C’è Sanremo, la concorrenza non va in ferie ma stravolge i titoli. E’ un trucco ‘salva Auditel’

Nella settimana di Sanremo molti talk di prima serata decidono di sfidare il Festival usando però l’escamotage del ‘cambio titolo’ in ottica Auditel

Settimana sanremese e, sulle altre reti, si corre ai ripari. Se una volta si optava per uno stop strategico, da un po’ di anni la soluzione sembra essere diventata quella dell’esserci, ma facendo finta di non esserci. La soluzione è sempre la stessa e riguarda, molto semplicemente, la modifica al titolo dei programmi. In poche parole, si va in onda, senza però preoccuparsi troppo delle conseguenze sul fronte dell’Auditel, vista la spaventosa concorrenza.

Il Festival si divora su per giù metà della torta, con le rivali chiamate a spartirsi il resto della platea televisiva. E così, già martedì, come dodici mesi fa Mario Giordano trasformerà Fuori dal coro in Sempre più Fuori dal coro, mentre Dritto e rovescio aggiungerà in coda la parola Oltre. La new entry Zona Bianca di Giuseppe Brindisi si adeguerà e diventerà, per una volta, Dentro la Zona Bianca. Infine, venerdì, Quarto Grado si affiderà all’innesto classico de Le Storie.

Non si scomporrà invece La7, che garantirà il mantenimento dei titoli originari, da Di Martedì a Piazzapulita, passando per Propaganda Live.

Sia nei promo che nelle guide tv, Cartabianca è annunciato come tale, anche se nel 2021 comparve un improvviso Speciale che consentì, come negli altri casi, di tagliare fuori il risultato della puntata in questione dalla media stagionale.