Focus Ascolti - Bilancio stagione 2011-'12: L'Eredità (Rai1)

Chiudiamo la rassegna del bilancio dei programmi del day time e del preserale di questa stagione televisiva 2011-2012 appena terminata con il programma leader di fascia condotto su Rai1 tutti i giorni prima del Tg1 delle ore 20 dal neo sposo Carlo Conti L’eredità. Partiamo subito dal dato medio totale (18:48-19:54) di questa stagione (fino al 30 maggio) che è stato di 4.085.000 telespettatori pari al 21,9% di share. La puntata più vista è stata la seconda parte del 6 febbraio che fece registrare 6.749.000 telespettatori pari al 24,97% di share. La meno vista è stata la prima parte (La sfida dei 6) andata in onda il 17 settembre con 2.140.000 telespettatori pari al 17,22% di share.

La media della passata stagione dell’Eredità (prima e seconda parte) fu di 4.469.000 telespettatori pari al 25,08% di share. Il profilo del pubblico che segue il game condotto da Carlo Conti è formato per il 36,48% da uomini e per il 63,52% da donne. Per età lo 0,91% è per il target 4-7 anni, per l’1,73% 8-14 anni, 2,95% 15-24 anni, 4,95% 25-34 anni, 6,61% 35-44 anni, 10,65% 45-54 anni, 17,81% 55-64 anni e per il 54,39% da over 65. Per classi socio economiche il pubblico è formato per il 10,59% dalla classe AA, per il 10,64% dalla BB, 29,7% MB, 3,37% BA, 13,44% AB e per il 32,24% dalla classe MA.

Per livello d’istruzione il profilo del pubblico dell’Eredità è composto per il 2,39% da nessuna istruzione, per il 43,73% da elementare, 27,12% media inferiore, 21,71% media superiore e per il 5,05% da laurea. Le percentuali di share per targets ci dicono di un 24,33% donne e 18,56% uomini. Per età le percentuali più alte sono per gli over 65 con il 34,84% e 55-64 con il 22,19%. Per classi socio economiche gli share più alti sono per la AB con il 32% e MB con il 21,99%, mentre per livello d’istruzione sono elementare con il 31,72% e laurea con il 19,67%. Vediamo ora in quali regioni l’Eredità ottiene lo share più alto ed in quali lo share più basso.

La regione che dona al game condotto da Carlo Conti la percentuale di share più alta è la Basilicata con il 33,91%, seguita dall’Abruzzo con il 29,52% e dalla Puglia con il 29,2%. Le regioni con le percentuali più basse sono il Trentino Alto Adige con il 12,98%, la Lombardia con il 14,45% ed il Friuli Venezia Giulia con il 14,57% di share.

  • shares
  • +1
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: