Paola Perego a TvBlog: io, Lucio e Superbrain

L'intervista alla conduttrice di Superbrain da stasera su Rai1

Torna in onda questa sera sulla prima rete della televisione pubblica il varietà Superbrain. Alla guida di questa nuova edizione del fortunato show targato Endemol Shine Italy c'è sempre Paola Perego che oggi è ospite di TvBlog per parlare di questo nuovo debutto televisivo (e ovviamente non solo di questo) in programma stasera in prime time su Rai1.

Torni con Superbrain su Rai1, che piatto servirai ai telespettatori del primo canale della televisione pubblica stasera ?

Un piatto ancora più ricco rispetto a quello dello scorso anno. E' come quando inviti a cena una persona per la seconda volta, cerchi di proporgli piatti diversi, più appetitosi e più intriganti. Sarà proprio cosi anche in questa nuova serie di Superbrain, con nuove prove, molto spettacolari, con super menti forse di livello ancora superiore rispetto alle scorse edizioni. Ci sarà poi con me Francesco Paolantoni e una sfida internazionale in ogni puntata di un nostro ex concorrente che sfiderà un "collega" straniero che aveva proposto la stessa prova nell'edizione di Superbrain del suo paese.

Ci puoi anticipare la prova che vedremo stasera ?

Nella prima puntata avremo Italia contro Portogallo. Ci sarà un percorso molto complesso disseminato da una serie di laser, che sarà fatto da dalle ginnaste bendate che prima dovranno memorizzarlo visivamente e poi farlo concretamente. Chi lo farà in meno tempo e senza sbagliare avrà vinto la prova.

Il meccanismo di votazione prevede sempre la presenza di una giuria di vip in studio?

Certo, avremo sempre tre giurati che avranno il compito di scegliere le tre prove più belle, fra queste tre il pubblico in sala voterà la preferita a cui andrà il montepremi di 20.000 euro. Stasera avremo Enrico Brignano, Elisabetta Canalis e Cesare Bocci.

Chi sono secondo te le super menti della televisione italiana di oggi ?

Se parliamo di quelli che non vanno in video ti dico Lucio Presta, perchè pensa un quarto d'ora prima degli altri, per quel che riguarda la televisione ed ha una visione generale che ho visto poche persone avere.

Giudizio interessato ?

Assolutamente no, altrimenti lo avrei solo come marito e non come manager.

A proposito di tuo marito, ha ingaggiato un vivace scambio verbale con il direttore della seconda rete sulla contro programmazione del secondo canale della tv di Stato che ha messo Good doctor vs il tuo programma, che ne pensi ?

Mah strano, ha fatto una polemica, non è da lui, come mai? (ride, ndr). Ti posso dire che a volte in Rai manca la sinergia fra le varie strutture. La contro programmazione fra due reti non la trovo giusta. Occorre il gioco di squadra che in Mediaset ho visto di più che in Rai.

A proposito di tuo marito, cosa ti ha colpito di lui la prima volta che lo hai visto ?

Mi ha colpito il fatto che lui si occupasse dei suoi artisti a 360 gradi e che sopratutto diventasse un loro punto di riferimento a livello umano. Lui sceglie le persone che umanamente gli piacciono e che poi diventano per lui delle persone di famiglia che difende a spada tratta. Oltretutto io ritengo che lui è uno che costruisce le carriere e le porta avanti, lui non usa il personaggio fino a quando gli rende.

Dove finisce il lavoro ed inizia il privato e viceversa fra di voi ?

Se non litighiamo è sempre tutto un mix. Anche nelle coppie che fanno lavori diversi, quando arrivi a casa alla sera ti racconti quello che ti è successo durante la giornata. Abbiamo dei periodi molto stressati in cui ci obblighiamo a non parlare di lavoro quando siamo a casa, in questi momenti prendo appuntamenti in ufficio per andare a parlare con lui di problematiche di lavoro. Una cosa di cui mi lamento spesso con lui è che cura molto gli altri e si occupa meno di me (ride,ndr).

Dall'esterno molti non la pensano cosi

Intendevo dire che se ha due problemi in ballo e uno dei due è legato a me, prima risolve l'altro problema e poi pensa a me (ride, ndr). Questo perchè sa che io posso capire e aspettare.

Che ne pensi del mondo social? Lo pratichi, lo leggi, ti intriga ne sei dipendente ?

Lo pratico, lo leggo, mi intriga, ma non ne sono dipendente. Vado un po' a momenti. Ci sono dei periodi in cui voglio staccarmi completamente dai social e allora sparisco. Lo trovo un mezzo straordinario per poter promuovere le cose che fai a livello professionale.

