Serena Bortone e la domanda a Michele Bravi sull’incidente stradale (VIDEO)

Serena Bortone accusata per la domanda, considerata indelicata e inopportuna, posta a Oggi è un altro giorno a Michele Bravi

È polemica per la domanda posta da Serena Bortone a Michele Bravi durante la puntata odierna di Oggi è un altro giorno. La conduttrice del programma pomeridiano di Rai1 ha chiesto al cantautore come abbia superato l’incidente stradale che è costata la vita ad una donna 58enne, che era in sella ad una motocicletta. Un evento drammatico che risale al novembre del 2018 e che inevitabilmente ha segnato anche l’esistenza dell’artista, che pubblicamente ne ha parlato in poche occasioni.

In particolare, la Bortone ha formulato così la domanda:

So che per te c’è stato un prima e un dopo, ne hai parlato, lo hai raccontato e anche questo ti fa onore perché dimostra quanto tu sia una persona sensibile. Sei stato protagonista, tuo malgrado, di un evento molto tragico, un incidente che è costato la vita ad una persona; so che per te è stato uno choc dolorosissimo e che ha segnato la tua vita. Come sei riuscito a superarlo, se lo hai superato.

Il cantante, che per quell’incidente ha patteggiato una pena di 1 anno e sei mesi con la sospensione condizionale e la non menzione nel casellario giudiziale, ha risposto così:

Sono tornato a parlare di musica, di voce e tutto questo mi basta per adesso. Tutto il resto credo vada affrontato con un altro tipo di profondità.

E in tanti (suoi fan, ma non solo) sui social hanno espresso indignazione per una domanda che è apparsa indelicata e inopportuna.

La risposta ‘vera’ di Bravi è sembrata arrivare, in verità, poco dopo, quando Serena Bortone, in chiusura di intervista, ha chiesto al cantante, in gara al Festival di Sanremo con il brano Inverno dei fiori, se fosse innamorato:

Sono innamorato delle persone empatiche, quindi è molto difficile trovarne come dimostrano le cose.

Una replica stizzita, ma pronunciata con grande eleganza e controllo. Chapeau.

 

Ultime notizie su oggi è un altro giorno

Tutto su oggi è un altro giorno →