• Tv

“The Voice Senior”, la conferenza stampa in diretta!

“The Voice Senior” torna su Rai1 a partire dal 26 novembre. Confermata Antonella Clerici alla guida, Orietta Berti new entry.

Dopo il successo della prima edizione, torna “The Voice Senior“. A partire dal 26 novembre, Antonella Clerici ci guiderà alla scoperta di nuove voci “agée” della musica italiana. Questa mattina, presso lo studio Rai di via Mecenate, verrà presentata la nuova edizione. Confermati, sulle poltrone da giurati, Clementino, Gigi D’Alessio e Loredana Bertè. New entry: Orettia Berti.

“The Voice Senior”, la conferenza stampa in diretta

14.32 – inizia la conferenza stampa. Sono previsti Marco Tombolini di Fremantle, Stefano Coletta direttore di Rai1, Antonella Clerici, e i giurati.

Il direttore di Rai1: “Ci sono nel cuore e nella testa dei direttori dei programmi del cuore. Per me The Voice Senior rappresenta un parto pieno di cuore. La prima decisione che ho preso appena arrivato a Rai1 è stata quella di far tornare Antonella Clerici nel palinsesto di Rai1. È stata una scelta non soltanto da direttore ma anche da autore: Antonella ha cementato un patto d’acciaio con la platea di Rai1. Antonella la conoscevo appena, io ero a Sanremo, ma ero molto certa di questa decisione precoce che avevo pensato il girono dopo la mia nomina. Da allora è passato più di un anno, e devo dire che Antonella ha riilluminato, con la sua leggerezza ma anche con la sua profondità, questa fascia molto delicata del mezzogiorno con un appuntamento che rimanda splendore con la cucina, e poi con la platea del prime time. Lei è Rai1, Rai1 è la sua casa. Così è arrivata l’idea di The Voice Senior. Anche li sono stato piuttosto caparbio. Quando la Fremantle mi ha proposto il progetto, io ho deciso in due minuti. Mi sembrava un formato che mettesse insieme continuità ma anche grande innovazione. Per me l’intrattenimento ha un grandissimo codice di servizio pubblico. Non vuol dire che non possa veicolare valori importantissimi, come l’inclusione, la credibilità. Con The Voice ho sempre visto uno sviluppo della carriera di Antonella: lei ha lavorato per tanti anni con i giovani talenti, ma volevo che il suo rientro fosse con un linguaggio nuovo”.

“The Voice Senior unisce la spettacolarizzazione, la musica, ma anche il racconto delle esistenze. Lo storytelling, anche nell’intrattenimento in prima serata, è fondamentale. Questa stagione arriva dopo un inatteso successo della prima. Lo scorso anno abbiamo fatto cinque puntate; era un tentativo. E aver chiuso con una media del 19% e oltre con un format che portava come protagonisti dei talenti tardivi è stata una grande sorpresa e una grande soddisfazione. Questo programma mette insieme l’autenticità di vite che non cercano soltanto il riscatto, ma quando si diventa grandi quello che si è tenuto sottotraccia nella, lo si emana in maniera forte. noi consegnamo la consapevolezza di poter avere speranze o chance quando si può pensare che la vita volga nella parte in cui si è raggiunto tutto”.

14.40 – Sono arrivate 2mila candidature, sono state provinate 300. “Non c’è mai omologazione. Ognuno porta la sua vita e la sua storia. Quest’anno The Voice senior introdurrà dei temi che il servizio pubblico deve raccontare, persone che hanno superato la malattia e che vivono uno stato di grazia. Racconteremo la disabilità delle persone vicine ai nostri talenti che in tarda età hanno capito quanto una disabilità in casa è stato un serbatoio di crescita e umanità. Racconteremo anche tanti connazionali che hanno vissuto la loro vita all’estero e che poi sono tornati nel loro paese, dopo aver vivacchiato con il loro talento. È un caleidoscopio di esperienze molto belle, e di musica molto potente. Vedrete quanta grinta e quanta armonia c’è in queste persone”.

14.45 – Saranno otto puntate. “Sarà la scoperta di un pezzo della nostra realtà. Sarà una festa molto italiana”. Nel cast ci sono una coppia di marito e moglie.

14.45 – Prende la parola Antonella Clerici. “Voglio ringraziare il direttore Coletta per le parole che mi riserva. Lui sa che per lavorare bene a me piace sentirmi accolta, come mi ha accolto lui, perché è solo così che io do il massimo. C’è un’alternanza di emozioni: si ride, si piange, si medita. Si capisce che la musica è sempre stato il fil rouge della loro vita. Tutti loro hanno un’urgenza di cantare, non per diventare famosi, anche perché molto probabilmente dopo The Voice non ci sarà nulla. È il loro punto di arrivo, è il loro modo di dire ‘ci sono anch’io’. Io seguo il cuore, partecipo molto alle loro storie. Il momento del divanetto è un momento di catarsi, che io condivido con i concorrenti”.

14.59 – C’è chi fa o faceva il gestore di una tavola calda, un fruttariano, un bidello. Tanti lavori diversi.

“Un po’ di gentilezza e serenità è importante da comunicare. Penso che il pubblico questo lo capirà. Noi lo facciamo con questo proposito”.

15.01 – Marco Tombolini: “The Voice e il format più adattato al mondo, in onda in 150 paesi. Vive da dieci anni, è nel pieno della sua maturità. The Voice Senior è in onda da due anni, e già adattato in 17 paesi al mondo. Siamo estremamente felici di produrre per Rai1 questo show”.

15.02 – Orietta Berti: “Mi hanno accolto con tanto affetto e simpatia. Con Clementino ho sempre paura di rompermi. Per me è tutto nuovo; mi hanno detto che ci sono delle voci bellissime. Sarà un miscuglio di emozioni e di soddisfazione, poter scegliere un talento e poterlo accompagnare verso la fine. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno voluto che io prendessi il posto di Al Bano. Cercherò di essere una coach a tutti gli effetti, spero di cavarmela bene”.

15.04 – Loredana Bertè: “Io parto da un punto di partenza diverso. Il talento non ha età. Io li tratto con gentilezza, con comprensione, e con curiosità. La voglia che hanno di dimostrare come sono, come cantano, è una cosa che quasi surrrale. Mi arrivano alla pancia. Non penso né all’età, né alla loro storia. Penso di poter mettere a disposizione il mio vissuto. Anche io ho voglia di cantare, per me è la vita. La Super Orietta noi l’amiamo veramente tanto. Cercherò di fare quello che posso, anzi di più, ma con molta gentilezza”.

15.06 – Gigi D’Alessio: “Loro non sono concorrenti, sono nostri colleghi a tutti gli effetti. Vorrei soffermarmi sull’orchestra; è la culla musicale di questi nostri colleghi. Da musicista comprendo il grande lavoro che c’è dietro. Antonella è meravigliosa. Lei è la crocerossina che deve alleviare le ferite di quelli eliminati. Questo programma è fatto con il cuore, non ci sarebbe una conduttrice migliore di lei”.

15.09 – Clementino: “Dire no è difficile, ma in questo momento fa parte del gioco. La cosa bella è che non ci troviamo davanti a un ragazzino che vuole diventare famoso. Una persona come me può solo imparare. Ci troviamo davanti a tante situazioni come problemi di salute, problemi di matrimoni o divorzi: dobbiamo capire da dove vengono queste persone. Io credo che prima di tutto The Voice senior rappresenti la leggerezza. Dopo due anni di guerre, di Covid, la gente ha bisogno di emozionarsi e di farsi delle sane risate. Quando si parla di The Voice Senior si parla di famiglia. Io qui mi siedo e mi sento a casa. Quello che viviamo qui negli studi è la stessa cosa che viviamo fuori. Vi posso assicurare che questo programma rappresenta la verità e la vita vera, a tutti gli effetti”.

15.14 – via con le domande. Cosa cambierà dalla precedente edizione? Clerici; “Lo scorso anno per me era una cosa totalmente nuova, sono stata molto aiutata da tutti. Rispetto alla mia conduzione, che è ridondante, qui è a togliere. All’inizio ho fatto molto fatica. Quando sono entrata nel meccanismo, mi è piaciuto molto. È una corda che mi piace altrettanto. Le storie sono talmente diverse, e questi senior hanno talmente tanta ricchezza, che ogni racconto è a sé. Non c’è mai un deja-vù”.

15.16 – I concorrenti hanno dai 60 agli 88 anni.

15.17 – Si era parlato di un nuovo people show per Antonella, il progetto va avanti? Risponde Coletta: “Con lei abbiamo sempre un dialogo creativo. Io credo nella possibilità di riportare l’emotainment, anche se credo che l’abbiamo riportato con The Voice Senior. Questo lavoro è già iniziato, con Antonella abbiamo parlato spesso di altre idee. Sembra passato tanto tempo, anche se in realtà sono qui da un anno e mezzo, e la pandemia l’ha fatta da padrona. Fare un emotainment con le regole attuali non è facile”.

15.19 -. Preferisco essere qui a The Voice Senior”.

15.20 – Coletta su Sanremo: “L’unica caratteristica che mi riconosco è che non si può piacere a tutti. È indubbio che la mia empatia con Antonella è scattata dal primo giorno. Io so che lei un altro Sanremo lo farebbe. Non voglio che passi come notizia perché abbiamo davanti un’altra grande montagna, il prossimo Sanremo. La mia storia personale dice che ho sempre premiato le donne, quindi perché no. Secondo me Antonella si divertirebbe a rifarlo. A me rapisce questo suo coraggio di essersi sempre reinventato, nel pubblico e nel privato, e questo è sintomo di intelligenza. Avere il coraggio di scegliere, di riprovare e di cambiare. Io penso che Antonella davanti al grande mostro di Sanremo si rimetterebbe in gioco. Ne riparleremo”.

Antonella commenta: “Perché no”.

15.22 – Questo The Voice Senior è stato una rivalsa per Antonella Clerici? Risponde lei: “Non parlo mai di rivalsa, non è un sentimento che mi appartiene, come l’invidia. Non l’ho mai pensato. Non è che uno possa dire di rimettersi in gioco ogni volta, se dopo 32 anni di Rai se sono ancora qui… non posso che ogni volta possa rimettermi in discussione. Io ci ho creduto perché ho sempre creduto nel progetto. Forse sono stata la prima a cui Marco ha fatto vedere questo format credo 15 anni fa. Credo che anche la versione originale non abbia avuto il successo meritato, forse non è andato sulla rete giusta. Per una volta il pubblico e la critica erano unanimi. C’è stata un’unità di intenti, e non è sempre così”.

15.29 – Che aspettative ci sono per questa stagione a livello di audience. Coletta: “A me piace non essere ipocrita e dire quello che penso. Ma davanti a questa stagione così illuminata per la rete ammiraglia, con un daytime brillante dopo tanti anni, e con una prima serata con una grande ripresa, non ho in testa un numero. Penso che questa sia la stagione in cui i telespettatori, soprattutto nel weekend, vogliono mettersi davanti a dei contenuti che possano distrarre dal loro quotidiano”.

15.35 – Loredana Bertè come vincente della scorsa edizione. Lei dice: “La mia voglia di vincere vince su tutto. Il mio team è fortissimo, più forte dello scorso anno. Con Erminio Sinni abbiamo vinto e abbiamo vinto un contatto continuo, portandolo in tante trasmissioni. Spero di incontrarlo come ospite in questa edizione, chissà cosa succederà”.

15.37 – La conferenza stampa è terminata.