Prisma, serie tv Amazon Prime Video: uscita, cast, trailer, trama ed episodi (e c’è anche Achille Lauro)

Dagli sceneggiatori di Skam Italia un nuovo racconto con al centro gli adolescenti italiani, tra dubbi sul futuro e la ricerca della propria identità

L’adolescenza italiana sta per essere protagonista di una nuova serie, pronta a conquistare i cuori dei più giovani ma che siamo certi sarà seguita anche da un pubblico adulto. Parliamo di Prisma, la serie tv targata Prime Video presentata in anteprima mondiale Fuori Concorso al 75° Locarno Film Festival. Un progetto dietro cui ci sono degli sceneggiatori che di giovani italiani se ne intendono molto… Curiosi di saperne di più e conoscere Andrea, Marco e tutti gli altri personaggi di Prisma? Proseguite nella lettura!

Prisma serie tv, uscita

Quando esce la serie tv Prisma? Prime Video, la piattaforma streaming di Amazon, ha confermato da tempo che la serie sarà interamente disponibile mercoledì 21 settembre 2022. Quel giorno, gli abbonati al servizio nei 240 Paesi in cui è attivo potranno vedere la nuova serie tv italiana.

Prisma serie tv, la trama

Di cosa parla Prisma? È una serie di formazione che ruota intorno alla complessa relazione tra l’identità, le aspirazioni, l’aspetto fisico e gli orientamenti sessuali di un gruppo di adolescenti di Latina. Protagonisti del racconto sono due gemelli, Marco e Andrea (Mattia Carrano), all’apparenza identici ma profondamente diversi nelle inquietudini che esprimono. Il loro percorso di scoperta di sé sarà gioioso e turbolento insieme e coinvolgerà allo stesso modo anche il loro numeroso gruppo di amici, tutti alla ricerca del proprio posto in un mondo in continuo cambiamento.

Prisma serie tv, quante puntate sono?

In tutto, gli episodi di Prisma sono otto, ciascuno della durata di circa 45 minuti. Prima Video li rende disponibili tutti nello stesso giorno, mercoledì 21 settembre 2022.

Prisma serie tv, il cast

© Prime Video

I giovani attori ed attrici che compongono il cast della serie è in gran parte formato da ragazzi e ragazze alla loro prima esperienza davanti alle telecamere. Fa eccezione Lorenzo Zurzolo, interprete di Daniele, già visto in Baby ed in Una Pallottola nel Cuore. Va segnalata, inoltre, la presenza di Achille Lauro nei panni di se stesso in un cameo.

Mattia Carrano è Andrea e Marco, i due fratelli gemelli protagonisti
Lorenzo Zurzolo è Daniele
Caterina Forza è Nina
Chiara Bordi è Carola
LXX Blood è Vittorio
Matteo Scattaretico è Ilo
Zakaria Hamza è Sami
Riccardo Afan de Rivera Costaguti è Boncio
Flavia Del Prete è Zelia
Asia Patrignani è Jun
Elena Falvella Capodaglio è Micol
Andrea Giannini è il padre di Andrea e Marco. L’attore ha recitato anche in Un Professore
Autilia Ranieri è la madre di Andrea e Marco
Francesca Anna Bellucci è Marika
Pietro Sparvoli è Lucio
Shaen Barletta è Veronica
Emiliano Brugia è Manuel
Elisa Macchiesi è Francesca
Vittorio Aisa è Fabio-Coccolino
Francesco Pompilio è zio Don Michele
Filippo Valle è il preside
Gabriele Coppola è zio Vito
Martinus Tocchi è Gerardo
Cristina Todaro è la professoressa di Chimica
Leo Rivosecchi è Marcello
Gianmarco Lucia e Andrea Luca Gagliardi sono i body double di Andrea e Marco

Prisma serie tv, Achille Lauro

Achille Lauro
© Prime Video

La serie tv vede anche la partecipazione straordinaria di Achille Lauro, che interpreta se stesso in un cameo nel corso degli episodi. Non solo: l’artista ha anche scritto un brano, “Mattoni”, che fa parte della colonna sonora della serie tv.

Prisma serie tv, regista e sceneggiatori

© Prime Video

Dietro Prisma c’è un regista che conosce molto bene il mondo degli adolescenti italiani: Ludovico Bessegato, che ha anche diretto le prime quattro stagioni di Skam Italia e scritto anche la quinta insieme ad Alice Urciolo. Anche quest’ultima è sceneggiatrice di Prisma, nata da una loro idea con Giulio Calvani.

A proposito di come è nato Prisma, Bessegato ha spiegato l’esigenza di cimentarsi con un racconto originale italiano (Skam è un remake di una serie norvegese):

“[Volevo fare] qualcosa che dimostrasse che non eravamo stati solo dei bravi adattatori ma eravamo in grado di offrire una nostra prospettiva su quel mondo. Siamo partiti da un fatto. Tutti quegli anni ad incontrare persone più giovani di noi ci avevano mostrato chiaramente come molti dei dualismi che fino alla mia generazione erano stati dei
dogmi inscalfibili, per loro non lo erano più. E non parliamo solo di orientamento sessuale e identità. Parliamo di una generazione che sembra vivere e scegliere gli spazi di mezzo nel senso più esteso possibile. Una generazione e un mondo in cui lo stesso concetto di diversità sembra non essere più in grado di descrivere il reale. Perché se non c’è più convergenza rispetto a un’idea di normalità, non può esserci nemmeno rispetto a quella di diversità. Non più normali, non più diversi. Solo un’infinità di esistenze uniche. Abbiamo preso a prestito l’immagine del Prisma
ottico, che riesce a scomporre la luce, solo apparentemente bianca, nell’infinito spettro di colori che la compone. Il bianco, il canone, non esiste. È solo una sintesi affollata”.

A produrre, la Cross Productions di Rosario Rinaldo, anch’essa già dietro Skam Italia.

Prisma serie tv, location

© Prime Video

La serie tv è ambientata principalmente a Latina. Bessegato spiega così la scelta di questa città:

“[È] una delle città italiane meno conosciute e dall’identità più sfuggente. Fondata durante il fascismo sulle terre strappate alle paludi dalla bonifica integrale e stretta tra le architetture razionaliste del centro, i laghi costieri e le dune di Sabaudia, Latina non assomiglia a nessuna altra città italiana. Una provincia piena di spazi, di verde, di natura incontaminata, che contrasta con case popolari brutaliste, villette a schiera, un grattacielo e una centrale nucleare in fase di smantellamento. Un territorio pieno di colori, di contrasti, di bellezza e di degrado, di modernità e di nostalgia”.

Prima serie tv, il trailer

Ecco il trailer ufficiale di Prisma:

Prisma serie tv, come vederlo?

Prisma è un’esclusiva di Prime Video, la piattaforma streaming di Amazon (disponibile anche su smart tv, tablet e smartphone) inclusa nell’abbonamento Prime. Una volta abbonati, si può approfittare dei primi trenta giorni di prova gratuiti, per poi pagare 4,99 euro al mese o 49,90 euro all’anno.