• Tv

Quelli che… diventa un talk sul green pass (ma gli ascolti restano disastrosi)

Quelli che… ieri sera si è trasformato in un talk show di attualità, senza rinunciare alla chiave satirica. Ma gli ascolti sono flop

Gli ascolti non arrivano (ieri un disastroso 2% di share), il futuro appare sempre più in bilico e così continuano i tentativi più o meno disperati a Quelli che.... Il programma di Rai2, che ha già cambiato collocazione in palinsesto (a inizio stagione andava in onda il lunedì, ora il giovedì), ieri sera nella sesta puntata stagionale si è trasformato in un talk show, dedicato all’attualità (super green pass) con tanto di politica (Alessia Morani), giornalista (Peter Gomez) e virologo (Matteo Bassetti, quello vero!) protagonisti al centro dello studio.

In realtà si è trattata di una trovata per prendere in giro il mondo dei talk show, con Adriano Panatta critico nei confronti dei conduttori Mia Ceran, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu:

Siete mosci, io sono abituato a sentire talk più vivi e rissosi.

E da lì via ad una clip con due finti rappresentanti di opinioni diverse che si parlano sopra, nonostante il tentativo della padrona di casa di calmare gli animi. Insomma, una parodia di un certo modo di fare televisione che però non si è privato di momenti per davvero informativi, anche se sempre in un contesto di satira e goliardia.

Il negativo risultato di ascolti di Quelli che… è un’ingiustizia considerando il prestigio del brand e la qualità del prodotto (molto godibili i siparietti di Lucci-Mastella, divertenti gli interventi di Panatta, apprezzabile il clima di cazzeggio generale) che paga evidentemente una collocazione folle in prima serata. Ma il problema non è nuovo, considerando che già nelle scorse stagioni (con la collocazione storica della domenica pomeriggio) appariva faticoso comprendere quale fosse il target di pubblico di riferimento.