L'Eredità: il game è una garanzia, il restyling ha bisogno di (tanto) rodaggio [e un po' di coraggio]

L'Eredità torna nel preserale di Rai 1 alle 18.45 con Fabrizio Frizzi e quattro nuove professoresse.

 

L'Eredità è tornata come l'avevamo lasciata. O quasi.
Il game resta identico: stessi giochi, stessa sequenza, nessuna novità e in fondo va benissimo così. Il gioco era già stato 'rinfrescato' l'anno scorso: perché disorientare il pubblico con ulteriori cambiamenti? In questa prima puntata, però, il ritmo non decolla, il che marca la differenza con i tempi più serrati e coinvolgenti di Reazione a Catena. Ma l'estate è finita e la pigra stagione Autunno-Inverno invita a tempi più sornioni. Torneremo ad adattarci a L'Eredità.

Richiede, però, molto più adattamento il restyling estetico su cui si è puntato in questa stagione. Partiamo da quello delle Professoresse: il corpo docente è cambiato, ma il debutto non è dei migliori. Capisco l'emozione, ma l'impressione data è che la spigliatezza non sia tra le doti principali delle new entry. Ma ci vuole rodaggio. In alcuni casi ci vorrebbe anche un diploma prima dell'abilitazione all'insegnamento: la Repubblica 'Cieca' non si può sentire. Certo, i debutti sono tiranni, si sa...
Considerate le condizioni in cui versa la scuola, io però andrei oltre: la figura stessa della Professoressa - con annesso 'stacchetto' e 'intervento parlato' - è un residuato anni '90 da cui dovremmo ormai avere il coraggio di emanciparci. Si sente l'eco di "Ullallà" a ogni movimento coreografato, si evocano i primi piani sorridenti di boncompagnana memoria in ogni stacco che le riguarda: se ne può fare a meno. E' tempo. Tolgono ritmo, non aggiungono niente e di certo Frizzi non ne ha bisogno.

Nel restying estetico metto anche il nuovo studio: un ritorno a casa per la squadra, che riconquista la Dear, ma l'entusiasmo ha forse preso la mano nel disegnare effetti e colori. Tutto 'too much', confusionario, anche un pizzico trash., il che fa a cazzotti con la naturale eleganza e misura di Frizzi, sempre assolutamente perfetto. Un vero maestro di grazia tv.

In chiusura notazione sulla regia: sarà forse per motivi di tempo, ma in questa prima puntata gli stacchi sono stati particolarmente scollegati, senza raccordo. Si è notato subito, visto che L'Eredità ha avuto sempre una fluidità rassicurante, tanto amata dall'abitudinario pubblico (anche un po' agèe) del preserale.

Ci vuole di certo rodaggio. Ma forse ci vorrebbe un po' di coraggio nel superare l'horror vacui. Less is More dà i suoi frutti, anche in tv.

PS. Capitolo a parte i concorrenti. Offrono sempre delle chicche e per questo il plauso va al casting che riesce sempre a soddisfare l'autostima del pubblico a casa. Considerati i tempi, immagino diventi sempre più difficile. Fossi ne L'Eredità - o in Rai Scuola - realizzerei una clip stagionale col 'Peggio di' da far girare nelle scuole, di ogni ordine e grado. Ma questa è un'altra storia.

L'Eredità 2017-2018 | Diretta prima puntata


  • 18,33

    Carlo Conti ospite chiude La Vita in Diretta di oggi.

  • 18.40

    Fabrizio Frizzi inizia salutando le ex professoresse, facendo loro l'in bocca al lupo per la loro nuova vita, Lo studio sarà anche cambiato, la regia no. Intanto nuovo logo e rosso dominante.

  • 18.41

    Finita l'anteprima subito in pubblicità.

  • 18,44

    Balletto con le nuove professoresse. E intanto lo studio torna blu.

  • 18,45

    Studiano recitazione, vogliono fare le attrici, qualcuna è modella, qualcuna è quasi dottoressa: "Buon divertimento" dice loro Frizzi.

  • 18,46

    Si presentano i concorrenti. Maria Chiara arriva dal paese in cui si festeggia la Festa dei Cornuti, in provincia di Caserta.

  • 18,47

    Con lei inizia il gioco delle parole e delle canzoni. Non è cambiato questo.

  • 18.49

    Si continua con Marco e poi con Kyrill adottato 11 anni fa. Il gioco resta la scusa per presentare i concorrenti.

  • 18.50

    Angioletta Scarziello da Bra con i suoi riccioli d'oro è già personaggio. Inizio un tantino moscio con questo primo giro di tavolo. Intanto Il mio corpo che cambia fa vittime: errore per Kyrill e Angioletta.

  • 18.51

    Tocca ad Adriano, ristoratore. Anche lui sbaglia, prima di passare la linea ad Eleonora, logopedista. Sbaglia anche lei. Una strage.

  • 18.52

    Giovanna da Capurso, patria di Checco Zalone. Ci spiega un attimo tutta la sua vita. E' neonatologa. Ammazza e che parlantina. Ovviamente indovina: le è rimasta una sola opzione.

  • 18.54

    Secondo giro. Chi andrà a rischio eliminazione? Kiril. Che punta il dito contro Angioletta. Neanche il faccia a faccia cambia. ("Fa ombra...". "PARABOLA?". Iniziamo bene!)

  • 18,58

    Fuori il primo. Kiril. Ammazza e che taglio di montaggio.

  • 18,58

    Si conferma anche il secondo gioco, L'una o l'altra.

  • 19,02

    Lo studio non è molto adatto a chi soffre di epilessia..

  • 19.03

    Eleonora, la catanese, non solo ha un certo accento, ma ha anche poco ritmo.

  • 19,03

    Adriano, col doppio errore, sfida Angioletta. ("Lo fanno perché son la più vecchia..."... tenera).

  • 19,06

    Angioletta lascia i suoi 20.000 euro ad Adriano.

  • 19,07

    E arriva I Fantastici Quattro, il quiz con gli anni che dà sempre grandi soddisfazioni. Come Giovanna, ampiamente quarantenne, che colloca Zuzzurro e Gaspare negli anni 60.

  • 19.10

    Doppio errore per Marco che punta il dito contro Maria Chiara. Impressione mia o questo cast non è proprio frizzantissimo?

  • 19,13

    Ma solo io trovo questo studio too much? Pubblicità.

  • 19.17

    Quarto gioco, Di cosa stiamo parlando?. Nulla cambia per ora.

  • 19.20

    Giovanna indovina che si tratta di Maionese e va al Triello. Le professoresse devono rodarsi parecchio.

  • 19,21

    Nuovo giro di giostra per capire chi andrà al Triello.

  • 19,24

    Adriano ce l'ha fatta a individuare Freud in questa lista. "...attuale Repubblica CIECA" dice Laura, nuova professoressa.

  • 19,26

    Sfida tra Maria Chiara ed Eleonora per arrivare al Triello.

  • 19,29

    Ammazza e che tagli di montaggio stasera. Intanto siamo al Triello.

  • 19.37

    Ai calci di rigore Adriano e Giovanna. Ma ora titoli del Tg1.

  • 19.44

    Adriano da Fermo vs Giovanna da Capurso (ma ha sposato uno di Mola di Bari, eh) per i Calci di Rigore per conquistare la Ghigliottina da 190.000 euro.

  • 19,47

    Dopo aver detto che Perry Mason era giudice è giusto che Adriano esca.

  • 19.48

    Alla prima Ghigliottina la stridula e logorroica Giovanna ("Davvero?! Sono io?!".

  • 19.50

    La parola è colori, è inutile che perdiamo tempo.

  • 19,53

    Giovanna ha scritto "Rete": le sue giustificazioni hanno a che fare più con un corso di scrittura creativa.

  • 19,54

    E avevamo indovinato. "E speriamo che sia un anno pieno di colori per L'Eredità": Beh, a vedere lo studio direi di sì. anche meno. La stagione è iniziata.


L'Eredità 2017-2018 | Anticipazioni prima puntata

leredita-logo.jpg

Cambio della guardia nel Preserale di Rai 1: Reazione a Catena lascia il posto al 'titolare' L'Eredità, che ricomincia (stranamente) di mercoledì e dà il via alla sua stagione 2017-2018 oggi, 20 settembre, alle 18.45. Alla conduzione ancora Fabrizio Frizzi, saldamente al posto che fu di Carlo Conti (ora impegnato con la preparazione del 60° Zecchino d'Oro), accompagnato però da quattro nuove Professoresse.

Tempo di avvicendamento in cattedra, infatti: se Laura Forgia, andata via già all'inizio della scorsa stagione, è ormai approdata a I Fatti Vostri, le altre devono ormai lasciare lo studio a favore delle new entries Vera Santagata, Chiara Esposito, Laura Dazzi ed Eleonora Arosio.


L'Eredità 2017-2018 | Come vederlo in tv e in live streaming


Il game va in onda tutti i giorni dalle 18.45 alle 19.55 su Rai 1 e in live streaming sul portale Raiplay. Noi seguiremo la prima puntata in liveblogging su TvBlog.

L'Eredità | Second Screen


Il programma ha una pagina web ufficiale, una pagina Facebook e un profilo Twitter ufficiale, @LEredita. Gli hashtag sono  e, ovviamente, #Ghigliottina.


  • shares
  • Mail