Slow Horses 2, tornano le spie ai margini guidate da Gary Oldman

Un nuovo caso per Jackson Lamb e la sua squadra alle prese con un complotto internazionale legato alla Guerra Fredda

Surrounded by Loser” canta Mick Jagger nella sigla di Slow Horses e i “loser”, brutti, sporchi e alcolizzati emarginati dall’MI5 tornano con un nuovo caso suddiviso in sei emozionati e avvincenti episodi. La serie tv che riparte su Apple Tv+ da venerdì 2 dicembre, è l’adattamento dei romanzi di Mick Herron della saga spy con Jackson Lamb protagonista. La seconda stagione è l’adattamento del romanzo Dead Lions, il secondo della saga, tradotto in italiano come In Bocca al lupo.

Slow Horses 2, la trama

Slow Horses 2 di Apple Tv+ pone i personaggi della serie, membri dell’intelligence britannica, distaccati ed emarginati nella Slough House, davanti a un nuovo caso, che rimanda ad alcuni segreti sepolti fin dalla Guerra Fredda, con una nuova minaccia che incombe su Londra mentre imperversano le proteste anti-capitalistiche e spie russe rimaste sopite a lungo, tornano in azione. Come sempre i membri della Slough House finiscono trascinati un po’ per caso all’interno di uno scenario decisamente fuori dalla loro portata, riuscendo però sempre a risolvere la situazione.

Slow Horses, l’ultimo lavoro di Gary Oldman

Arrivato a 65 anni Gary Oldman è pronto a dire basta. “Non voglio recitare ancora quando avrò 80 anni” ha dichiarato recentemente al Times come riporta deadline, “sono felice ed entusiasta di avere il privilegio di essere Jackson Lamb, ma finito questo mi fermerò“. In attesa di capire se sarà la sua decisione definitiva, Oldman sarà Lamb in Slow Horses per almeno altre due stagioni per cui è già sotto contratto con Apple (ma oltre ai due già adattati sono altri 7 i romanzi di Herron con Lamb). Inoltre sarà il Presidente Truman in Oppenheimer di Christopher Nolan al cinema.

Slow Horses 2 la recensione

Bentornati nel peggior posto di lavoro possibile, con il peggior capo ma da cui non vorresti mai andar via. Riaprono le porte della Slough House, la sede distaccata e scalcinata dell’MI5 dove vengono sbattuti quegli agenti che hanno combinato qualche disastro ma che non possono essere licenziati. Un limbo potenzialmente inattivo ma che se il tuo capo è Jackson Lamb, storico e venerato agente che nonostante l’apparente diffidenza ha ancora una gran voglia di esser attivo, rischia di diventare il fulcro della rete di spionaggio internazionale.

La seconda stagione allarga lo sguardo a tutta la squadra evitando di concentrarsi principalmente su River Cartwright, che potenzialmente dovrebbe essere la spia perfetta ma che in realtà è spesso approssimativo e superficiale. Ma riesce in ogni caso a portare a casa il risultato. Lo stile delle spie della Slough House è proprio questo: non importa la forma, è fondamentale quello che si riesce a ottenere. Irascibili, caustici, spietati come il loro capo, le spie protagoniste della serie sono i perdenti/vincenti più amabili della serialità. La seconda stagione di Slow Horses alza il tiro, inserisce ancora più azione e movimento e un complotto internazionale ma senza perdere di vista la sua anima: i suoi personaggi. Slow Horses è sofisticata ed elegante nella forma quanto sono sciatti e ineleganti i suoi protagonisti, la serie ideale per il pubblico maturo di Apple Tv+ che non insegue le fast series di massa che si dimenticano il giorno dopo il rilascio, costruite a tavolino da un algoritmo.

Slow Horses 2 il cast

Gary Oldman torna a interpretare il protagonista Jackson Lamb sarcastico e stanco della vita, una spia dalla lunga carriera rovinata dall’alcol e dal disinteresse, ma dalla mente ancora scaltra e attiva. Come ben sa chi ha visto la prima stagione, non tornerà Olivia Cooke nei panni di Sidney “Sid” Baker, mentre è confermata tutta la squadra della Slough House: Saskia Reeves, Dustin Demr-Burns, Rosalind Eleazar, Jack Lowden. Kristin Scott Thomas è Diana Taverner vice direttrice generale dell’MI5. Torna anche Jonathan Pryce nei panni di una spia in pensione, nonno del personaggio di Jack Lowden.

Slow Horses 2 quanti episodi sono, la programmazione Apple

La seconda stagione di Slow Horses è composta da 6 episodi rilasciati con modalità settimanale da Apple Tv+ a partire da venerdì 2 dicembre e per le successive 5 settimane.

Slow Horses 3 si fa?

Non solo si farà Slow Horses 3 ma Apple ha già rinnovato la serie fino alla quarta stagione, adattamento di ulteriori romanzi di Mick Harrin, probabilmente il terzo e il quarto della saga di Lamb, The List e Real Tigers non ancora tradotti in italiano.

Slow Horses 2 come vedere la serie in streaming

Per vedere la serie è necessario l’abbonamento ad Apple Tv+ che ha un costo di 6,99 € al mese con una prova gratuita di 7 giorni (chi acquista un nuovo dispositivo Apple ha la possibilità di attivare la piattaforma gratuitamente per un periodo limitato). Apple Tv+ oltre che sui dispositivi Apple è disponibile come app su Amazon Fire Tv, PlayStation, XBox, sul sito tv.apple.com, su alcune Smart Tv e su Sky Q.