Pompei l’ultima rivelazione: Il Carro, Rai 2 continua a raccontare gli scavi

Rai 2 e Rai Documentari raccontano un’altra storia di ritrovamento e recupero a Pompei: dopo il Termopolio un Carro intarsiato, su Rai 2.

L’ultima scoperta a Pompei non è mai l’ultima e soprattutto non arriva mai in tv appena avvenuta: lo abbiamo raccontato già qualche mese fa, quando Rai 2 e Rai Documentari annunciarono la messa in onda di un doc dedicato all'”ultima scoperta” di Pompei, un termopolio perfettamente conservato il cui annuncio internazionale ha coinciso col lancio del doc. E viceversa.

Se la scorsa volta, complice le Strenne e la ‘coincidenza internazionale’, il doc conquistò la prima serata di domenica 27 dicembre (riportando un ascolto decisamente intereesante, con una media di 2.976.000 telespettatori e uno share dell’11,38%) questa volta “L’ultima rivelazione” di Pompei non va oltre il daytime.

Pompei l’ultima rivelazione: Il Carro” va infatti in onda oggi, domenica 28 febbraio, alle 13.30 su Rai2, dopo il Tg2: l’instant doc presentato in esclusiva su Rai2 testimonia non tanto il ritrovamento quanto il recupero di un carro cerimoniale intarsiato e in ottimo stato di conservazione. La squadra di Rai Documentari, guidata da Leonardo Lofrano e Catia Barone, ha seguito per più di due mesi il processo di ritrovamento e scavo nel porticato di una villa, nei pressi di una stalla nella quale nel 2018 erano emersi i resti di tre cavalli, e ha seguito le varie fasi dei lavori.

A fare da guida Massimo Osanna, Direttore Generale Uscente del Parco Archeologico di Pompei – ora affidato a Gabriel Zuchtriegel, già direttore del museo e del Parco Archeologico di Paestum – e Direttore Generale dei musei MIBACT. Interessante anche il percorso che ha portato al ritrovamento di questo carro, scampato agli scavi clandestini e ai tombaroli: il recupero è stato favorito, infatti, dalla collaborazione tra la Procura della Repubblica di Torre Annunziata e il Parco Archeologico di Pompei.

Considerato che Pompei è una fucina di ritrovamenti, Rai Documentari può ben candidarsi per un ciclo di documentari in esclusiva da rivendere nel mondo. Chissà che non si stia lavorando proprio in questa direzione.