Pietro Valsecchi in esclusiva a TvBlog: "Chi colpirà tra i Ris l'Angelo della Morte? Faremo Intelligence 2"

Pietro ValsecchiIl giorno dopo della premiere di Ris Roma, il produttore della Taodue Pietro Valsecchi raggiunto da TvBlog ha dichiarato di essere soddisfatto dei risultati ottenuti, ha posto un interrogativo sul filo conduttore della storia di quest'anno e ha annunciato in anteprima la realizzazione di Intelligence 2 le cui riprese inizieranno questa estate. Innanzitutto, dopo la puntata di ieri i fans si chiedono chi sarà tra i protagonisti di Ris Roma ad essere colpito dall'Angelo della Morte. E incominciano a nascere le prime ipotesi: sarà il tenente Ghirelli? Oppure la cinese?

Allora dott. Valsecchi, è soddisfatto dei risultati ottenuti ieri sera dalla prima puntata di Ris-Roma?


"E' andata abbastanza bene. Questo è un anno molto difficile, con oscillazioni di costi e nuovi assestamenti dal punto di vista dei contenuti. Canale 5 non deve competere con la Rai, i nostri competitor sono diventati per forza di cose Sky e Fox e il digitale terrestre. Il pubblico che va dai 12 ai 40 anni spazia in questi canali e in più noi abbiamo 5 break di 5 minuti circa l'uno per ogni puntata, rispetto ai 2 delle fiction Rai che vanno in onda dopo le 22:30".

Da chi è stata seguita Ris Roma?

"Il baricentro di questa forte è ben piazzato. Anche al nord dove vogliamo esserci c'è stata una buona fruizione. Quella di ieri è stata una buona partenza poichè abbiamo ottenuto un buon risultato sul target commerciale risultando in questo caso vincitori in prima serata. Il nostro è un pubblico volubile che cambia spesso canale rispetto a quello che succede con altre reti. E riuscire a ottenere un 20% sul target che interessa a noi è positivo".

L'ascolto di ieri sera è stato pressochè in linea con le edizioni passate, pur avendo un cast completamente rivoluzionato e senza i grandi nomi di prima.

"Era molto difficile buttare giù un'intera squadra e riformarla con i giovani. La televisione deve cercare di creare nuovi quadri, nuovi ragazzi che si affacciano nel mondo del lavoro. In questo caso noi siamo dei pionieri, facciamo questa cosa da sempre."

Si aspettava questo risultato?

"Totalizzare un risultato netto sul totale individui del 18% e del 21% sul target commerciale con dei ragazzi quasi sconosciuti ci fa ben sperare. In questa serie non ci sono star e inoltre avevamo un competitor molto forte come il Premio Tv dove c'erano la Clerici che ha fatto Sanremo, Striscia, Ficarra e Picone, un parterre di attori e presentatori molto amati dal pubblico. Noi produttori dobbiamo fare bene il nostro lavoro e crederci perchè altrimenti gli editori cominciano a disinvestire e a puntare su altri contenitori".

Tra l'altro quest'anno ha deciso di non produrre più 2 serie televisive.

"E' vero, le ho soppresse perchè non ero convinto di poterle fare. Posso annunciare però in anteprima per TvBlog che riprendiamo Intelligence con una seconda stagione. Ho rivisto la mia decisione precedente in considerazione del buon 24% ottenuto nella prima serie."

Sarà sempre con Raoul Bova e sulla falsariga della prima stagione?

"Bova ci sarà per un tot di puntate, la storia sarà molto forte nonostante verrà realizzata a prezzo di costo. Avrà un costo totale come una serie normale tipo Distretto di Polizia o Ris ma sarà ricchissima sulla scia di quello che è stata la prima edizione con scenografie e effetti visivi spettacolari. Inizieremo a girarla questa estate."

La ringrazio della sua cortesia, augurandole i migliori successi per le prossime produzioni. (Share)

  • shares
  • +1
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: