il ruolo di Claire Underwood in House of Cards (Netflix)

    Miglior attore protagonista per una serie tv comedy

Jeffrey Tambor, per il ruolo di Maura Pfefferman in Transparent (Amazon Instant Video)
Anthony Anderson, per il ruolo di Andre ‘Dre’ Johnson Sr. in black-ish (Abc) 
Louis C.K., per il ruolo di Louie in Louie (Fx) 
Don Cheadle, per il ruolo di Marty Kaan in House of Lies (Showtime) 
Will Forte, per il ruolo di Phil Miller in The Last Man On Earth (Fox) 
Matt LeBlanc, per il ruolo di sè stesso in Episodes (Showtime) 
William H. Macy, per il ruolo di Frank Gallagher in Shameless (Showtime) 

    Miglior attrice protagonista di una serie tv comedy

Julia Louis-Dreyfus, per il ruolo di Selina Meyer in Veep (Hbo) 
Edie Falco, per il ruolo di Jackie Peyton in Nurse Jackie (Showtime) 
Lisa Kudrow, per il ruolo di Valerie Cherish in The Comeback (Hbo) 
Amy Poehler, per il ruolo di Leslie Knope in Parks and recreation (Nbc) 
Amy Schumer, per Inside Amy Schumer (Comedy Central) 
Lily Tomlin, per il ruolo di Frankie Bergstein in Grace and Frankie (Netflix)

    Miglior attore protagonista di una miniserie o film-tv

Richard Jenkins, per il ruolo di Henry Kitteridge in Olive Kitteridge (Hbo) 
Timothy Hutton, per il ruolo di Russ Skokie in American Crime (Abc) 
Ricky Gervais, per il ruolo di Derek Noakes in Derek Special (Channel 4) 
Adrien Brody, per il ruolo di Harry Houdini in Houdini (History Channel) 
David Oyelowo, per il ruolo di Peter Snowden in Nightingale (Hbo) 
Mark Rylance, per il ruolo di Thomas Cromwell in Wolf Hall (Bbc Two)

    Miglior attrice protagonista di una miniserie o film-tv

Frances McDormand, per il ruolo di Olive Kitteridge in Olive Kitteridge (Hbo) 
Felicity Huffman, per il ruolo di Barbara “Barb” Hanlon in American Crime (Abc) 
Jessica Lange per il ruolo di Elsa Mars in American Horror Story: Freak Show (Fx) 
Queen Latifah, per il ruolo di Bessie Smith in Bessie (Hbo) 
Maggie Gyllenhaal, per il ruolo di Nessa Stein in The Honorable Woman (Bbc Two) 
Emma Thompson, per il ruolo di Mrs. Lovett in Sweeney Todd

    Miglior attore non protagonista in un drama

Peter Dinklage, per il ruolo di Tyrion Lannister in Game of Thrones (Hbo) 
Jonathan Banks, per il ruolo di Mike Ehrmantraut in Better Call Saul (Amc) 
Ben Mendelsohn, per il ruolo di Danny Rayburn in Bloodline (Netflix) 
Jim Carter, per il ruolo di Charles Carson in Downton Abbey (Itv) 
Michael Kelly, per il ruolo di Doug Stamper in House of Cards (Netflix) 
Alan Cumming, per il ruolo di Eli Gold in The Good Wife (Cbs)

    Miglior attrice non protagonista in un drama

Uzo Aduba, per il ruolo di Suzanne “Crazy Eyes” Warren in Orange is the New Black (Netflix) 
Joanne Froggatt, per il ruolo di Anna Bates in Downton Abbey (Itv) 
Lena Headey, per il ruolo di Cercei Lannister in Game of Thrones (Hbo) 
Emilia Clarke, per il ruolo di Daenerys Targaryen in Game of Thrones (Hbo) 
Christina Hendricks, per il ruolo di Joan Harris in Mad Men (Amc) 
Christine Baranski, per il ruolo di Diane Lockhart in The Good Wife (Cbs)

    Miglior attore non protagonista di una comedy

Tony Hale, per il ruolo di Gary Walsh in Veep (Hbo)
Andre Braugher, per il ruolo di Raymond “Ray” Holt in Brooklyn Nine-Nine (Fox) 
Adam Driver, per il ruolo di Adam Sackler in Girls (Hbo) 
Keegan-Michael Key, per Key & Peele (Comedy Central) 
Ty Burrell, per il ruolo di Phil Dunphy in Modern Family (Abc) 
Tituss Burgess, per il ruolo di Titus Andromedon in Unbreakable Kimmy Schmidt (Netflix) 

    Miglior attrice non protagonista di una comedy

Allison Janney, per il ruolo di Bonnie Plunkett in Mom (Cbs) 
Niecy Nash, per il ruolo di Denise “DiDi” Ortley in Getting On (Hbo) 
Julie Bowen, per il ruolo di Claire Dunphy in Modern Family (Abc) 
Kate McKinnon, per Saturday Night Live (Nbc) 
Mayim Bialik, per il ruolo di Amy Farrah Fowler in The Big Bang Theory (Cbs) 
Gaby Hoffmann, per il ruolo di Alexandra “Ali” Pfefferman in Transparent (Amazon Instant Video) 
Jane Krakowski, per il ruolo di Jacqueline Voorhees in Unbreakable Kimmy Schmidt (Netflix) 
Anna Chlumsky, per il ruolo di Amy Brookheimer in Veep (Hbo)

