Kudos: la forma penalizza il programma, tutto il resto è pressapochismo e ironia infantile, Valerio Scanu N.C.

La prima puntata e la recensione.

Un'ora filata di diretta, priva di neri pubblicitari, metterebbe in difficoltà chiunque conduttore, anche i più navigati, anche il più bravo di tutti.

Dal punto di vista della forma, Kudos - Tutto passa dal web, programma in onda su Rai 4, è sostanzialmente questo: una piccola trasmissione che si occupa di web e di social network che, a tratti, assume le fattezze di un cantiere aperto, di una live in streaming che bada poco alla forma, preferendo riservare l'attenzione sui contenuti, a volte poca anche su quelli.

Non sappiamo se si tratta di una scelta voluta o forzata, resta solo il fatto che una decisione simile costringe il programma a correre molteplici rischi: inevitabili contrattempi, momenti di mancanza di dinamismo, indecisioni dei conduttori, volti semi-emergenti (e anche Valerio Scanu, vestendo il ruolo di conduttore, lo è).

Se la forma, quindi, penalizza il programma, anche il modo di trattare i contenuti, a volte, è opinabile.

I social network, e il web in generale, offrono un'infinità di argomenti da affrontare. Proprio per tale motivo, la voglia di offrirne il più possibile porta all'errore di un approfondimento sommario, che non toglie e che non aggiunge nulla e che, quindi, è praticamente inutile.

Il cast fisso è rivedibile per quanto concerne coinvolgimento e simpatia.

Martina Dell'Ombra ha buone potenzialità, può colorare il programma in termini positivi ma la sua ironica controversialità può essere resa meglio attraverso testi migliori, scritti magari da chi fa questo di mestiere.

Valerio Scanu, al momento, è N.C.. Il suo volto è stato scelto, sicuramente, per regalare maggiore visibilità al programma ma per notare un suo concreto apporto alla causa occorrerà aspettare.

Le conduttrici strappano una sufficienza.

I difetti maggiori di Kudos - Tutto passa dal web, quindi, riepilogando il tutto, restano il pressapochismo e l'ironia infantile, quel pressapochismo e quell'ironia infantile che hanno pervaso i social network e che un programma che si occupa (anche) di social network dovrebbe evitare.

  • 23:24

    Inizio trasmissione. Giulia Arena e Diletta Parlangeli salutano Valerio Scanu e gli influencer presenti in studio. Martina Dell'Ombra è felice di essere sull'altalena... Il primo argomento è il rapporto tra le mamme e Facebook.

  • 23:28

    Il primo servizio è dedicato proprio a come si comportano le mamme "digitali". I lati negativi consistono soprattutto sulle figuracce che le mamme fanno fare ai figli sui social network. Non manca il "Buongiornissimo!". In studio, c'è il Signor Distruggere.

  • 23:32

    Vincenzo Maisto, il Signor Distruggere, si occupa di "analfabeti funzionali": "I gruppi delle mamme possono tranquillamente competere con la Ferragni. Sono come la posta del Cioè". Tra le rubriche del Signor Distruggere, c'è la rubrica Lettere dal Medioevo.

  • 23:36

    Un'altra rubrica del Signor Distruggere è Fregati da Mary Poppins dove le baby-sitter vengono trattate come "sguattere". Il Signor Distruggere ha anche scoperto l'esistenza di un gioco con il fine di dare un nome alla propria vagina... Un altro gioco sono i titoli legati ai tempi di allattamento.

  • 23:40

    Il Signor Distruggere risponde alle domande degli influencer in studio. Valerio Scanu presenta un'intervista al regista francese Luc Besson. Va in onda il servizio a riguardo.

  • 23:44

    L'ultimo film di Luc Besson è Valerian e la città dei mille pianeti. Luc Besson: "Ci sono miliardi di persone che usano Internet solo per vedere un cane su uno skateboard. Sono un profano della tecnologia. Non ho un computer".

  • 23:48

    Si parte con la Rassegna Social: si parla del Tabagotchi, dedicato a chi tiene più browser aperti, di un video dedicato agli amanti delle scarpe di tela, del record legato ai robot che ballano e del coming out di Guglielmo Scilla. Va in onda un servizio dedicato a Sarahah.

  • 23:52

    Il fondatore di Sarahah: "L'anonimato aiuta a uscire fuori l'onestà". In studio, si parla delle animoji, del nuovo iPhone e dei 5 oggetti più utili per rilassarsi: tra questi, c'è la cover di pluriball. Si parla anche del mercato nero della "spunta blu" di Instagram.