Quale social preferisci?

Instagram sicuramente, mentre twitter lo uso per approfondire le notizie rispetto a quello che accade, per esempio per seguire ciò che combina mia marito.

Ma ti arrabbi quando lui fa delle polemiche su twitter ?

No, perchè lui è questo. Lui è un passionale, è un sanguigno. Lui lotta per le cose in cui crede, per le persone a cui vuole bene. Questa credo che sia una sua dote straordinaria.

Non credi che i social spesso ingigantiscano troppo le cose ?

Sono certamente una cassa di risonanza, ma è anche vero che occorre dar loro il peso che meritano, in tutti i sensi.

C'è un territorio televisivo che non hai ancora frequentato e che ti piacerebbe esplorare e dove ti sei trovata meglio nei tuoi impegni precedenti ?

Non credo che ci sia un territorio nuovo. Sono partita con lo sport, sono stata la prima a fare l'infotainment con Verissimo, ho fatto programmi sotto testate giornalistiche, ho fatto varietà, ho fatto la domenica pomeriggio, ho fatto la mattina, ho fatto la seconda serata. Credo di aver fatto tutto in verità.

Ti manca Sanremo

Si vero, ma non credo che me lo faranno fare mai, quindi non mi pongo il problema (ride,ndr). Invece rispetto alla tua domanda su dove mi sono trovata meglio, ti posso rispondere che è l'impegno che deve ancora venire. Sono sempre molto proiettata verso il futuro.

Se ti dico Antenna tre cosa ti viene in mente?

Un ragazza di 16 anni che ripensandoci mi fa tanta tenerezza. Di una timidezza disumana. Però in quella rete ho avuto la possibilità di imparare da maestri straordinari quali Teo Teocoli, Ric e Gian, Giorgio Faletti e tanti altri.

C'è un sogno di Paola Perego ragazza che è rimasto tale e che ti piacerebbe potesse avverarsi oggi?

Tutto quello che ho avuto è ben oltre rispetto a quello che sognavo di avere da ragazza. Mi sarebbe piaciuto che i miei genitori non dovessero più pagare l'affitto ed è stata una delle prime cose che ho fatto quando ho iniziato a lavorare. Per una ragazza di Brugherio, con il papà falegname e la mamma casalinga, ho realizzato l'irrealizzabile.

L'atteggiamento più ribelle nella vita di Paola Perego quale è stato ?

Tantissimi. Per esempio, parlando della mia vita privata a 18 anni, ricordo che sono uscita di casa una mattina in contrasto con i miei genitori e sono stata via per un mese, senza neanche avere un cambio di vestiti. Mentre nella mia vita professionale ho lasciato un programma due ore prima della prima puntata della seconda edizione, perchè mi avevano garantito delle cose che poi invece poco prima di andare in onda mi hanno detto che non ci sarebbero state. La trasmissione era Calciomania con Maurizio Mosca, poi chiamarono al mio posto Cristina Parodi.

Se dovessi riavvolgere come in un nastro la tua vita e avresti la possibilità di fare tre stop: uno per ri-godere di un momento felice, uno per correggere uno sbaglio e uno per rivedere una persona che non c'è più, in che occasione faresti queste tre fermate ?

La prima sicuramente la nascita dei miei figli ed i loro primi anni di vita, perchè ero tanto giovane e tanto impegnata. Per tornare indietro a correggere degli sbagli, essendo io fondamentalmente una impulsiva, dovrei fare un reset ogni due anni. Diciamo però che vorrei tornare indietro al giorno della mia prima sigaretta e invece di fumarla, buttarla via. Per concludere vorrei tornare indietro a rivedere una mia cara amica che non c'è più. Mi piacerebbe riavere con lei una cena, una vacanza, un momento con lei.

Cosa vede oggi Paola Perego oltre l'orizzonte ?

Tanta serenità che nasce dalla consapevolezza. Con l'età cambiano i valori, cambiano le priorità, cambia il modo di vedere la vita, sei molto più distaccato dalle cose meno importanti.

Chiudiamo sul futuro professionale, cosa ci sarà dopo Superbrain per Paola Perego ?

Dovrebbe esserci una nuova serie di "Non disturbare". Dobbiamo però ancora incontrarci con la nuova direttrice di Rai1 Teresa De Santis, dopo l'incontro decideremo. Eventualmente la collocazione di "Non disturbare" dovrebbe essere per la primavera, sempre nella seconda serata di Rai1.

  • shares
  • +1
  • Mail