    Miglior attore non protagonista di una miniserie o film-tv

Bill Murray, per il ruolo di Jack Kennison in Olive Kitteridge (Hbo)
Richard Cabral, per il ruolo di Hector Tontz in American Crime (Abc) 
Denis O’Hare, per il ruolo di Stanley in American Horror Story: Freak Show (Fx) 
Finn Wittrock, per il ruolo di Dandy Mott in American Horror Story: Freak Show (Fx) 
Michael Kenneth Williams, per il ruolo di Jack Gee in Bessie (Hbo) 
Damian Lewis, per il ruolo di Enrico VIII d’Inghilterra in Wolf Hall (Bbc Two)

    Miglior attrice non protagonista di una miniserie o film-tv

Regina King, per il ruolo di Aliyah Shadeed in American Crime (Abc) 
Sarah Paulson, per il ruolo di Bette e Dot Tattler in American Horror Story: Freak Show (Fx) 
Angela Bassett, per il ruolo di Desiree Dupree in American Horror Story: Freak Show (Fx) 
Kathy Bates, per il ruolo di Ethel Darling in American Horror Story: Freak Show (Fx) 
Mo’Nique, per il ruolo di Ma Rainey in Bessie (Hbo) 
Zoe Kazan, per il ruolo di Denise Thibodeau in Olive Kitteridge (Hbo)

    Miglior attore guest-star in un drama

Reg E. Cathey, per il ruolo di Freddy Hayes in House of Cards (Netflix) 
Alan Alda, per il ruolo di Alan Fitch in The Blacklist (Nbc) 
Michael J. Fox, per il ruolo di Louis Canning in The Good Wife (Cbs) 
F. Murray Abraham, per il ruolo di Dar Adal in Homeland (Showtime) 
Beau Bridges, per il ruolo di Barton Scully in Masters of Sex (Showtime) 
Pablo Schreiber, per il ruolo di George Mendez in Orange is the New Black (Netflix)

    Miglior attrice guest-star in un drama

Margo Martindale, per il ruolo di Claudia in The Americans (Fx)
Diana Rigg, per il ruolo di Lady Olenna Tyrell in Game of Thrones (Hbo) 
Rachel Brosnahan, per il ruolo di Rachel Posner in House of Cards (Netflix) 
Cicely Tyson, per il ruolo di Ophelia Harkness ne Le regole del delitto perfetto (Abc) 
Allison Janney, per il ruolo di Margaret Scully in Masters of Sex (Showtime) 
Khandi Alexander, per il ruolo di Maya Pope in Scandal (Abc) 

    Miglior attore guest-star in una comedy

Bradley Whitford, per il ruolo di Marcy in Transparent (Amazon Instant Video) 
Mel Brooks, per il ruolo di sè stesso in The Comedians (Fx) 
Paul Giamatti, per Inside Amy Schumer (Comedy Central) 
Bill Hader, per Saturday Night Live (Nbc) 
Louis C.K., per Saturday Night Live (Nbc) 
Jon Hamm, per il ruolo di Richard Wayne Gary Wayne in Unbreakable Kimmy Schmidt (Netflix)

    Miglior attrice guest-star in una comedy

Joan Cusack, per il ruolo di Sheila Jackson in Shameless (Showtime) 
Gaby Hoffmann, per il ruolo di Caroline Sackler in Girls (Hbo) 
Pamela Adlon, per il ruolo di Pamela in Louie (Fx) 
Elizabeth Banks, per il ruolo di Sal in Modern Family (Abc) 
Christine Baranski, per il ruolo di Beverly Hofstadter in The Big Bang Theory (Cbs) 
Tina Fey, per il ruolo di Marcia in Unbreakable Kimmy Schmidt (Netflix)

    Miglior reality show

The Voice (Nbc)
The Amazing Race (Cbs) 
Dancing With The Stars (Abc 
Project Runway (Bravo) 
So You Think You Can Dance (Fox) 
Top Chef (Bravo) 

Emmy Awards 2015, la diretta su Rai 4

Emmy Awards 2015Si terrà questa notte la cerimonia di premiazione degli Emmy Awards 2015, 67esima edizione dei famosi premi assegnati ogni anno alle serie tv ed agli attori migliori della stagione televisiva scorsa. Anche quest’anno, la diretta sarà trasmessa da Rai 4 a partire dalle 01:00.

Emmy Awards: cosa sono

Gli Emmy Awards sono dei premi assegnati dall’Academy of Television Arts & Sciences, che ogni anno seleziona le migliori serie tv americane andate in onda, assegnando loro il premio a seconda delle diverse categorie. La cerimonia di premiazione, che si terrà al Microsoft Theatre di Hollywood di Los Angeles, è anche un’occasione per la televisione americana di avere una serata di varietà, con momenti comici e di spettacolo.

Emmy Awards 2015: il conduttore Andy Samberg

Il conduttore di questa edizione degli Emmy Awards sarà Andy Samberg, attore comico diventato famoso al grande pubblico per aver lavorato al Saturday Night Live. Da tre stagioni, però, è protagonista della comedy Brooklyn Nine-Nine, in onda sulla Fox (che trasmette la cerimonia di premiazione) ed ambientata all’interno di un distretto di polizia di New York.

Emmy Awards 2015 in Italia

Gli Emmy Awards 2015 andranno in onda su Rai 4 dalle 01:00, con il commento di Fabio Canino e di Andrea Fornasiero. Si potrà seguire la trasmissione anche in Hd, sul canale 501 ed in doppio audio.

Emmy Awards 2015: come vederli

Sarà possibile, quindi, seguire il programma su Rai 4, sul canale 501, ma anche in streaming sul sito della Rai. Inoltre, Rai 4 manderà in onda la cerimonia di premiazione in replica domani alle 22:50.

Emmy Awards 2015: second screen

Sarà possibile commentare la diretta sulle pagine di Rai 4 di Twitter e Facebook utilizzando l’hashtag #EmmysRai4.


Ultime notizie su Emmy Awards

Tutto sugli Emmy Awards

Tutto su Emmy Awards →