Tori Spelling e 90210: la pagano poco, e minaccia di non tornare. Intanto quelli di Lost riaprono le trattative

Tori SpellingBrutta cosa l'invidia. Soprattutto quando, in tv, a rimetterci sono anche i fan che si ritrovano senza la loro serie o senza il loro personaggio preferito solo per un capriccio di un attore o di un altro.

E' quello che è successo nel backstage dell'attesa "90210", per il cui debutto mancano meno di 30 giorni. Tori Spelling, che è stata insieme a Jennie Garth tra i primi attori del cast originale ad accettare di tornare sul set del teen drama, ora fa marcia indietro. E, se inizialmente il motivo doveva essere la nascita del suo secondo figlio, che l'avrebbe portata a posticipare la sua entrata nel cast, ora le cose si fanno più chiare.

Altro che cuore di mamma: la Spelling non avrebbe visto di buon occhio la ricompensa che verrà data alle sue colleghe, la Garth e Shannen Doherty (che ritorna dopo un'assenza più lunga), ben superiore rispetto a quella attribuita a lei: tra i 35 ed i 50 mila dollari ad episodio contro i suoi "miseri" 10-20 mila dollari. Da qui, il comunicato del suo rappresentante secondo cui "al momento, non ci sono piano per Tori Spelling in 90210", confermato da The Cw. Che fine farà il suo personaggio, che avrebbe dovuto gestire un negozio d'abbigliamento alla moda frequentato dai nuovi protagonisti?

Meglio spostarsi dove l'invidia è più lontana, ovvero sull'isola di "Lost": anche per gli attori del celebre telefilm è tempo di negoziare i compensi per le nuove puntate. I protagonisti Matthew Fox ed Evangeline Lily attualmente, per ogni mistero da risolvere e nemici da evitare, incassano 150 mila dollari ad episodio. E gli altri naufraghi? La maggior parte del cast guadagna di meno, 80 mila dollari a puntata, ma anche per loro le trattative sono state riaperte. Con l'augurio, da parte nostra, che non ci sia qualche capriccioso che mandi in rovina le idee degli autori per il suo personaggio.

[Via UsMagazine]

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: