1992, al via le riprese della serie tv di Sky Cinema. I protagonisti

1992 Sono iniziate le riprese di "1992", la serie tv di Sky Cinema, prodotta in collaborazione con La 7 e Wildside, che andrà in onda in autunno. La serie, in dieci episodi, racconterà i fatti di Tangentopoli, a partire dal 17 febbraio 1992, giorno in cui Mario Chiesa venne arrestato aprendo così l'inchiesta "Mani pulite".

La serie si apre con la scena dei soldi delle tangenti buttati nel water da Chiesa, ma non seguirà solo l'aspetto politico della vicenda. Il progetto, un'idea di Stefano Accorsi, che oltre a far parte del cast è anche produttore creativo, vuole raccontare un'Italia che, scossa da quegli avvenimenti, si ritrova a dover cambiare senza sapere che direzione prendere.

A scrivere la serie sono Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo, con la supervisione di Nicola Lusuardi. Gli autori hanno scelto di calare nel contesto storico le vicende di cinque personaggi, alcuni dei quali molto vicini alle indagini di quel periodo, altri coinvolti solo di striscio, ma tutti di fronte ad un grande cambiamento storico. Dopo il salto, le descrizioni dei protagonisti.

1992, la serie tv



Luca Pastore

(Domenico Diele): è un agente di polizia giudiziaria, che lavora nel pool di Mani Pulite con Antonio Di Pietro (Antonio Gerardi). Vuole riuscire a risolvere l'intricata vicenda, ma dovrà farlo superando le minacce esterne ed interne alle istituzioni. Il suo ostacolo più grande, però, sarà Bibi.

Bibi Mainaghi (Tea Falco): è figlia di un imprenditore suicidatosi a causa delle indagini. Si ritrova, molto giovane, a dover prendere in mano l'azienda di famiglia, accettando così di diventare una donna capace di scelte che mai avrebbe pensato di poter prendere.

Pietro Bosco (Guido Caprino): giovane rugbysta reduce dalla Guerra del Golfo che viene eletto alla Camera per la Lega Nord. Guardia giurata, Pietro ne sa poco su come comportarsi in quell'ambiente, e cercherà aiuto in un democristiano, che gli insegnerà l'atteggiamento da avere. Così, da inesperto, Pietro diventa un politico pronto a tutto pur di scalare i palazzi del potere. Il suo nuovo status lo porta a conoscere Veronica, soubrette in cerca di un nuovo amante per poter fare carriera.

Veronica Castello (Miriam Leone): è una soubrette in cerca del successo. L'affetto del pubblico è l'unico modo che conosce per poter amare sè stessa, e quando Michele Mainaghi (Tommaso Ragno) si suicida, è costretta a trovare un altro amante, sempre ben inserito in politica, che possa garantirle un futuro nel mondo dello spettacolo. Conoscerà in questo modo Pietro.

Leonardo Notte (Stefano Accorsi): pubblicitario di successo, quando viene ricattato su un omicidio che lo ha riguardato in passato, è costretto a fare una scelta. Dovrà anche fare i conti con Viola (Irene Casagrande), la figlia adolescente che non ha mai conosciuto.



1992, la serie tv

  • shares
  • +1
  • Mail