• DAZN

Serie A sempre più spezzatino: con Dazn dieci partite in dieci orari diversi?

Serie A su Dazn sempre più spezzatino: c’è l’idea di spalmare le dieci partite di ogni giornata in dieci orari diversi. Lunedì si decide

Pensavate di aver conosciuto la Serie A spezzatino? Vi sbagliavate, forse. La notizia delle ultime ore è che dalla prossima stagione il massimo campionato potrebbe prevedere dieci partite in dieci orari diversi. Nel dettaglio, l’idea sarebbe di proporre le partite del sabato in quattro finestre diverse, ossia alle 14.30, le 16.30, le 18.30 e le 20.45. La domenica, invece, i match sarebbero cinque: il lunch match delle 12.30, poi alle 14.30, 16.30, 18.30 e posticipo alle 20.45. Infine, lunedì spazio all’ultimo incontro, con calcio di inizio alle ore 20.45.

Il motivo alla base di quella che si presenta come una vera e propria rivoluzione sarebbe la volontà di eliminare possibili black out di traffico sulla rete di Dazn, che ha acquistato i diritti per la trasmissione in esclusiva di tutti i match della Serie A.

Evidentemente, si teme che il servizio di streaming possa soffrire in casi di sovraccarico di collegamenti in contemporanea. E non sarebbe la prima volta, come sanno bene i tifosi, visti i problemi riscontrati in questi primi tre anni di Dazn in Italia. Il caso più recente si è verificato l’11 aprile quando in pochissimi sono riusciti a vedere in diretta Inter-Cagliari e Verona-Lazio.

La decisione definitiva potrebbe arrivare lunedì, visto che la questione è sul tavolo della assemblea di Lega.

Ricordiamo che nei giorni scorsi Dazn ha comunicato che il costo dell’abbonamento da luglio cambierà, ovviamente al rialzo. Nell’offerta calcistica non soltanto la Serie A, ma anche La Liga (il campionato spagnolo), la Copa Libertadores, la Copa Sudamerica, la FA Cup, altri tornei internazionali e i canali tematici dell’Inter e del Milan. Ed ancora la Moto GP e altri sport come boxe o freccette, oltre che le produzioni DAZN Originals.