Analisi Tv - #Widg sta arrivando. Ed è "social" e aperto a tutti

Widg Mentre prosegue la comunicazione con tutti coloro (siete veramente tanti) che hanno partecipato alla fase di "preselezione" per l'esperimento di analisi tv che abbiamo lanciato qualche giorno fa e sul quale, a breve, saremo più dettagliati, abbiamo lanciato la fase di presentazione dell'esperimento stesso e di tutti gli annessi e connessi.

Si tratterà di un'iniziativa ad ampio respiro, dal nome WIDG (un acronimo che sta per Web Indice Di Gradimento), aperta a tutte le realtà sul web che vorranno partecipare, con una propulsione che nasce da TvBlog, Realityshow.blogosfere.it e Cinetivu.com, ma chiunque vorrà partecipare con contenuti e idee sarà ben accetto: il progetto è assolutamente orizzontale e - per usare un'espressione magari un po' abusata - nasce "dal basso". Non ci sono committenti, nè aziende che sponsorizzino l'iniziativa, nè interessi altri: c'è solo la buona volontà di chi ha deciso di provare a creare una sperimentazione e, contestualmente, la produzione di contenuti sul tema della qualità televisiva, della misurazione degli ascolti, dell'equivoco qualità vs. quantità e via dicendo. L'obiettivo? Conoscere, capire e ricercare la qualità in tv. Insieme, senza che nessuno si metta in cattedra.

Rendetevi complici dell'iniziativa: è aperta a tutti, è davvero social.

Cominciamo a considerare il tema, la domanda Com'è la tv che vorresti?

Si può sviluppare in 140 caratteri su Twitter, con l'hashtag #WIDG, oppure senza limiti di spazio sui vostri blog o profili Facebook (in quel caso, però, se volete che le vostre riflessioni vengano aggregate al progetto, dovreste segnalarcele, naturalmente).

Le attività del progetto vengono aggregate sulla pagina Facebook di WIDG e sull'apposito Storify.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: