• Tv

Stefania Orlando a TvBlog: “Con ‘Questa è casa mia’ mi rimetto in gioco come giudice e mi diverto”

Sarà giudice del nuovo programma in onda su Real Time dal 6 maggio: Stefania Orlando racconta la sua nuova esperienza a TvBlog.

Stefania Orlando (com’era stato anticipato da TvBlog) sarà protagonista della novità di Discovery: Questa è casa mia, l’adattamento italiano di This is my house proveniente dalla BBC in partenza domani 6 maggio alle 21:20 su Real Time. Stefania, giudice del factual-game show insieme all’antiquaria Roberta Tagliavini, la comica Barbara Forìa e l’influencer Nicola Conversa, ci racconta a TvBlog come sarà questa nuova esperienza, come la vive e ci anticipa qualcosa sugli impegni futuri.

Partiamo innanzitutto dall’oggi: approdi su Discovery con Questa è casa mia dove sarai una delle protagoniste, raccontaci di cosa si tratta

E’ un gioco, Tommaso (Zorzi, ndr) sarà nelle case più particolari ed eccentriche della nostra bella Italia. Ogni puntata ci sarà una casa diversa e noi del panel della giuria (io, con Roberta Tagliavini, Barbara Foria e Nicola Conversa) dovremmo scoprire chi è il vero proprietario. Ogni puntata avrà quattro concorrenti, ognuno di loro farà di tutto per farci credere che la casa è di sua proprietà. Ci saranno dei quiz, giochi, prove. Non è facile stabilire chi è quello vero, noi giudici ci dovremmo mettere d’accordo per stabilire chi è il proprietario di quella casa.

È un gioco per voi, ma soprattutto per chi è a casa.

Fondamentalmente quello che vediamo noi è la stessa cosa che vedranno anche a casa, quindi credo che chi guarderà giocherà con noi. All’inizio sarà tutto molto complicato proprio perché tutti e 4 i concorrenti portano le loro buone ragioni per essere proprietari di quella casa. Certo, ognuno di noi ha le proprie armi investigative, da parte mia c’è il vantaggio di aver fatto l’agente immobiliare per 6 anni. Ho venduto appartamenti, ho visto tanti di quegli appartamenti, dalla più bella alla meno bella. Una cosa è certa, solitamente le case somigliano molto ai loro proprietari.

Dunque darai una sorta di identikit caratteriale.

Sì, ognuno di noi capisce chi finge o chi è il vero proprietario. Roberta Tagliavini essendo l’antiquaria si può fare più domande guardando l’arredamento, si può chiedere perché quella persona ha comprato quel tavolo là. Abbiamo le nostre armi, io mi sono basato sul fatto caratteriale.

Tu entri nell’olimpo dei giudici, che tipo di giudice ti senti?

Secondo me bisogna essere obiettivi, prima di tutto, l’obiettività a volte può portarti ad essere più severa e a volte più indulgente, dipende dalle situazioni. Bisogna essere superpartes, cercare di non farsi trascinare dalle simpatie o antipatie. Guardare le cose da un punto di vista di chi non deve essere amico di nessuno, ma deve stabilire la verità. Io ho pure un papà che è stato giudice, quindi io sono per la giustizia e non mi faccio trascinare da amicizie o altre cose.

Abbiamo citato Roberta Tagliavini, Barbara Foria e Nicola Conversa: come ti sei trovata con i tuoi compagni di viaggio?

Benissimo perché siamo completamente diversi l’uno dall’altro. Devo dire che la scelta fatta è stata davvero formidabile, siamo un gruppo eterogeneo. Abbiamo percorsi diversi, ci siamo fusi insieme e c’è stata subito sintonia sin dal primo giorno con lo shooting fotografico. Gli autori ci guardavano e si chiedevano “ma già si conoscevano?” io in realtà conoscevo solo Tommaso mentre gli altri (se non di fama) non li avevo mai incontrati. Quando vado in ambienti nuovi e conosco altri artisti cerco sempre di imparare qualcosa e sono felice. Barbara Foria ad esempio è straordinaria e con lei ci siamo fatti tante risate, Roberta Tagliavini è una donna eccezionale e colta.

 

Tre aggettivi per descrivere Questa è casa mia?

Nuovo, divertente e terapeutico. Soprattutto in un momento come questo il telespettatore deve evadere, ci porta fuori per poco tempo dalle immagini che purtroppo stiamo vedendo. Anche se ormai – aggiunge – poi non è più ‘un momento’ perché prima la pandemia, ora la guerra…

Come ti è arrivata la proposta per entrare a far parte del team di Questa è casa mia? Come ti hanno convinto?

Ho già avuto a che fare con Discovery avendo fatto Stand Up! Comici in prova e la direttrice (di Discovery, ndr) Laura Carafoli mi aveva contattata per questo progetto e con lei mi sono trovata benissimo. È una Donna molto intelligente e che difronte a questo progetto non ho potuto dire di no perché ci siamo trovate subito. C’è stata subito alchimia, io poi mi trovo bene con le donne perché quando sono unite riescono a fare cose importanti e belle. Ho trovato subito la mia casa e spero (come abbiamo in mente) di fare altri progetti. Discovery è una tv più sperimentale ed io sono contenta perché dopo aver fatto tante dirette e cose importanti approdo in un mondo dove il pubblico è giovane e molto attivo.

A proposito, ti rimetti in gioco (ancora una volta).

Certo, ma è il bello del nostro lavoro. Pensare di lavorare in modo continuativo non l’ho mai pensato e mai sperato. Ho sempre pensato di fare questo lavoro per esplorare nuove cose, per mettersi in gioco ed effettivamente negli ultimi anni sto imparando molto. Per tanti anni sono stata in Rai, nel gruppo di Michele Guardì e sono stata molto fortunata. Fare dirette ogni giorno è una grandissima scuola. Anche nel 2020, anno in cui Alfonso Signorini mi ha chiamato per fare il Grande Fratello VIP, per me è stata un’esperienza nuova perché non avevo mai fatto un reality, poi dopo il GF Tale e quale show e ti rimetti in gioco come cantante imitatrice, poi Stand Up! dove ti rimetti in gioco ma come comica, ora con Questa è casa mia mi rimetto in gioco come giurata. Capisci che per me è come andare al Luna Park (ride, ndr).

Ti diverti?

Mi diverto perché sono anche molto fortunata, magari qualcuno può pensare che mi sarei dovuta rimettere in gioco prima ovvero quando ho iniziato il mio lavoro, ma nel 1993 non c’era la possibilità di fare queste cose. Sono entusiasta.

Hai detto che Discovery ti ha accolto a casa sua, più curiosamente ti domando se ci puoi dire qualcosa in più sui prossimi progetti con loro.

Io mi auguro proprio di sì, nel senso che spero di avere altri progetti con loro. Assolutamente.

Punti molto su Discovery?

Mi piacerebbe molto, perché non puntare? Ne abbiamo parlato con la direttrice e sicuramente questi progetti ci sono. Un po’ di scaramanzia c’è sempre.

Grazie mille!

Io ringrazio voi, TvBlog è un sito che seguo spesso quindi sono onorata.

L’appuntamento con Questa è casa mia! (produzione Casta Diva per Discovery Italia) condotto da Tommaso Zorzi è per domani 6 maggio 2022, tutti i venerdì alle 21.20 su Real Time.