Silvio Berlusconi a Domenica Live. D'Urso in ginocchio gli dà del lei (non dava del tu a tutti?). Lui a Barbara fuorionda: "Poi mi domandi...". Su TvBlog tutte le faccette con didascalia



Barbara D'Urso con Silvio Berlusconi - Leggi le didascalie esplicative per ogni faccetta
La faccia della D
La faccia della D
La faccia della D
La faccia della D

Un inizio scandalosamente prono e con la d'Urso che chiama Berlusconi (che sembra un avatar, per le luci che avrà preteso) ancora Presidente.

    Berlusconi: "Volevo dirvi che anch'io sono frutto di un parto naturale, sofferto per mia madre. Per fortuna c'era un medico non comunista e l'ha aiutata, avevo il cordone intorno al collo".
    D'Urso: E' cosa comune per noi sudarci la vita e sudarla con l'onestà, è il nostro karma, è il mio e presuppongo anche il suo.
    Berlusconi: "Il mio è sangue, sudore e lacrime".
    D'Urso: "La mia trasmissione è seguita da famiglie, donne. La prima domanda è, lei si candida oppure no?"

Poi Berlusconi racconta la sua recente storia politica a modo suo, senza che nessuno lo interrompa. Come piace a lui. Dice che, in caso di disponibilità di Monti, quest'ultimo sarebbe il leader dei moderati e Berlusconi farebbe la campagna elettorale a sostegno dei moderati, che non si riconoscono nella sinistra.

La D'Urso gli dà l'assist della scandalosa tassa dell'Imu, che la gente non ha i soldi per pagare:

"Viene Silvio Berlusconi? Ma chiediglielo".



E Berlusconi promette di tagliare l'Imu:

"E' qualcosa di sacro. Non si tocca la casa. Mai più imposte sulla casa da qui in avanti. Abbiamo proposto un disegno legge che riesce a mettere insieme la stessa cifra, che sarà da versare in parte anche ai Comuni".


E' pazzesco. L'antipolitica è morta su Mediaset. Che ne sarà domani di Quinta colonna? La D'Urso è in atteggiamento di preghiera.

Scatta l'applauso quando Berlusconi fa notare che, se gli italiani continueranno a disperdere i voti nei piccoli partiti, questo Paese non sarà più governabile. E la conduttrice si permette di interromperlo per una nobile causa:

"Presidente, io sono orgogliosa di lavorare in una tv commerciale e del fatto che abbiamo un sacco di pubblicità. Devo mandarla in onda".

Al ritorno dalla pubblicità la D'Urso riparte con l'ennesima sviolinata:

"Lui ha una grandissima energia. io ho iniziato a lavorare con lui in televisione. E' la stessa energia di allora quella di adesso?

Lui le risponde citando la lucida follia di Erasmo da Rotterdam. Poi rispolvera la favola di lui sceso in campo per salvare l'Italia dai comunisti, mentre tutti gli dicevano che la giustizia e il fisco prima o poi l'avrebbero perseguitato:

"A me non è mai piaciuto fare politica. Se non lo faccio io l'Italia finisce in mano a questi signori della Sinistra che hanno presentato in Bersani un vecchio protagonista del vecchio Pc e hanno eliminato un candidato che sembrava essere più socialdemocratico, che comunista".

La D'Urso parle delle offese che l'hanno più risentito. E Berlusconi coglie la palla al balzo per la difensiva più scandalosa:

"C'è una cosa che grida vendetta davanti a Dio e agli uomini. Sono stato condannato a quattro anni di carcere e cinque di interdizione dai pubblici uffici da un collegio di giudici che mi hanno accusato di montare un sistema per risparmiare tre milioni di euro come Mediaset in due anni in cui avevamo pagato 567 milioni di euro allo Stato, medaglia d'oro del contribuente. Io sono l'italiano che ha pagato più tasse nella sua vita. Mi hanno accusato di essere socio occulto di una società, ma non c'è nessuna prova. L'hanno fatto non trovando null'altro".

Mi fanno notare che la D'Urso, che andava fiera a Tv Talk di dare del tu a tutti, dà a Berlusconi del lei. E la cosa più assurda è che parte la pubblicità, ma si sente un fuorionda di Berlusconi a Barbara: "Poi mi domandi...".

Dopo lei gli chiede: "Non è l'unico processo che la riguarda... C'è un processo in corso denominato Ruby". Lui:

"Su 66 processi sono stato assolto 33 volte. Ho speso 410 milioni in avvocati e consulenti Questa è la malagiustizia italiana. ".

Si parla di D'Urso testimone a una cena ad Arcore, mentre lei ha testimoniato il fatto che Ruby non l'aveva mai potuta incontrare. Per Berlusconi "c'è stata grande diffamazione. Questa ragazza si era presentata da noi a cena con una storia tristissima per aver scelto la religione cattolica. A noi fece pena a tutti, io la aiutai immediatamente. Ritornò a noi dicendo che aveva possibilità di fare cose che non le piacevano, se avesse potuto intervenire un centro estetico in Via della spiga a Milano. Un mio amministratore le versò 57 mila euro con cui la ragazza andò a comperare questi apparecchi. Induzione alla prostituzione no, il mio intervento fu l'opposto. Io feci sì che lei non si prostituisse. Tutti i miei ospiti pedinati per mesi, si è inventata questa grande bufala. Nelle mie serate non accadeva nulla".

La D'Urso puntualizza che per lei Berlusconi è sempre stato un gentiluomo. E per Berlusconi non c'è signorina che non possa dire di essere stata trattata con rispetto.

In quel periodo Silvio si sentiva solo perché divorziato e orfano di madre. Organizzava semplicemente cose conviviali. E la d'Urso manifesta la sua preoccupazione per i figli, per come si saranno sentiti.

Infine, spazio alla nuova fidanzata di Silvio di 28 anni, "dai principi morali solidissimi, bella dentro oltre che fuori". 47 anni di differenza e non sentirli. Si conoscono da sette anni, da quando lei era la presidente di 'Silvio ci manchi'. Il Silvio ci manchi è diventato Silvio mi manchi, a poco a poco è diventata sempre più vicina a lui: "Finalmente mi sento meno solo".

Ultimo blocco pubblicitario, viene riproposto un estratto della partecipazione di Berlusconi al Congresso americano del maggio 2006, con standing ovation finale. Conclusione da bel quadretto familiare, con la D'Urso che chiede a Berlusconi come passerà il Natale e lui "da pater familias, con i miei nipotini e tanti commensali".

    SEGUI SU POLISBLOG IN TEMPO REALE LE DICHIARAZIONI DI BERLUSCONI



Silvio Berlusconi

sarà protagonista di una lunga intervista di Barbara D'Urso a Domenica Live. Lo ha annunciato la conduttrice durante il collegamento con il Tg5, ma ad anticiparlo è stato il numero di Repubblica di oggi.



Come aveva preannunciato su Twitter ieri, per lei questa puntata sarà decisamente l'ennesimo, incandescente banco di prova. Intervisterà, infatti, per la prima volta Michele Misseri (oltre che Eva Henger per ricordare Riccardo Schicchi).

L'ex Presidente del Consiglio, tornato in campagna elettorale, ricomincia a sfruttare le sue reti Mediaset per procacciarsi consenso popolare. E, dopo essersi fatto intervistare dal Tg5 e a La telefonata di Belpietro a Mattino Cinque, decide di andare nel talk domenicale condotto dalla regina delle massaie.
Ricordiamo che l'ultimo incontro televisivo tra la d'Urso e il Cavaliere risale al 2009, quando Berlusconi le telefonò ai tempi di "Casa nova", mentre scorrevano le immagini di lui che ridava le case ai terremotati aquilani. La D'Urso lo riempì già in quell'occasione di applausi e ringraziamenti: peccato che la situazione non era così idilliaca come fu raccontata.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 303 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
380 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO