Raiuno: Vincent Perez protagonista de Il prefetto di ferro, Elena Santarelli guest star di Don Matteo 8

Vincent Perez Elena SantarelliHa un volto il protagonista de "Il prefetto di ferro", la nuova fiction di Raiuno le cui riprese inizieranno il 26 settembre: si tratta di Vincent Perez, attore svizzero noto anche per aver partecipato al film-tv "Lo scandalo della banca romana" (era Clemente). A lui toccherà vestire i panni di Cesare Mori, personaggio vissuto nella prima metà del Novecento ed a cui è dedicata la fiction, prodotta da Artis.

Mori, nato a Pavia, fu senatore del Regno d'Italia e, nel 1924, venne mandato in Sicilia, prima a Trapani, poi, un anno dopo,a Palermo. Qui si fa conoscere per la sua determinazione a sconfiggere la Mafia, tanto che Benito Mussolini gli diede poteri straordinari per operare su tutta l'isola. La sua azione, che passò anche per gesti fuori dalle norme (come rapire donne e bambini per intimidire i criminali, o torturare i malavitosi), gli fece guadagnare l'appellativo di "prefetto di ferro".

Perez va così ad interpretare un ruolo che fu già di Giuliano Gemma nell'omonimo film di Pasquale Squitieri del 1977. La regia, stando all'agenzia Asca, sarà di Alessandro Capone ("I delitti del cuoco", "Distretto di Polizia"), mentre la location sarà la Puglia, tanto che l'Apulia film commission ha appoggiato il progetto. Novità, sempre su Raiuno, anche per "Don Matteo 8", che andrà in onda dal 15 settembre.

Elena Santarelli sarà infatti guest star di uno degli episodi della serie, con protagonista Terence Hill. In particolare, la Santarelli (vista di recente di "Plastic") sarà "una modella che torna a Gubbio dopo tanti anni per fare la madrina a una sfilata di abiti da sposa".

Il suo personaggio sarà coinvolto nel caso di puntata, e rischierà la vita. La prima esperienza nella fiction della Santarelli (se si esclude una stagione in "Camera Cafè", mentre al cinema ha lavorato in quattro film, tra cui "Baciato dalla fortuna", in uscita il prossimo mese), è andata bene, anche se lei stessa ammette su "Tv Sorrisi e Canzoni" di avere avuto paura di non farcela:

"Non era facile entrare in un gruppo collaudato come quello di 'Don Matteo', eppure sono stata accolta con grande disponibilità da tutti. A partire da Terence Hill, una persona sensibile e disponibile oltre che un grande attore. Sul set mi ha dato consigli e, dopo una scena in cui dovevo piangere, mi ha fatto i complimenti".

Chi potrebbe storcere il naso di fronte ad una sua carriera nella fiction, la Santarelli risponde ammettendo di non sentirsi a suo agio davanti alla macchina da presa come con la telecamera:

"...la tv è il mio mondo, mi sento casa mia, non provo l'imbarazzo che invece mi prende quando sono sul un set cinematografico. Non lavoro per fatturare soldi, non mi serve. Accetto solo proposte che mi sembrano più adatte al mio modo di essere".

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: