• Tv

Vincenzo De Luca contro inviato di Rai News 24 Ilario Piagnerelli in Ucraina: “È un corrispondente improbabile, non lo vedo più, mi sono stancato…”

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ironizza sull’inviato di Rai News in Ucraina Ilario Piagnerelli

Ormai non riesco più a seguire queste corrispondenze televisive, le trasmissioni che riguardano la guerra in Ucraina. Ho la sensazione che siamo di fronte a uno sceneggiato che si ripete quotidianamente per ore, con gli stessi personaggi e le stesse situazioni. Alcuni corrispondenti televisivi sono improbabili. Per due mesi abbiamo avuto un corrispondente di Rai News 24 da Kiev che, ad ogni collegamento, si collocava davanti a un mucchio di detriti e macerie (…) La sceneggiatura era sempre quella. Questo giornalista si chiama Piagnerelli. Ora, già siamo in un teatro di guerra, poi mandiamo un giornalista chiamato Piagnerelli… bisognerebbe fare attenzione da parte della Rai. Mandiamo gente che si chiami Allegri, Benvenuti“. Queste le curiose e francamente spiazzanti dichiarazioni del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nel corso di una diretta su Facebook, aperta facendo “considerazioni semiserie” sulla guerra in Ucraina.

Il governatore campano ha insistito sulla “sceneggiatura” che “è sempre quella” ed è rappresentata dai “detriti“:

Magari si vede sullo sfondo gente che passeggia, che va in bicicletta, ma Piagnerelli ci fa vedere sempre le macerie. Io non lo vedo più perché mi sono stancato.

Il bersaglio delle parole di De Luca è Ilario Piagnerelli, giornalista Rai classe 1982. Il quale, su Twitter, ha replicato con un laconico “mi ci faccio una risata come sempre“. Il consigliere di amministrazione Rai Riccardo Laganà gli ha espresso solidarietà pubblicamente:

Al riparo del confortevole Palazzo Santa Lucia il Pres. della Reg. Campania impartisce lezioni di giornalismo agli inviati Rai. Ma la ridicola ironia si sofferma su cognome e sullo sfondo. Accanto a @ilario82 ⁩ e a tutti i giornalisti che raccontano l’assurdità della guerra.

Lo stesso ha fatto Marco Frittella, ex conduttore di Unomattina e del Tg1, e fresco direttore editoriale di Rai Libri, invitando il collega a lasciar perdere perché “non vale la pena“. Come dargli torto, in effetti? Va detto che di fronte a certi discorsi e atteggiamenti di esponenti politici – De Luca non è nuovo ad attacchi frontali di questo genere – talvolta si rimane esterrefatti.