  • 23:56

    L'editoriale di Martina Dell'Ombra che parla dell'ultimo spot di Buondì Motta e dei motivi, tutti molto personali, per i quali non le è piaciuto. Va in onda un servizio dedicato alla convivenza tra Scanu e la Dell'Ombra, chiusi in un container per una notte.

  • 00:00

    Si parla dell'esperimento social dei theShow: una casa da ristrutturare senza soldi. In collegamento, non funzionante, ci sono i theShow.

  • 00:04

    Il tutorial di Frizzo è dedicato ai trucchi per non consumare troppi giga. Giulia Arena: "Chi di voi finisce i giga prima della fine della settimana?". Dell'Ombra: "Ma chi se ne frega dei vostri problemi!".

  • 00:08

    In studio c'è Marco Maisano: "Non ho un rapporto con i social. Gli aspetti negativi sono maggiori di quelli positivi. Mi è capitato di ricevere insulti. Per lavoro, mi hanno messo anche le mani addosso".

  • 00:12

    Maisano si sottopone alla challenge di Kudos: tradurre frasi in molteplici lingue. Dell'Ombra: "Ma non le sai le lingue... Hai mentito!". Maisano farà parte del cast di Nemo. Va in onda un servizio dedicato ai chip sottopelle, il Biohacking.

  • 00:16

    Va in onda un'intervista all'ingegnere Filippo Scorza che si è fatto impiantare un microchip sottopelle. In studio c'è l'esperto Angelo D'Angelo, anche lui con un chip sottopelle: "E' una tecnologia che può migliorare le nostre vite. Siamo tracciabili anche con il gps del nostro smartphone".

  • 00:20

    D'Angelo, sempre sul chip sottopelle: "Ci potrebbero essere problemi con la risonanza magnetica". Martina Dell'Ombra: "Un chip nella vagina ti dà le informazioni di quello che ci entra dentro?". Un chip sottopelle è abbastanza economico.

  • 00:24

    Nuovo collegamento con i theShow: "Siamo nella casa da 10 giorni. Non possiamo uscire. L'unica finestra con il mondo è quella dei social. Ci portano da mangiare e ci aiutano. Questo spazio, poi, verrà restituito alla cittadinanza. Ci hanno aiutato anche Mastrota e Trentalance".

  • 00:27

    theShow: "E' un'opportunità per dimostrare che dal web può nascere qualcosa di utile". La prima puntata termina qui.

23:20 E' iniziata la DIRETTA di Kudos!

kudos.jpg

Kudos - Tutto passa dal web è un programma televisivo di Rai 4, condotto da Giulia Arena e Diletta Parlangeli, con la partecipazione di Valerio Scanu, in onda ogni giovedì a partire dalle ore 23:20.

Questa sera avrà inizio la seconda edizione.

Kudos | Puntata 14 settembre 2017 | Anticipazioni

Questa sera tornerà in onda il programma di Rai 4 dedicato al web.

Insieme a ospiti, esperti e personaggi provenienti dal mondo dello spettacolo e del web, le conduttrici Giulia Arena e Diletta Parlangeli, con la new-entry Valerio Scanu, racconteranno l’attualità, i fenomeni e le tendenze della Rete.

Tra gli ospiti della prima puntata troveremo Il Signor Distruggere, Angelo D’Angelo, Mauro Casciari e Francesco Vercillo, e i theShow.

Nel cast fisso del programma ci sono anche Martina Dell’Ombra e la redazione composta da Frizzo, Alessandro Mastrantonio e Matteo Mizzoni.

Kudos | Dove vederlo

La puntata di Kudos andrà in onda questa sera, a partire dalle ore 23:20, su Rai 4.

La puntata sarà disponibile anche in streaming su Rai Play.

Il giorno dopo, la puntata sarà visibile per intero sempre sul sito Rai Play, nella sezione Guida Tv/Replay.

Kudos | Second Screen

Kudos è presente sul web con una sezione a parte presente sul sito di Rai Play.

Il programma di Rai 4 si può trovare anche su Facebook con una pagina ufficiale.

Kudos ha anche un account ufficiale su Twitter: @kudosrai4. Il programma si può commentare in tempo reale con l'hashtag #kudos.

Per quanto riguarda il liveblogging, invece, l'appuntamento è su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 23:20.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 20 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO