Venice Music Awards 2010 è una sfilata di Amici: Carta canta (sempre) in playback, Scanu (sempre) bravo dal vivo

amici venice

Commentiamo in semi-tempo reale - o sarebbe il caso di dire "a caldo" - l'ormai consueto appuntamento con i Venice Music Awards, una delle tante premiazioni estive dall'utilità non pervenuta. Alla conduzione, per il secondo anno consecutivo, una coppia ormai collaudata che ha ricevuto il timone dell'evento da Francesco Facchinetti: Amadeus e Laura Barriales. L'anno scorso questa prima serata fu per entrambi un biglietto da visita del loro approdo su Raidue, in cui hanno poi condotto per tutta la stagione Mezzogiorno in famiglia. E già allora li commentammo favorevolmente. Questa sera non sono da meno, dimostrando allegria e leggerezza da vendere.

Amadeus resta un conduttore sprecato per una rete cadetta e soprattutto negli eventi musicali è competente e a suo agio (dopotutto, il Festivalbar non si scorda mai). In cerimoniali come questo, in più, riesce a essere meno impostato che nei quiz tirando fuori doti da intrattenitore alla Carlo Conti, che resta il suo più acerrimo rivale in fatto di "programmi ideali".

Altra dote che mi piace sottolineare è il rispetto costante per la valletta che ha di fianco, al di là di chi si tratti. Non ha mai quell'atteggiamento greve e maschilista di chi sfila la gonnella con gli occhi e gioca a fare battutacce da camerata. Questa sera, certo, ha parcheggiato dietro le quinte la compagna Giovanna Civitillo, ma glielo perdoniamo come peccato veniale visto che le vere imbucate in Rai sono altre.

E poi c'è Laura Barriales, questa sera più sfatta che mai forse per colpa dell'umidità da esterna, eppure genuina come poche. Qualcuno si domanderà ancora perché una come lei ce l'ha fatta e le altre no. Se pensate che il sottoscritto se lo chiede ancora sulla Hunziker, che a differenza della Barriales ha fatto della sua solarità un intoccabile vitalizio, allora bando a tutte le malelingue. La Barriales è una bella che balla, è a prova di volgarità e se fosse capitata nelle mani di Ricci starebbe già conducendo col Gabibbo Paperissima Sprint.

Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010


Venice Music Awards 2010

Arriviamo al piatto forte, i cantanti. O dovremmo dire la sfilata degli Amici di Maria De Filippi, che questa sera ha addirittura "prestato" alla tv di stato una serie di rvm tratti dal serale. Abbiamo rivissuto le vittorie del talent show di Marco Carta e Emma Marrone e quelle a Sanremo del primo e di Valerio Scanu. In più, a esibirsi in quanto premiata come The Voice, è stata Loredana Errore.

Nessuna traccia, stranamente, di Alessandra Amoroso e Marco Mengoni, forse coloro che più hanno catalizzato i riflettori su di sé in quest'anno, a livello di classifiche come di popolarità. Avranno avuto altri impegni? In compenso, a rappresentare la campana di X Factor era "solo" Giusy Ferreri, peraltro con l'ennesima cover "Ciao Amore ciao", seppur brillantemente interpretata.

Arriviamo alle vere note stonate. Con tutta la simpatia per il faccino umile di Carta, è mai possibile che la "Miglior Voce Maschile" sia di uno che canta sempre in playback? Passi giustificarlo una volta, ma tra un po' ci saremo dimenticati le sue epiche stecche...

Invece bisogna riconoscere che Valerio ("Premio Rivelazione") non si sottrae mai al live, peraltro con performances sempre molto intonate e di alto livello (peccato per la cofana come acconciatura). In playback anche l'altra vincitrice di Amici, Emma (che a quanto pare avrà registrato la sua esibizione da sola, visto che non si è mai incrociata sul palco con i conduttori) mentre la sua storica antagonista Loredana ha cantato dal vivo e ha poi interagito con i conduttori.

In conclusione, segnaliamo che RaiDue ha messo in campo tutti gli idoli dei talent nella prima ora di messa in onda, forse giocando d'anticipo rispetto all'uscita dei ragazzini per andare a ballare. Visti tutti insieme uno dopo l'altro si rischiava davvero l'indigestione...

Per fortuna poi sono arrivati Renzo Arbore e Roberto Vecchioni, salvo il dispiacere di non risentire i loro "vecchi" grandi successi. E nel gran finale è stata riproposta la partecipazione dell'anno scorso di Lelio Luttazzi, da poco venuto a mancare: fu giustamente insignito di un Premio Speciale alla Carriera.

Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010
Venice Music Awards 2010

Marco Carta ai Venice Music Awards 2009

Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards
Marco Carta ai Venice Music Awards

  • shares
  • Mail
604 commenti Aggiorna
Ordina: