• Tv

Ritornano i Telegatti (No, non dovrebbe essere uno scherzo)

“No, non è uno scherzo” il Gran Premio dello Spettacolo sta davvero per tornare? L’Oscar più ambito dalla TV non è più in onda dal 2009

In tanti il 1° aprile abbiamo pensato al classico pesce quando, dal profilo Instagram di Tv Sorrisi e Canzoni, è balzata all’attenzione un’immagine che ritraeva un gatto dai lineamenti molto, troppo familiari per noi (e voi) televisionari. Chiunque, guardando quelle orecchie, quella posa seduta non poteva non pensare a quel gatto che di prefisso ha la parola tele. “Sto arrivando” è stato scritto nella didascalia seguita da un filotto di commenti di amanti e nostalgici comprensibilmente increduli.

Ebbene, passati 4 giorni da quel post, oggi Sorrisi ne ha pubblicato un secondo che a questo punto ben ci fa sperare nel ritorno reale, certo dei Telegatti, di quelli che non vendono sogni, ma solide realtà (cit.): “No, non stavo scherzando“.

Sì, il Gran Premio Internazionale dello spettacolo sta per riprendersi tutto quello che è suo dopo l’ultima edizione trasmessa nel 2008. Come? Da capire. Quando? Il giornalista Francesco Canino (Panorama e Fatto Quotidiano) ha lanciato l’ipotesi indicando il periodo di “fine ottobre“. Con chi? Lo vedremo, evidentemente. Dove? Principalmente la manifestazione è affezionata a Milano, ma prima della sua chiusura è stata organizzata a Roma.

Questa fibrillazione scatenata dalla comparsa del telegatto dà il senso dell’affetto che il pubblico ha nutrito per una manifestazione nata nel 1971 (nel 1984 arrivò per la prima volta in tv, su Canale 5) come un evento volto a scegliere i programmi e i personaggi migliori della stagione televisiva. “Sono stati un po’ il nostro Oscar” dicono coloro che hanno vissuto gli anni d’oro dei Telegatti: il meglio del meglio dei volti noti dello spettacolo, tutti riuniti per una sera, una sola. Quando poteva ricapitare un’occasione del genere? Solo i Telegatti e e il Premio TV Regia televisiva in onda su Rai 1 (appuntamento ideato dall’indimenticato Daniele Piombi) è riuscito a far sedere sulla stessa fila di poltrone personaggi popolari che, magari, dietro le quinte si detestano pure.

A proposito, lasciateci sognare ancora un po’: pensate oggi quanto sarebbe bello vedere Maria de Filippi e Barbara d’Urso sedute in prima fila, oppure Mara Venier e Simona Ventura, o Ilary Blasi e Alessia Marcuzzi. Magari ci saranno complimenti su sorrisi tirati con le corde o abbracci a denti stretti, ma ragazzi è pur sempre il mondo dello spettacolo. Poi esiste il fairplay…

La storia del Gran Premio è costellata anche da chi lo ha condotto. Il maggior numero di conduzioni sono in mano a tre pilastri che la tv l’hanno vista nascere, potuta crescere e produrre: Mike Bongiorno (6 edizioni, dal 1984 al 1989), Corrado (7 edizioni, dal 1990 al 1996) e Pippo Baudo (7 edizioni, dal 1997 al 1999, 2002, 2003, 2006 e 2008) a loro vanno aggiunte co-conduzioni passate in rassegna negli anni, ne citiamo alcune: Milly Carlucci, Heather Parisi, Raffaella Carrà, Fabrizio Frizzi, Mara Venier, Alba Parietti, Alessia Marcuzzi, Michelle Hunziker…

Il meccanismo è semplice: attraverso le preferenze dei lettori di TV Sorrisi e Canzoni, venivano decisi i programmi e i personaggi vincitori per diverse categorie tra cui: Trasmissione dell’anno, personaggio maschile/femminile, la rivelazione dell’anno, il quiz, il varietà, il programma sportivo, lo show musicale più amato (…e tanti altri). Molti verdetti hanno sorpreso, tanti altri persino lasciato l’amaro in bocca a qualche nominato.

Lo sa bene Alessandro Cecchi Paone che nell’edizione 2001 (condotta da Gerry Scotti e Maria de Filippi) si rese protagonista di uno dei momenti più cult della storia della manifestazione polemizzando apertamente per l’inserimento de “La macchina del tempo” programma da lui condotto allora e del “Grande Fratello” nella stessa categoria, quella della miglior trasmissione di costume e cultura. La sua protesta, scoppiata durante la premiazione del reality show, è tuttora uno dei ricordi più forti legati ai Telegatti.

Sempre sul filo del ricordo, se di evento parliamo non possiamo non citare gli ospiti che hanno dato ancor più prestigio alla serata. Ricordiamo la presenza di Micheal Jackson nell’edizione 1997, davanti ad un pubblico in delirio. Milly Carlucci e Pippo Baudo dopo una breve intervista poterono esaudire il desiderio di alcuni fans del cantante presenti al Teatro Ventaglio Nazionale di Milano facendoli salire sul palcoscenico per parlare con il loro idolo, a pochi centimetri da un abbraccio (qui il video, da Mediaset Infinity).

Negli altri anni arrivarono anche altre stelle internazionali come Sharon Stone, Sylvester Stallone, Gregory Peck, Glenn Ford, Cyndi Lauper, Robert de Niro, Sting, Alec Baldwin, Charlton Heston, Omar Sharif o la nostra Sophia Loren.

Quello che ci apprestiamo a rivedere sarà un nuovo Gran Premio dello spettacolo nell’era dei social, prestato al commento in tempo reale (se l’evento sarà trasmesso in TV com’è stato fino al suo ultimo anno, nel 2008) e con un pubblico totalmente diverso viste le numerose piattaforme nate nel giro di pochi anni e di cui si fa alta fruzione. Come si comporterà il telegatto? Farà ancora le fusa al piccolo schermo o aprirà le porte anche allo streaming? Il suo ritorno sarà tutto da scoprire.