MotoGP: Simoncelli cade e muore. La tragedia in diretta tv

Marco Simoncelli
Chi era sintonizzato su Italia1 pochi istanti fa ha potuto assistere ad un altro tragico evento, l'ennesimo: la gravissima caduta di Marco Simoncelli - ne parlano anche i cugini di Motoblog -, coinvolto suo malgrado in un incidente durante la gara di MotoGp di Sepang. Le notizie che giungono fino ad ora non sono per nulla confortanti: il nostro campione pare in pericolo di vita, è arrivato al centro medico in arresto cardiocircolatorio e la gara è stata sospesa.

Anche questa volta la dura legge dello spettacolo ha avuto la meglio e le immagini del circuito hanno continuato ad andare in onda, ma contrariamente al solito i commentatori - Loris Reggiani e Guido Meda - non hanno nascosto uno stato emotivo "pesante", un grave imbarazzo nel continuare a commentare quanto accaduto.

Anche nello studio di Milano l'atmosfera di disagio è palpabile. Cereghini dice che in momenti del genere bisognerebbe solamente rimanere in silenzio, ma purtroppo non si può fare. E infatti vengono mostrate nuovamente le brutte immagini dell'incidente, con Simoncelli privo di sensi. Si analizza la dinamica, si parla della pericolosità della moto - ribadendo nuovamente l'imbarazzo e il brutto stato d'animo -, in attesa che dal centro medico giungano notizie sul pilota. Sperando che siano positive.

Ore 10.56. Purtroppo Marco Simoncelli non ce l'ha fatta ed è morto. L'annuncio ancora una volta in diretta tv prima da parte di un inviato Mediaset, poi dal portavoce. Silenzio in studio e qualche lacrima dei giornalisti, che chiedono scusa agli spettatori.

  • shares
  • Mail
56 commenti Aggiorna
Ordina: