Come finisce Summertime 3? Il finale guarda al futuro ed alle sue incognite

Per Summer ed Ale, ma anche per tutti i loro amici, arriva il momento di prendere delle importanti decisioni, mentre l’estate volge al termine…

Dopo tre stagioni e ventiquattro episodi, Summertime 3 chiude definitivamente le avventure estive dei giovani protagonisti della serie tv originale italiana di Netflix. In uscita oggi, mercoledì 4 maggio 2022, la terza ed ultima stagione pone Summer (Coco Rebecca Edogamhe) ed Ale (Ludovico Tersigni), e con loro tutti gli altri personaggi, di fronte a nuove importanti scelte da prendere e, soprattutto, di fronte alla consapevolezza che non hanno ancora smesso di crescere.

Come finisce Summertime 3?

-ATTENZIONE: SPOILER-
L’ultima puntata della serie si concentra in particolare sul futuro di Summer, Ale, Sofia (Amanda Campana) ed Edoardo (Giovanni Maini). Per ciascuno di loro, infatti, si sta per aprire una nuova pagina della loro vita. A cominciare da Summer, che sebbene continui gli studi universitari durante l’estate si è immersa nel mondo della musica, grazie alla presenza di Luca (Cristiano Caccamo), nuovo personaggio che la sprona ad esibirsi insieme a lui. Tra i due c’è intesa, tant’è che Luca le propone di continuare a cantare insieme anche dopo i mesi estivi.

Ale, invece, ha bisogno di allontanarsi dal mondo in cui ha vissuto fino ad oggi, vale a dire quello delle corse: dopo essersi confrontato con il padre Maurizio (Mario Sgueglia) e la madre Laura (Maria Sole Mansutti), decide di prendere la barca in cui ha vissuto per tutta l’estate e di partire. Non prima, però, di aver salutato Dario (Andrea Lattanzi) e Lola (Amparo Piñero), con cui si riappacifica definitivamente dopo l’incidente del finale della seconda stagione, che ha costretto la ragazza ad una lunga riabilitazione e per cui si è sentito in colpa per lungo tempo.

Sofia non vuole rinunciare al suo sogno di diventare una fotografa professionista ma, dopo una cocente delusione da parte di una fotografa che sperava diventasse una sua mentore, accetta l’invito di Jonas (Giovanni Anzaldo) a partire con lui per l’Australia, dove continuerà a studiare.

Edoardo si riavvicina al padre Loris (Giuseppe Giacobazzi) dopo avergli mentito circa l’esito della sua permanenza ad Amburgo, ma si lascia con Giulia (Romina Colbasso), mentre Dario, in crisi con Rita (Lucrezia Guidone), lascia il suo lavoro di fattorino delle pizze e si decide a mettere in piedi un locale tutto suo, forte del successo avuto al nuovo locale sulla spiaggia durante la stagione.

Gli ultimi minuti della serie tornano però a concentrarsi su Summer: la giovane riceve un messaggio da Luca, che le chiede se ha deciso se accettare o meno la sua proposta. Non gli risponde, preferendo uscire con Edoardo. I due, andando in spiaggia, notano che Cesenatico si è ormai svuotata dai turisti: l’estate è finita. In spiaggia, ad attenderli, c’è Sofia: prima di fare l’ultimo bagno della stagione, propone a Summer di andare con lei in Australia, ma Summer si limita a dirle “Sarebbe bello”. Ovviamente, Summer si è salutata anche con Ale: pochi giorni prima, al tramonto, i due si sono ritrovati, tenendosi per mano. Si vogliono ancora bene, ma le loro strade per ora si dividono. A Summer non resta che sorridere osservando i suoi amici d’infanzia giocare in acqua, sulle note di “Odio l’estate” di Bruno Martino, che aveva aperto la prima stagione.

Summertime 3, un finale che guarda al futuro senza svelarlo

© Netflix

Il finale di Summertime vuole da una parte porre fine delle linee narrative dei vari protagonisti, evitando di lasciare troppo in sospeso e di irritare il pubblico. Al tempo stesso, però, la conclusione della serie non vuole essere del tutto definitiva.

Nelle scelte dei vari personaggi c’è infatti un comune denominatore: guardare al futuro con il dubbio di cosa potrà accadere, ma anche con l’entusiasmo di buttarsi in nuove avventure. Lo vediamo negli sguardi di Sofia, pronta a viaggiare seguendo il consiglio di Jonas; di Dario, che finalmente vuole darsi un po’ di fiducia aprendo un locale tutto suo; anche di Blue (Alicia Ann Edogamhe), la cui presenza nella terza stagione diventa più importante e che sta scoprendo molte cose di sé.

Gli unici due il cui futuro rimane sfocato sono, manco a farlo apposta, i due protagonisti: di Ale sappiamo che vuole viaggiare per ritrovare se stesso, fuggire da quei luoghi in cui ormai è diventato prigioniero e dalle aspettative del padre. Non sa ancora cosa farà dopo, così come Summer, che di fronte a due proposte (cantare con Luca o partire con Sofia) non si esprime e si gode il presente.

© Netflix

L’estate finisce, ma le vite dei protagonisti sono appena cominciate: Summertime lascia il pubblico così, con la consapevolezza che le estati raccontate in tre stagioni sono servite a farli crescere, ma non a renderli ancora adulti. Finita l’estate, con i turisti tornati a casa, non resta che fare tesoro di quei mesi sulla spiaggia e delle lezioni imparate per mettere a fuoco il proprio futuro. Con quello sguardo finale di Summer, colei che ad inizio serie odiava l’estate ma che ora ha capito quanto questi anni diventeranno tra i migliori della sua vita.