Buffy, confermato il film senza Joss Whedon (che dice...)

Buffy
UPDATE: Joss Whedon ha commentato la decisione della Warner Bros. di realizzare un film di "Buffy" senza la sua collaborazione. Dopo il salto, trovare le sue dichiarazioni.

La Warner Bros. ha intenzione di portare "Buffy" al cinema. Ha acquistato i diritti dai produttori Fran e Kaz Kuzui, che li detengono fin dal primo film dedicato all'ammazzavampiri, del 1992, e che hanno realizzato anche le sette stagioni della serie tv scritta da Joss Whedon.

E proprio Joss Whedon, l'artefice del Buffyverse, colui che è riuscito a portare in tv una delle serie che ancora oggi, a sette anni dalla sua conclusione, è ricordata da molti come una delle migliori degli ultimi anni, non farà parte del progetto. La notizia, non è nuova, ma ora arriva la conferma che l'autore della serie non scriverà la sceneggiatura del film.

Al suo posto ci sarà Whit Anderson, già al lavoro. Whedon non parteciperà neanche alla produzione del film, dal momento che la sua Mutant Enemy non compare tra le produttrici del progetto (che invece vede impegnate la Atlas e la Vertigo Entertainment, con Doug Davison e Roy Lee). Insomma, quello che dovremmo vedere al cinema -tra un anno circa- sarà un vero e proprio remake, con un nuovo cast ed una nuova mente alle spalle.

"Anderson si è presentato a noi", ha detto Charles Roven della Atlas, "con un'entusiasmante idea su come rinnovare 'Buffy' . Siamo elettrizzati all'idea di lavorare con Doug e Roy nel reimmaginare Buffy ed il suo mondo. I dettagli del film sono segreti, ma posso dire che questa non sarà la vostra Buffy del liceo, ma sarà arguta, dura e sexy come la ricordiamo."

Di certo, sarà una bella sfida, così come sarà divertente scoprire quali sono le nuove idee che vogliono presentare al pubblico. Mancheranno dei personaggi, ce ne saranno di nuovi, ma difficilmente si riuscirà a cancellare del tutto la mitologia creata da Whedon.

La Warner Bros., però, sta giocando con il fuoco. Perchè da come descrive il progetto sembra che non sappia che il fandom di "Buffy" sia uno dei più popolari e fedeli della serialità americana, e che molto difficilmente accetterà una nuova cacciatrice o una nuova storia, per di più senza chiedere aiuto al suo creatore storico, sebbene Roven annunci che c'è "una grossa fetta di fan che sta aspettando con impazienza il ritorno di questo personaggio al cinema".

I remake, lo sappiamo, spesso non sono amati, sia perchè sono sintomo di mancanza di idee sia perchè il pubblico si affeziona ai personaggi storici. Quando, poi, lo show è finito recentemente, è molto difficile trovare qualcosa che possa piacere anche a chi ha apprezzato la serie originale.

Perchè, allora, non si è cercato di lavorare ad un sequel di "Buffy", portando al cinema Sarah Michelle Gellar ed il resto del cast? Possiamo immaginare le difficoltà che ne sarebbero nate, sia per gli artisti che per i budget, ma un tentativo si sarebbe potuto fare. Ora, invece, rischiamo di avere una copia "aggiornata" di una serie già cult.

Arriva, intanto, il commento di Joss Whedon che, contattato da Entertainment Weekly, ha commentato col suo solito tono ironico (e non solo) la notizia:

"E' riflesso molto triste dei nostri tempi, quando la gente deve nutrirsi delle carcasse di storie da loro amate in gioventù -solo perchè non riesco a pensare ad un'idea originale per loro, come ho fatto con 'The Avengers'. Ovviamento ho vari e forti sentimenti a proposito. La mia prima reazione è stata 'Whit Stillman E Wes Anderson? Sarà il film più sarcasticamente adorabile di sempre (l'autore scherza sul fatto che a scrivere la scenggiatura sia Whit Anderson, ndr). Evidentemente sono stato male informato. Allora ho pensato 'farò una fortuna!' Varrà più di tutti i miei residui di Toy Story!' Evidentemente vengo raramente informato di tutto. E lentamente. Ma seriamente, i vampiri sono ancora popolari?

Ho sempre sperato che 'Buffy' vivesse anche dopo la mia morte. Ma DOPO. Non amo l'idea che la mia creazione sia in altre mani, ma so anche che ci sono tante altre mani oltre alle mie che hanno reso quello show ciò che è stato. E non ci sono basi legali per fare qualcosa se non sospirare rumorosamente. Non posso augurare il male a delle persone appassionate al mio piccolo mito. Posso però, approfittarne per annunciare che farò un film su Batman. Perchè c'è un franchise che ha davvero bisogno di essere aggiornato. Quindi cercate 'Il Cavaliere Oscuro Sorge Prima Dell'Altro E Più Economicamente E A Toronto' nei cinema".

[Via (e foto da) Collider]

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 359 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO